Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
3+
Prezzo
ND
Data di uscita
31/3/2011

Need for Speed Shift 2 Unleashed

Need for Speed Shift 2 Unleashed Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
Slightly Mad Studios
Genere
Guida
PEGI
3+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
31/3/2011
Data di uscita americana
29/3/2011
Lingua
Tutto in Italiano

Lati Positivi

  • Tutta l'emozione di guidare
  • Spettacolare ma verosimile
  • Sistema di Tuning molto curato
  • Drifting quasi vendibile a parte
  • Ottimo giocato con un volante
  • Visuale dal casco ben realizzata

Lati Negativi

  • Danni ancora perfezionabili
  • Parco macchine non vastissimo
  • Qualche semplificazione di stampo arcade

Hardware

Il gioco è in uscita su PC, PlayStation 3 e Xbox 360. La versione PlayStation 3 richiede circa 4 gigabyte di installazione all'avvio e ha supporto nativo per i volanti Logitech (la periferica viene riconosciuta e configurata in automatico). Da segnalare che, in tutte le versioni, è possibile ottenere due auto bonus e fondi extra avendo il salvataggio di un precedente episodio nella serie Need For Speed (World, Hot Pursuit, Shift o Undercover).

Multiplayer

Il gioco online è integrato nei menu grazie al sistema Autolog, introdotto dal precedente Need For Speed Hot Pursuit. Se collegati a Internet, possiamo seguire amici e rivali in qualsiasi momento, scambiando foto, record, raccomandazioni sugli eventi maggiori e altre notizie. Le funzioni legate al multiplayer sono legate a Online Pass, il codice di attivazione presente nella scatola o acquistabile a parte nel caso dell'usato. Attivandolo, si ottengono un bonus in denaro spendibile all'interno del gioco e il doppio dei punti XP assegnati nelle prime 24 ore spese sulla rete.

Modus Operandi

Nell'arco di due settimane circa, è stata provata la versione completa per una trentina di ore, con il normale Dual Shock e un volante Driving Force. Non essendo disponibile una vera e propria community prima del lancio, il test si è concentrato sulla carriera per giocatore singolo e sulle novità introdotte rispetto al primo episodio.
Recensione

Il tuning dei professionisti

Quando taroccare l'auto non è un'opzione, ma la regola.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Dato che è rivolto principalmente al pubblico americano, Need For Speed Shift 2 Unleashed offre il genere di competizioni "sopra le righe" apprezzate da chi segue la scena tuning nella sua connotazione più professionale. Non troviamo infatti campionati reali (se non ai livelli più alti della carriera) o tornei chiusi da stretti regolamenti classificati in base a cilindrata o potenza, ma tutta una gamma di eventi dedicati alla semplice competizione in pista.

Per vincere non basta, insomma, la nostra abilità al volante ma serve anche una certa conoscenza della vettura e di com'è possibile migliorarla restando all'interno dei limiti consentiti da ogni gara. Sotto questo aspetto, la parte legata alle modifiche rimane molto semplice nell'utilizzo ma è abbastanza approfondita nella presentazione. Per ogni intervento sulla vettura, viene infatti illustrato l'effetto reale che avrebbe sulle prestazioni e le conseguenze (anche negative) sul resto della componentistica. In altre parole, non è sempre necessario dilapidare il denaro acquisito comprando tutti i pezzi disponibili, ma basta fare alcuni interventi mirati per vedere un netto miglioramento già nella gara successiva. Oltretutto, ci sono chiari e stretti limiti all'ingresso nelle gare per le auto modificate, che possono costringere a smontare alcuni pezzi per accedervi. Nulla di innovativo o sorprendente, ma un modo coerente per far sì che la competizione rimanga a un buon livello di sfida e le gare siano sempre competitive per tutti i partecipanti. Va ricordato, infine, che quasi ogni vettura può essere trasformata gradualmente da auto di serie a prototipo da corsa, iniziando con un leggero tuning estetico per arrivare alla rimozione completa di alcune parti e al totale restyling della carrozzeria.

La luce dei fari si diffonde in maniera realistica sul fondo stradale - Need for Speed Shift 2 Unleashed
La luce dei fari si diffonde in maniera realistica sul fondo stradale

un motore che risplende in notturna

Sul lato prettamente realizzativo, Slighty Mad ha operato tutta una serie di affinamenti e ritocchi al motore grafico del primo episodio, ottenendo un grado di realismo visivo ampiamente sopra la media. Grazie all'uso abile dell'illuminazione e dei filtri sull'immagine, sopratutto nei replay, emerge l'ottima modellazione delle vetture e dei loro interni, non fosse per alcune esagerazioni tipicamente arcade. Oltre alla velocità eccessiva delle inquadrature, dentro e fuori dall'auto, le fiammate dagli scarichi o lo sporco che arriva sul parabrezza e scompare appaiono lievemente fuori luogo. Oltretutto, la gestione dei danni resta largamente coreografica, perché concentrata sul lato estetico dell'incidente: ottima la deformazione di lamiere e vetri, ma gli effetti sulle prestazioni sono quasi assenti fino alla perdita di una gomma, che costringe al ritiro. Presi per quello che sono, ovvero elementi di continuità con la serie principale Need For Speed, questi aspetti non intaccano più di tanto l'esperienza di guida, che resta molto verosimile e sopratutto offre un grado di coinvolgimento raramente visto in questa specifica categoria. Infatti appaiono rari, se non quasi assenti, fenomeni di "pause" dell'intelligenza artificiale, cali di frame-rate o altre situazioni che arrivino a interrompere le dinamiche di gara. È anche vero che si poteva fare di più sul lato dello scenario, a fronte di auto ben realizzate e ricche di dettagli. Se il pubblico poligonale e animato fa il suo dovere, le piste appaiono spesso carenti in quanto a particolari o architettura, con l'eccezione degli stadi dedicati al Drift. Notevole, invece, la scelta di usare una colonna sonora quasi esclusivamente rock per menu e replay, con tracce di gruppi quali Rise Against e Stone Temple Pilots. Una decisione che all'inizio spiazza leggermente, ma che alla lunga dà al gioco ancora maggiore carattere.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Shift 2 sorpassa l'originale e ci mette personalità con la nuova visuale dal casco. Spingendo di più sul realismo e meno sugli elementi arcade, la serie avrà strada libera verso il podio.

Commenti

  1. Dark76

     
    #1
    beh direi interessante
    penso di prenderlo..non al deiuan ma piu in la
  2. drnext78

     
    #2
    Ottima rece.
    Ottimo per il volante, avete usato il driving force gt?
  3. auron2002

     
    #3
    Pare spaccare!
  4. |King Crimson|

     
    #4
    @draco

    nel "modus operandi" è appunto riportato che il volante è un generico Driving Force. Considerato che il Pro e il GT sono, di base, quasi identici, le considerazioni varranno per entrambi.

    EDIT: e leggo ora nella rece che "qualsiasi" volante DF viene riconosciuto alla perfezione.
  5. Arit72

     
    #5
    BELLO!
  6. Miyaghi

     
    #6
    Ohhh, felice di vederla scritta da Alez, perchè ho apprezzato parecchio la recensione di GT5 a suo tempo e quindi so come relazionarmi a questa!
    Leggo e poi commento!
    Edit: letta.
    Interessante, sembra un gioco parecchio godibile con il volante.Una domanda al recensore: in altri siti criticano l' IA dandola troppo aggressiva e poco realistica, tu come l'hai trovata?
  7. aleZ

     
    #7
    Miyaghialtri siti criticano l' IA dandola troppo aggressiva e poco realistica, tu come l'hai trovata?



    Nella media arcade quindi aggressiva ma non troppo e cmq le sportellate non sono mai un problema per l'auto.
  8. fashion

     
    #8
    Ottima recensione complimenti, il titolo sembra buono e l'aver spostato un pochino la barra verso la simulazione non può che rendermi felice.

    Anche io gradirei due righe sull'IA perché si leggono pareri contrastanti, quasi opposti. Chi dice che è ottima, superiore a quella di Toca dei tempi d'oro, mentre altri lamentano l'eccessiva aggressività.
    Qual'è la verità? (che probabilmente sará nel mezzo...)
  9. Morpheus86

     
    #9
    Bello, mi piace quello che viene descritto dalla rece.

    Un peccato per la gestione dei danni; vedere un auto danneggiata viaggiare come una integra non è un bel vedere, sopratutto perchè permette al giocatore di spingere sempre al limite, visto che la toccata non viene punita in termini di maneggevolezza.

    Per il resto, ho letto/visto un bel po di recensioni e direi che è un gioco da prendere :sbav:
  10. |King Crimson|

     
    #10
    Morpheus86
    Per il resto, ho letto/visto un bel po di recensioni e direi che è un gioco da prendere :sbav:


    Vai di PS3 Zio che c'abbiamo già nutrita community :sbav:
    Con autolog annesso :mmh:
Continua sul forum (266)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!