Genere
ND
Lingua
Italiano
PEGI
ND
Prezzo
€ 179,98
Data di uscita
25/3/2011

Nintendo 3DS

Nintendo 3DS Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Nintendo
Data di uscita
25/3/2011
Lingua
Italiano
Prezzo
€ 179,98

Hardware

Nintendo 3DS è ancora senza data di uscita e prezzo ma la speranza è che si materializzi nei negozi (per lo meno in quelli giapponesi) entro la fine del 2010.

Multiplayer

Le funzionalità multiplayer di 3DS sono legate all'ormai classica connettività wireless già presente in tutte le varie versioni di DS.

Link

Hands On

[E3 2010] Nella terza dimensione

Nintendo dimostra di saperci ancora stupire.

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

Tre ore in coda, nella calca più rumorosa che potete immaginare, per cinque-minuti-cinque di hands on: sono situazioni come questa che rendono gli eventi come l'E3 un vero esercizio di ginnastica fisica e mentale per cercare di restare lucidi e non impazzire. Se però alla fine del tunnel si schiude il cancello che porta nella nuova dimensione - pardon, nella terza dimensione - del videogioco portatile, allora ogni sofferenza è perdonata. Abbiamo provato buona parte di ciò che Nintendo ha messo a disposizione come "demo" di 3DS e siamo qui per raccontarvi le nostre prime, entusiastiche (ma sì, sbottoniamoci subito) impressioni. Quanti avessero fretta possono anche saltare il prossimo paragrafo e passare oltre.

visita guidata

Premesso che un primo approccio alla console 3D della casa di Mario c'è già stato, il giorno della conferenza in cui ne sono stati svelati aspetto e funzionalità, vale subito la pena di spendere due parole sul tipo di esperienza che Nintendo ha scelto di offrire agli avventurosi pionieri di questo E3 2010, per saggiare le potenzialità di cotanto "mostro" tecnologico: praticamente una serie di minuscoli assaggi, quasi tutti ben poco interattivi, dei titoli in via di sviluppo - o di conversione - che vedremo nel giorno di lancio o giù di lì, quindi presumibilmente quest'anno o all'inizio del 2011, a meno di poco auspicabili ritardi che risulta molto difficile pronosticare in questo momento.
Una scelta comunque spiazzante, quella della casa giapponese, che ha consentito sì di farci un'idea abbastanza chiara di cosa possiamo attenderci in termini di line-up, ma senza poter andare minimamente in profondità per quanto riguarda il gameplay dei titoli nuovi di zecca, vedi Kid Icarus: Uprising, che era presente in forma di filmato non interattivo, e Resident Evil: Revelations, quest'ultimo tanto sorprendente in termini di dettaglio grafico quanto un po' faticoso da osservare, forse per un effetto 3D ancora non ben calibrato nelle scene ricche d'azione e movimenti fulminei.

oltre lo schermo

Il primo gioco con cui siamo riusciti a interagire è stato Pilotwings: Resort (una delle tante sorprese della conferenza E3 di Nintendo), che offriva due modalità: una in cui svolazzare con il proprio aeroplanino cercando di centrare una serie di anelli luminosi sparpagliati per la mappa e un'altra in cui andare a caccia di enormi palloni colorati muovendosi con una specie di jetpack. Il controllo via stick analogico (il cui nome proprio sarebbe "Slide Pad") appare ben calibrato, così come l'effetto 3D, ottimo come in quasi tutte le demo passate davanti ai nostri occhi nel brevissimo tempo a disposizione.
Subito dopo abbiamo messo le mani su Star Fox 64 3D, e qui il giudizio si fa un po' meno entusiasta: il gioco è ormai arcinoto e mostra impietosamente tutti i suoi anni (soprattutto quando vicino girava un filmato di Resident Evil con grafica paragonabile a quella del quarto capitolo per GameCube...), mentre l'effetto 3D non aggiungeva nulla più se non un po' di "malsana" confusione a un gameplay che richiede invece parecchia concentrazione. Ciò non toglie che, probabilmente, giocato con più calma e dedizione, anche il buon vecchio Star Fox 64 possa dire la sua nel catalogo di 3DS.

kart, cani e sottomarini

Portare un gioco interamente bidimensionale come Steel Diver alla presentazione di una console 3D può sembrare un controsenso bello e buono, ma dobbiamo ammettere che questo simulatore di sottomarino ha subito catturato la nostra attenzione - sottraendo tempo prezioso alla durata complessiva della sessione di prova della console, che non sapevamo sarebbe durata solo una manciata di minuti. L'effetto tridimensionale, in questo caso, sta tutto nella profondità dello scenario che possiamo osservare dietro il sottomarino, che si muove invece rigorosamente sui due assi: lo scopo è quello di arrivare alla fine del livello evitando gli scontri con gli scogli e con le bombe lanciate dagli incrociatori nemici, silurando eventualmente le mine che dovessero intralciare il percorso.
L'ultimo titolo giocabile con cui ci siamo confrontati è stato invece Nintendogs + Cats, cioè la conversione del mostruoso successo casual firmato Miyamoto, dotato dell'ovvio e convincente effetto 3D che rende ancora più vivi e adorabili i nostri amici a quattro zampe, sempre desiderosi di giocare con il frisbee e di farsi accarezzare. Nulla da obiettare, ovviamente, sulla scelta di Nintendo di convertire per 3DS uno dei suoi blockbuster del recente passato, provando magari a venderlo di nuovo a chi ha già l'originale ma, allo stesso tempo, dubitiamo che qualcuno possa ancora considerarlo una "killer application".

guardare ma non toccare

Ribadendo che non siamo riusciti a provare tutto quanto era presente nel "recinto" sopraelevato di 3DS, per via di tempi strettissimi e inflessibili addetti alla sicurezza, chiudiamo questo nostro breve viaggio nel mondo della stereoscopia portatile accennando a un paio di "tech-demo" che consentivano di ruotare leggermente la telecamera all'interno di un percorso guidato privo di qualunque elemento interattivo, ovvero Mario Kart e Metal Gear Solid Snake Eater 3D: del primo c'è ben poco da dire se non che promette già benissimo per quanto riguarda i giochi di guida su 3DS, dal momento che la terza dimensione aggiunge non poco al coinvolgimento e all'esperienza di gioco nel suo complesso; del secondo vorremmo invece rimarcare l'ottima fluidità, per quanto non si trattasse di una demo di gameplay ma solo di una breve "carrellata" all'interno della fitta vegetazione che fa da sfondo all'ormai classica azione stealth del titolo originale. Anche in questo caso, come nel filmato di Resident Evil, l'impressione di un doppio salto generazionale in termini di dettaglio grafico, rispetto al vecchio DS, è fortissima.

foto 2.0

Esaltati dalla nostra prima esperienza nel mondo dei giochi in 3D "senza occhiali" quasi ci dimenticavamo di accennare al fatto che 3DS è anche in grado di scattare foto in modalità stereoscopica, grazie ai due obiettivi sul guscio esterno della console, e di visualizzarle ovviamente in 3D nello schermo superiore. Quando si opta per questa applicazione lo schermo inferiore ospita uno slider che consente di regolare l'ampiezza dell'effetto stereoscopico, e adattarlo così perfettamente al risultato che vogliamo ottenere nella foto. Il risultato, anche a costo di sembrare un po' eccessivi, è quasi sconvolgente. A meno che, contro ogni previsione, si riveli un entusiasmo di breve durata, la nostra impressione odierna è quella di non poter più fare a meno delle foto 3D dopo averne apprezzato la dirompente novità rispetto alle foto tradizionali. La nostra fida reflex digitale inizia a guardarci in cagnesco... non vorremo mica abbandonarla così presto?


Commenti

  1. zubermen

     
    #1
    Mi sta venendo voglia di comprare la mia prima console Nintendo...
  2. japu

     
    #2
    E' già stata fatta un'ipotesi sul prezzo della console e dei giochi? Guardando il primo modello di nintendo DS era facile supporre un futuro restyle (versione lite), maneggiando questo 3DS avete avuto questa impressione o è difficile fare di meglio?
  3. MacLucio

     
    #3
    Nintendo, ESIGIAMO una data europea e un prezzo! ORA! :D
  4. Dna

     
    #4
    beh il restyle ci sarà sicuramente prima o poi...c'è da dire che almeno qui non si parte dal fondo del ds ciccio o dalle mancanze del gba senza retroilluminazione...

    alla fine è lo stesso form factor del lite, più o meno...io non vedo l'ora di provarlo dal vivo!!!
  5. RikuX7

     
    #5
    Io la prendo sicuro, indipendentemente dal prezzo.
  6. darcito

    #6
    il ds e stata la console portatile che ha avuto piu successo merita acquisto il suo sucessore.
  7. Gaara80

     
    #7
    darcito ha scritto:
    il ds e stata la console portatile che ha avuto piu successo merita acquisto il suo sucessore.
     Quotazzo
  8. Kimahri

     
    #8
    Hem... forse mi sono perso un punto fondamentale.. ma questo 3D del Ds com'è??? Ho letto che non è un 3D con effetti che "escono" ma che aumenta la profondità  "in dentro" non so se mi spiego... nell'articolo non se ne parla...
    Oppure varia in base ai giochi?
  9. babalot

     
    #9
    Kimahri ha scritto:
    Hem... forse mi sono perso un punto fondamentale.. ma questo 3D del Ds com'è??? Ho letto che non è un 3D con effetti che "escono" ma che aumenta la profondità  "in dentro" non so se mi spiego... nell'articolo non se ne parla...
    Oppure varia in base ai giochi?
     no, dunque, diciamo cosi': non ti aspettare una roba tipo ologrammi che escono dallo schermo, ma nemmeno quell'effetto "acquario" ottenibile adesso con DSi e iPhone. Le figure in primo piano si staccano a un livello che definirei di "bassorilievo" ma, ovviamente, l'effetto predominante rimane quello della profondita', soprattutto in giochi come Pilotwings e Star Fox - dove sei sempre "avanti" con lo sguardo. rimane cmq un'esperienza difficile da spiegare a parole se non si ha la console in mano.
    .
    se non si fosse capito, dall'articolo, io sono rimasto mediamente sconvolto, al punto che ogni volta che disattivavo l'effetto 3D con l'apposito slider mi sembrava di tornare indietro di mille anni. poi, capiamoci, i giochi restano quelli che ho descritto, non e' che si giochino diversamente. ma il modo in cui il nostro cervello interpreta quello che vede a schermo e' completamente diverso. e' un salto generazionale, credo di poterlo dire con una certa sicurezza. secondo me, indietro non si torna.
  10. link900

     
    #10
    babalot ha scritto:
    no, dunque, diciamo cosi': non ti aspettare una roba tipo ologrammi che escono dallo schermo, ma nemmeno quell'effetto "acquario" ottenibile adesso con DSi e iPhone. Le figure in primo piano si staccano a un livello che definirei di "bassorilievo" ma, ovviamente, l'effetto predominante rimane quello della profondita', soprattutto in giochi come Pilotwings e Star Fox - dove sei sempre "avanti" con lo sguardo. rimane cmq un'esperienza difficile da spiegare a parole se non si ha la console in mano.
    .
    se non si fosse capito, dall'articolo, io sono rimasto mediamente sconvolto, al punto che ogni volta che disattivavo l'effetto 3D con l'apposito slider mi sembrava di tornare indietro di mille anni. poi, capiamoci, i giochi restano quelli che ho descritto, non e' che si giochino diversamente. ma il modo in cui il nostro cervello interpreta quello che vede a schermo e' completamente diverso. e' un salto generazionale, credo di poterlo dire con una certa sicurezza. secondo me, indietro non si torna.
      Con queste parole hai fatto aumentare la quantità di scimmie in camera.. ormai non mi bastano più le banane devo chiamare DK :))!
Continua sul forum (58)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!