Genere
Sportivo
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

NHL 12

NHL 12 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Genere
Sportivo
Data di uscita americana
13/9/2011

Lati Positivi

  • Impianto audiovisivo sempre di valore
  • Intelligenza artificiale molto migliorata
  • Sistema di collisioni fra i giocatori ben rifinito
  • Novità che rendono più versatili alcune modalità online

Lati Negativi

  • Pochi cambiamenti di peso rispetto all'anno scorso
  • Sezione dedicata alle leggende un po' tirata via
  • Modalità GM tutta da rifare

Hardware

NHL 12 è disponibile nei formati PS3 e Xbox 360. Questo articolo è basato sulla versione per la console Microsoft.

Multiplayer

Sono ovviamente disponibili numerose modalità multiplayer, con particolare attenzione all'online, che nel corso della nostra prova si è comportato egregiamente (ma resta da vedere come terrà sulla distanza, quando i server si riempiranno).

Modus Operandi

Abbiamo ricevuto una copia promozionale del gioco in versione Xbox 360 da Electronic Arts Italia e le abbiamo dedicato circa una settimana affrontando una ventina di partite singole nelle varie modalità (offline e online) e sperimentando poi con i diversi tipi di carriera (GM, Pro, Leggenda) disponibili. Per effettuare il test online, abbiamo acquistato un Online Pass, dato che non era incluso nella confezione del gioco in versione “promo”.

Link

Recensione

Una carriera sul ghiaccio

Opzioni, modalità e opportunità di NHL 12.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Tutto quanto descritto fino adesso va ovviamente poi applicato alle diverse opportunità offerte da NHL 12. I grossi passi avanti in termini di gestione fisica e intelligenza artificiale, per esempio si manifestano con particolare efficacia nella modalità Be a Pro, dove ci si trova a controllare un singolo giocatore in un ruolo specifico. È chiaro che in quella situazione l'atteggiamento realistico dei compagni può fare la differenza, così come la gestione fisica dei contatti e delle sportellate sotto rete – con tanto di nuovo sistema per prendere posizione in zona gol – può cambiare del tutto l'esperienza nelle fasi di gioco in cui non si controlla il puck.

La lotta per prendere posizione vicino alla porta è ora molto fisica e realistica, anche se ovviamente la cosa emerge soprattutto quando si gioca utilizzando un solo membro della squadra (per esempio in modalità Be a Pro) - NHL 12
La lotta per prendere posizione vicino alla porta è ora molto fisica e realistica, anche se ovviamente la cosa emerge soprattutto quando si gioca utilizzando un solo membro della squadra (per esempio in modalità Be a Pro)

nulla di leggendario

La sezione Be a Pro, poi, quest'anno si arricchisce di una variante specifica dedicata a una manciata di giocatori storici, di cui è possibile prendere il controllo dopo averli sbloccati (in avvio è disponibile solo Jeremy Roenick). Purtroppo, però, questa modalità non è stata particolarmente studiata ed è lontana anni luce, per esempio, dal lavoro svolto da 2K Sports su Michael Jordan con NBA 2K11 o da quel che viene promesso per NBA 2K12. Si tratta solo di prendere un campione del passato e utilizzarlo in modalità Be a Pro, in una squadra attuale a scelta, con ovviamente obiettivi stagionali tarati sul valore assoluto del giocatore. Nessun tono nostalgico, nessuna partita storica ricreata, niente di niente.
Spostando l'attenzione sul gioco online, ma mantenendo sempre l'obiettivo sul Be a Pro, notiamo che la Electronic Arts Sports Hockey League (che racchiude i tornei online a cui si partecipa col proprio giocatore Pro personalizzato) è stata impreziosita da alcuni piccoli ritocchi che permettono di adattare meglio le skill del proprio atleta per adattarsi ad eventuali posizionamenti fuori ruolo forzati. Novità anche sul fronte Ultimate (l'immancabile modalità in cui si costruisce la propria squadra a colpi di figurine): ora è possibile “scaricare” in locale le squadre di altri giocatori, per poterle affrontare controllate dalla CPU. In questo modo si unisce l'utile al dilettevole, guadagnando in varietà degli avversari digitali e preparandosi anche agli scontri con i più forti giocatori online. Anche qui, poi, è stata data attenzione alla delicata questione dei ruoli, con card dedicate al cambio degli stessi. Più in generale, segnaliamo che allo stato attuale l'online di NHL 12 si è dimostrato solido ed efficiente, anche se probabilmente valutare la tenuta dei server a pieno carico sulla base del solo weekend di lancio è un po' prematuro.

Oltre ai classici menu di statistiche come quello in foto, troviamo l'Action Tracker, che permette di scorrere tutte le azioni chiave di una partita e gustarsele in replay, senza tempi di caricamento o scomode pause - NHL 12
Oltre ai classici menu di statistiche come quello in foto, troviamo l'Action Tracker, che permette di scorrere tutte le azioni chiave di una partita e gustarsele in replay, senza tempi di caricamento o scomode pause

Tirando le somme, si può dire che NHL 12 è e rimane una grandissima simulazione di hockey, piuttosto complessa da padroneggiare per le sue tante sfumature e per un sistema di controllo che, appoggiandosi sui due stick analogici, è abbastanza lontano dagli standard delle altre serie sportive. L'eccellente aspetto audiovisivo e l'attenzione a componenti meno “hardcore”, come possono essere la telecronaca, lo splendido sistema di replay dinamici legati alle singole azioni o la presenza del Winter Classic, lo rendono comunque appetibile per un pubblico di giocatori non troppo appassionati, che però, di contro, rischia di non trovare sufficienti novità rispetto al gioco dell'anno scorso per giustificare l'acquisto. I veterani del ghiaccio simulato, invece, potrebbero trovare miglioramenti e rifiniture a sufficienza, anche se non tutti i problemi di NHL 11 sono stati risolti, a cominciare da una modalità GM che conserva ancora troppi limiti – soprattutto nella gestione del mercato – e avrebbe bisogno di essere ribaltata come un calzino e rifatta da cima a fondo.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
NHL 12 si conferma un'ottima simulazione, con però poche novità rispetto all'anno scorso, che oltretutto saranno apprezzate solo dagli appassionati più attenti. Inoltre, alcune modalità di gioco avrebbero bisogno di una bella rinfrescata.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!