Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Nintendo

Nintendo Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Nintendo
Distributore Italiano
Nintendo Italia

Link

Speciale

5 giochi sotto l'albero - WiiU

I nostri consigli per i regali di natale a tema WiiU

di Claudio Magistrelli, pubblicato il

Uno non ci pensa, che poi anche non pensarci è complicato con le luminarie sui balconi che illuminano la notte già da Ferragosto, ma il Natale è proprio dietro l'angolo. D'altra parte, come ci ha insegnato quel vecchio saggio del Renato, il Natale quando arriva arriva. Uno non ci può far nulla, al massimo farsi trovare preparato e comprare i regali prima che mandrie di genitori, zii e nonni si riversino nelle corsie dei grandi magazzini pronti a tutto per strapparvi dalle mani un qualunque ninnolo possa finire in una confezione regalo a caso.

Ma se state leggendo queste pagine evidentemente non fate parte del club dei furbi e vi ritrovate con i giorni che scivolano come gatti sui parabrezza congelati e un bisogno disperato di idee come una qualunque saga videoludica dopo il primo capitolo. Dunque bando alle polemiche che non è periodo, ce lo dicono anche le reclame, e andiamo a vedere quali sono le idee regalo ideali per chi ha una WiiU.

PER INIZIARE: UN (UNA?!) WIIU

No, non vi stiamo prendendo in giro. Ma siamo realisti, i dati di vendita non mentono. Di WiiU in giro ce ne sono poche (e da ora in poi la chiamiamo al femminile, ok?). Le probabilità che il destinatario del vostro regalo ne possegga una sono bassine. Certo c'è da tenere in considerazione quel piccolo dettaglio del prezzo di listino, in pratica rimasto immobile dal giorno del lancio, imperturbabile di fronte alla scarsa considerazione del mercato e ormai sostanzialmente pari a quello di una PS4/One. Ma Natale non è solo consumismo, suvvia... è anche auto-consumismo! E allora crepi l'avarizia e portatevi a casa la console in commercio col migliore rapporto tra uscite e capolavori, pericolosamente vicino al 1:1. Solo con tutto il ben di dio che c'è da recuperare arrivate in tranquillità al prossimo natale senza nemmeno un attimo di pausa per riportare in cantina il presepe.

YOSHI'S WOOLY WORLD

Yoshi è carino, tenerino, tutto di lana, ha l'amiibo più bello di tutti e sembra il regalo di Natale perfetto per il vostro nipotino che va alle elementari. Almeno finché Pier Ambrogino (o comunque si chiami il vostro nipotino) non vi chiederà di raccogliere per lui tutti i gomitoli di quel livello nel secondo mondo che proprio non gli riesce di trovare. Lì avete due soluzioni: ammettere di essere di fronte a un platform geniale e portarvi via console e disco per giocarci per tutte le feste, oppure inventarvi una scusa qualunque, tipo aiutare zio Agrippino (famiglia strana, eh...) ad alzarsi dalla sedia dopo l'abbuffata e dimenticare una simile magnificenza. No, tornando seri un attimo, non stiamo scherzando: Yoshi's Wooly World è una concentrazione di game design come non capitava da decenni, anche se la cosa pare essere sfuggita a molti. Nintendo ha sfornato per ogni singolo livello un'idea di design pazzesca, roba con cui uno studio di livello ci costruirebbe un intero gioco (o una saga da cinque sei capitoli nel caso di... no, ok, è natale, è vero...). E qui ne abbiamo una cinquantina. Se non vale la pena comprarsi WiiU solo per lui...

SPLATOON

Galbani faceva le cose per bene, Nintendo invece le fa a suo modo. Ogni tanto è un modo un po' strano e nemmeno noi a volte lo capiamo fino in mondo. Con Splatoon l'amore ci ha messo un po' a sbocciare. All'inizio quell'atteggiamento da paternalistico, da papà apprensivo che porta il figlioletto per mano nel mondo dei third person shooter ci aveva lasciato un po' così, come quando lo zio vi invia un meme del 1997 su whatsapp credendosi spiritosissimo. Poi la tutela con cui Nintendo ha cullato il suo nuovo pargolo ci ha sedotto. Splatoon prende il TPS e lo adatta alla concezione del videogioco di Nintendo, ripulendolo quasi completamente della violenza a colpi di vernice colorata. Il risultato è una ventata d'aria fresca nel genere, un'esplosione di colore che Nintendo aggiorna con frequenza commovente, coccolando al community con eventi a tema e ricompense. Oggi Nintendo si è ampiamente fatta perdonare l'apprensione che l'ha guidata nel limitare i contenuti iniziali di Splatoon portando il supporto post-lancio in territori inesplorati nel panorama console., con aggiornamenti e aggiunte che non accennano a diminuire.

XENOBLADE CHRONICLES X

Durante le vacanze avete tanto tempo? Ore e ore da spendere nell'accogliente tepore di casa, col pigiamone infeltrito sotto il plaid e il tè caldo sul tavolino? Quale migliore compagno di ozio di un JRPG che è semplicemente destinato a riscrivere dalle fondamenta il vostro concetto di open world? L'attentato alla (tediosa?) visione occidentale del free roaming iniziato quest'anno da Kojima in MGS V culmina infine in Xenoblade Chronicles X. Anche mettendo da parte la componente RPG, già l'esplorazione da sola costituisce un motivo più che valido per perdere le chiavi di casa fin dopo la befana. Per capirci, tra cercare un pomeriggio a nerdare sul divano cercando di capire come sia possibile raggiungere quella cascata che si intravede sullo sfondo e uscire di casa per ritrovarsi tra una selva di parenti logorroici o in mezzo a maniaci dello shopping noi non avremmo alcuna esitazione. Ma la componente RPG non può rimanere da parte troppo a lungo: solo per mettere le vostre manine paciugose sui robottoni che si vedono nel trailer volano via le prime trenta ore di gioco. Abbondanti. Insomma, natale potrebbe già essere troppo tardi: non vorremmo farvi fretta, ma per non rischiare inizieremmo a giocare a Xenoblade Chronicles X già domani. Anzi, perché rimandare, meglio oggi. Facciamo anche ieri.

DISNEY INFINITY 3.0

Forse non lo sapete. Magari... no, inutile provare, non ci viene in mente nessuna buona ragione per cui possiate essere arrivati vivi a dicembre senza sapere che il 16 uscirà nei cinema Il risveglio della Forza, settimo capitolo della saga di Star Wars. Dunque lo sapete per forza (gioco di parole non voluto? NdR), e come ingannare l'attesa se non riempendovi la casa delle statuine di Star Wars che accompagnano Disney Infinity 3.0? Ci sono tutti: i personaggi della trilogia originale, quelli degli altri film che hanno fatto dopo (ma possiamo anche far finta che non esistano), e anche quelli delle serie animate. Non vorrete mica lasciare i vostri amiibo da soli, vero?!

MARIO MAKER

Quando non si sa cosa regalare a un bambino di solito si finisce su un grande classico: un gioco di costruzioni. Playmobile o LEGO a seconda dell'età, solitamente. Quest'anno invece potreste regalare un bel gioco di costruzioni e investire sul futuro professionale del bimbo che state tutelando con Mario Maker. Sia mai che dopo aver smanacciato col potente e versatile editor proposto da Nintendo il pargolo possa scoprire di avere il talento per proporsi come il prossimo Miyamoto. E magari ricordarsi di voi quando sarà diventato ricco sfacciato. Alla peggio, se il pupo si rivelasse scarsamente dotato come tutti i bambini normali della sua età potrà sempre divertirsi con le centinaia di ottimi livelli scaricabili online. Sempre che non gli strappiate voi il GamePad di mano, ma se siete brutte persone non è colpa dei bambini.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!