Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Nokia N-Gage

Aggiungi alla collezione

Hardware

N-Gage sarà venduto in dotazione con una batteria BL-5C Li-Ion, CD-Rom con software per PC e Machintosh, cavetti USB, ADA-2, ADE-3, carica-batterie, cuffie stereo e adattore wireless BlueTooth. Al momento non è nota la presenza di un blocco territoriale sulle cartucce di gioco.

Multiplayer

N-Gage è una console strettamente orientata alle funzioni multiplayer: tramite connessione wireless BlueTooth sarà infatti possibile giocare con uno o più amici con molti dei titoli annunciati. Sfidarsi così con titoli come Virtua Tennis, Red Faction o Moto GP sarà possibile senza l'utilizzo dei classici cavetti di collegamento.
Speciale

Arriva N-Gage

E' un telefono? E' un lettore di file MP3? E' una console portatile per videogame? Si, N-Gage è tutto questo e anche qualche cosa in più. L'ambizioso progetto di Nokia sta per affacciarsi sul mercato europeo portando con sé promesse, interrogativi e un carico di videogame fatto di qualche novità e tante vecchie conoscenze. Il futuro del divertimento portatile sta arrivando?

di Stefano Castelli, pubblicato il

L'audio di N-Gage è prodotto direttamente dalla CPU, senza utilizzare dunque un chip dedicato: Nokia tende molto a sottolineare le buone qualità di output sonoro della console, specialmente se fruite tramite una coppia di auricolari stereo. N-Gage è alimentato da una batteria BL-5C Li-Ion che dovrebbe garantire un'autonomia molto elevata. In particolare, Nokia riferisce che un "pieno" della batteria consentirà fino a duecento ore di stand-by, quattro ore di telefonata, otto ore di ascolto di file MP3 e circa sei ore di gioco.
La console è inoltre collegabile a un PC tramite un cavo USB: questo acquista particolare rilevanza se consideriamo le capacità della console di riprodurre file musicali MP3 o AAC (con grande gioia delle società discografiche) e soprattutto la sua compatibilità con applicazioni scritte in Java. Confermata la presenza di un sistema di vibrazioni nella console, che però verrà unicamente limitato alle sue funzioni di telefono cellulare e non presente dunque nei giochi: una scelta probabilmente dettata dalla necessità di far durare più a lungo le pile.

IL SUPPORTO

Senza giochi di richiamo una console non va di certo da nessuna parte. L'hanno imparato a loro spese grandi nomi del passato come Atari, Commodore e Panasonic e la lezione sembra essersi inculcata ben bene nel cervello di Nokia, a giudicare dalla lineup iniziale di titoli che accompagnerà N-Gage al suo debutto. Sul fronte degli sviluppatori occidentali, Nokia ha attirato le attenzioni di Eidos, Ubisoft e THQ riuscendo così a presentare titoli del calibro di Tomb Raider, Rayman 3 e Moto GP al lancio della console. Non sono solamente le software house occidentali la fonte di giochi di N-Gage: dal lontano oriente troviamo infatti schierati in prima linea con la console due marchi storici come Sega e Taito. Sega in particolare sembra aver abbracciato la causa di N-Gage con una certa convinzione, proponendo sia brand storici come Sonic o Puyo Puyo, sia conversioni di titoli più recenti come Virtua Tennis e Super Monkey Ball.
Il risultato è un primo gruppo di giochi che formano una lineup piuttosto completa e vasta, cui la stessa Nokia sembra voler contribuire sviluppando titoli esclusivi: è il caso per esempio di Pathaway To Glory, videogioco sviluppato "in casa" da Nokia e ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, particolarmente orientato al multiplayer. Aspetto importantissimo dell'offerta ludica di N-Gage riguarda sicuramente la connettività wireless della console: titoli come Red Faction, Moto GP o Virtua Tennis offriranno infatti la possibilità di giocare in multiplayer con gli amici sfruttando il trasmettitore in dotazione con N-Gage e imbastendo così sfide libere dalla vecchia tirannìa dei cavetti.
Sebbene inizialmente la lineup sia indubbiamente ricca (come potete verificare dalla lista dei titoli di lancio) e le prospettive rosee è ancora da chiarire come e quanto le software house supporteranno ulteriormente la console: il crescente interesse verso N-Gage delle software house (confermato, per esempio, dal recente annuncio di nuovi titoli in lavorazione presso Electronic Arts) dovrebbe presagire un futuro brillante per la console, ma questa domanda verrà probabilmente soddisfatta solo in seguito al debutto di N-Gage e alla comparsa dei primi dati di vendita della console stessa.
Per quanto concerne il software non-giocoso, N-Gage verrà venduta in bundle con un CD-Rom contenente numerose applicazioni per PC o Machintosh e non è escluso l'arrivo di ulteriore software ufficiale Nokia nei mesi a venire: in ogni caso la grande compatibilità di N-Gage verso software scritto in Java (aspetto che rende la console maggiormente simile a un palmare, considerando anche le possibilità multitasking offerte dall'interfaccia Series 60 implementata) non dovrebbe far mancare programmi e utility agli utenti più smaliziati.
Al momento resta sconosciuto l'esatto prezzo di vendita della console in Italia, sebbene qualche considerazione possa essere fatta sui prezzi ufficialmente già noti per Stati Uniti (299 Dollari) e Inghilterra (229 Sterline): entrambe le cifre lasciano intendere per N-Gage una fascia di prezzo che dovrebbe tradursi in circa trecento dei nostri Euro. Una cifra che pare certamente esosa in un paragone diretto col prezzo di un Game Boy Advance e che si allinea con le tariffe di vendita dei cellulari di fascia medio-alta. E' però concettualmente errato impostare un parallelo tra il prezzo di un Game Boy Advance e quello di un N-Gage: le due console sono concettualmente differenti ed offrono rispettivamente una sola applicazione videoludica a fronte di una gamma di funzioni che spaziano dall'utilizzo come telefono cellulare a lettore MP3. Insomma, il probabile acquirente ideale di N-Gage non è solamente interessato al videogioco di per sé, ma punta probabilmente a sfruttare l'altissimo numero di differenti possibilità che una soluzione integrata come N-Gage offre. Differente gamma di prezzi per i giochi, che dovrebbero variare secondo alcune fonti dai 20 ai 45 Euro ciascuno, rimamendo in linea generale con i prezzi del software per Game Boy Advance. Non rimane che attendere il prossimo 7 ottobre 2003 per provare con mano la nuova console di Nokia e osservare come reagirà il mercato dei videogame e delle nuove tecnologie all'arrivo di questo nuovo, singolare e versatile inquilino.