Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Nvidia

Nvidia Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
NVIDIA

Lati Positivi

  • Prodotto affidabile e di qualità
  • Per vedere i videogiochi in una prospettiva totalmente nuova
  • Imperdibile per gli appassionati di tecnologia "high-end" su PC e coloro che sono stati rapiti dai film "tridimensionali"

Lati Negativi

  • Oltre al GeForce 3D Vision, necessario un monitor a 120hz, oltre a una scheda grafica NVIDIA preferibilmente di fascia alta
  • Al momento non esistono o quasi titoli nativamente programmati in stereoscopico, per cui la conversione via driver spesso porta con sé alcuni difetti grafici
  • Affaticamento addizionale di una sessione di gioco stereoscopica rispetto a quelle tradizionali

Hardware

I requisiti minimi parlano di Windows Vista o 7 (sia 32 che 64 bit andranno bene), CPU Intel Core 2 Duo o AMD Athlon X2, 1 GB di memoria RAM di sistema, GPU GeForce 8800GT, il kit 3D Vision recensito in questo articolo e ovviamente un monitor compatibile con velocità di aggiornamento a 120 hz.

Link

Recensione

NVIDIA GeForce 3D Vision

La terza dimensione secondo la storica casa statunitense.

di Alessio Palumbo, pubblicato il

A parte i problemi specifici legati alla grafica del gioco che viene “forzata” in stereoscopia, un altro ostacolo è sovente costituito dall’interfaccia bidimensionale che molti giochi adottano: le scritte finiscono col sovrapporsi al piano tridimensionale, complicando la leggibilità delle stesse e, inevitabilmente, distraendo da quella sensazione del tutto nuova che dovrebbe essere trasmessa dalla stereoscopia.
I giochi più adatti per apprezzare l’ambiente tridimensionale (o meglio, l’illusione di esso) sono indubbiamente quelli con ambientazione notturna o comunque con uno stile grafico in cui prevale la colorazione scura: non a caso, uno fra i migliori è sicuramente Left 4 Dead di Valve, in cui la costante ambientazione ”al chiaro di luna” riesce a mascherare molti dei difetti tipici della stereoscopia, restituendo un’esperienza estremamente coinvolgente. Anche il recente Dragon Age di Bioware, che spesso porta gli avventurieri guidati dal giocatore in caverne e catacombe, si adatta in modo eccellente al 3D Vision, dando l’impressione di un vivido mondo fantasy proprio al di là dello schermo.

Ma quanto mi costi?

Purtroppo, ci sono almeno altri due ostacoli che l’utente interessato al kit 3D Vision dovrà decidere se superare: il primo è rappresentato dalla richiesta praticamente doppia in termini di potenza hardware. Come abbiamo spiegato, effettivamente alla GPU viene chiesta una doppia elaborazione della stessa immagine, che equivale all’elaborazione di due immagini. Questo si traduce nella necessità di avere una configurazione e soprattutto una scheda video potenti, a meno di non essere costretti a sacrificare la qualità grafica intrinseca dei titoli.
NVIDIA consiglia l’utilizzo almeno di una GeForce GTX 260, ma nella pratica abbiamo visto che per ottenere risultati soddisfacenti con una vasta gamma di titoli la GTX 275 è una base di partenza più solida. Tuttavia, volendo sfruttare fino in fondo le caratteristiche esclusive pubblicizzate in lungo e in largo da NVIDIA, aggiungendo quindi al 3D Vision l’abilitazione della tecnologia PhysX nei giochi che la supportano, magari alla risoluzione Full HD con i filtri (antialiasing, anisotropico) attivati e tutte le altre impostazioni al massimo, la spesa per la scheda video sarà ben maggiore: l’utente dovrebbe orientarsi sulle nuove schede Fermi, GTX 470 e GTX 480, al momento tutt’altro che economiche ma in grado di garantire, soprattutto nel caso dell’attuale “regina” della lineup NVIDIA, prestazioni sufficienti per supportare tutte queste feature contemporaneamente anche nel prossimo futuro.
L’ultima nota riscontrata nelle nostre prove riguarda l’affaticamento provocato dall’uso prolungato degli occhiali. Indubbiamente si tratta di un aspetto che si presenta maggiormente nelle prime fasi di utilizzo, cosicché l’utente potrà abituarvisi in modo graduale. Eppure, ci è sembrato che, anche dopo decine di ore di gioco alle spalle, una sessione di gioco stereoscopica fosse comunque più affaticante e dispendiosa (in termini di concentrazione richiesta) rispetto a quelle bidimensionali cui siamo abituati da tempo. Intendiamoci, non si tratta di niente di particolarmente grave, ma ci mettiamo nei panni di coloro, probabilmente la maggioranza dei giocatori, che non vogliono altro che rilassarsi con un videogioco dopo una giornata lavorativa faticosa: magari con la stereoscopia l’esperienza è più emozionante, ma ne vale la pena se poi si va a letto con mal di testa o un certo fastidio agli occhi?

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
In definitiva, il kit GeForce 3D Vision si presta a molteplici valutazioni. Innanzitutto, bisogna dire che si tratta del primo passo concreto di uno dei cosiddetti “giganti” del mercato hardware verso la stereoscopia: in questo NVIDIA si è dimostrata lungimirante, poiché di lì a pochi mesi anche Sony avrebbe annunciato il proprio impegno in questo senso, sia con una nuova linea di televisori che con l’aggiornamento al firmware della PlayStation 3 di cui si parla proprio in questi giorni. Non solo: anche la piattaforma satellitare Sky UK ha recentemente lanciato un canale interamente in 3D, sul quale poche settimane fa si è visto il primo match calcistico (Manchester United – Chelsea) proiettato in stereoscopia, e questo è solo l’inizio. L’importanza del kit, prodotto completo e riuscito in molti dei suoi aspetti ma ancora di nicchia per gli esosi requisiti di cui parlavamo nell’articolo, va quindi ben oltre: se ora sarà appannaggio di pochi, avventurosi videogiocatori disposti a pagare abbastanza per il set 3D (monitor più occhiali) e probabilmente per una scheda video di fascia alta, è comunque facile intuire che la stereoscopia è il futuro non solo dei videogiochi, ma di tutto l'entertainment "elettronico". Un futuro in cui NVIDIA avrà il notevole vantaggio di partire da una base consolidata rispetto alla concorrenza (ATI su tutti, tanto per cambiare) in ambito PC, sia dal punto di vista hardware che, soprattutto, da quello software, essendo il lato driver fondamentale per la conversione in stereoscopia dei giochi, come spiegato in precedenza. Insomma, la corsa verso la terza dimensione è appena iniziata e NVIDIA è già in fuga.

Commenti

  1. ECC

     
    #1
    Solo un dubbio mi e' rimasto: gli occhiali nVidia sono compatibili con quelli dei televisori 3D della Samsung? Potro' giocare collegando il PC al TV?
    Visto che e' il primo post mi sembra doveroso salutare tutti quandi... dal prossimo non vi tediero' piu' :)
    CIAO A TUTTI

    [Modificato da ECC il 07/05/2010 08:32]

  2. Danath

     
    #2
    Ciao ECC! Chiariamo subito un equivoco: il kit NVIDIA GeForce 3D Vision è fatto per funzionare sotto ambiente PC (più precisamente sotto un sistema operativo recente basato su Windows), quindi questo è il target della casa madre. Se hai uno dei rarissimi televisori 3D compatibili, ovvero a 120hz, allora potrai collegare il tuo PC ad esso (via cavo HDMI, se ce l'ha) e gestirlo direttamente dalla televisione, come fanno non pochi utenti ormai.

    Spero di essere stato chiaro!
  3. mikeb87

     
    #3
    Già ho i miei di occhiali da portare...ora mi vogliono far credere che è tutto più bello se me ne metto sopra un altro paio... Spero che la tecnologia 3d vada oltre perchè quella odierna per me può attendere all'infinito
  4. Danath

     
    #4
    mikeb87 ha scritto:
    Già ho i miei di occhiali da portare...ora mi vogliono far credere che è tutto più bello se me ne metto sopra un altro paio... Spero che la tecnologia 3d vada oltre perchè quella odierna per me può attendere all'infinito
    Sicuramente questo è solo l'inizio, ma è naturale che sia così. Comunque, alcune case si stanno attrezzando per produrre TV LCD autostereoscopici, per così dire, senza bisogno di occhiali....Ma ci vorrà tempo, per ora la "norma" è costituita dagli occhiali e giusto per tornare al tuo problema, almeno a quello NVIDIA ha pensato: come ho scritto nella recensione, quelli del kit 3D Vision si possono indossare senza troppi problemi insieme agli occhiali da vista.

    [Modificato da Danath il 07/05/2010 13:05]

  5. cbm-amiga

     
    #5
    Una gran bella recensione, Danath! Corposa ed esaustiva, complimenti! :approved:
    Per quanto mi riguarda, non sono minimamente interessato a questa tecnologia, visti i costi poi...scaffale! :sbam:
  6. Danath

     
    #6
    cbm-amiga ha scritto:
    Una gran bella recensione, Danath! Corposa ed esaustiva, complimenti! :approved:
    Per quanto mi riguarda, non sono minimamente interessato a questa tecnologia, visti i costi poi...scaffale! :sbam:
    Grazie mille! Beh, sicuramente i costi sono una bella barriera al momento...Ma lo sono sempre, quando si tratta di una nuova tecnologia. Sicuramente in un paio d'anni sarà molto più accessibile.
    P.S.: bell'avatar :DD
  7. cbm-amiga

     
    #7
    Danath ha scritto:
    Grazie mille! Beh, sicuramente i costi sono una bella barriera al momento...Ma lo sono sempre, quando si tratta di una nuova tecnologia. Sicuramente in un paio d'anni sarà molto più accessibile.
    P.S.: bell'avatar :DD
     Grazie per l'avatar! :approved:
    I costi ora sono ovviamente alti, però proprio non vedo la necessità di usare questa tecnologia, che come hai ben scritto causa addirittura alcuni problemi di "salute"; IMHO tecnicamente siamo ormai ad un livello altissimo, preferirei concentrare gli sviluppi su IA finalmente realistiche o su un uso migliore delle leggi della fisica. Poi, ovvio che Nvidia, essendo un produttore di schede video, cerchi profitto con nuovi progetti nel suo campo d'appartenenza; dico solo che IMHO il 3d non migliora l'esperienza ludica, che va ricercata altrove...
  8. Danath

     
    #8
    cbm-amiga ha scritto:
    Grazie per l'avatar! :approved:
    I costi ora sono ovviamente alti, però proprio non vedo la necessità di usare questa tecnologia, che come hai ben scritto causa addirittura alcuni problemi di "salute"; IMHO tecnicamente siamo ormai ad un livello altissimo, preferirei concentrare gli sviluppi su IA finalmente realistiche o su un uso migliore delle leggi della fisica. Poi, ovvio che Nvidia, essendo un produttore di schede video, cerchi profitto con nuovi progetti nel suo campo d'appartenenza; dico solo che IMHO il 3d non migliora l'esperienza ludica, che va ricercata altrove...
    Beh, oddio: problemi di salute non arriverei a dirlo. Come ho detto, l'uso degli occhiali porta un affaticamento in più che potrebbe essere deleterio per alcuni, ma sicuramente non distrarrà troppo altri giocatori.
    Prima di parlare di "problemi di salute", bisognerebbe che fior di medici conducessero ricerche in merito, e comunque difficilmente sarebbe conclusive nel giro di pochi anni.
    La stereoscopia o in generale il 3D può sicuramente dare una marcia in più all'esperienza ludica, questo te lo garantisco soprattutto in chiave futura, ma al momento è qualcosa che costa molto e comunque non è esente da difetti, anzi (sforzo fisico in più, difetti da conversione via driver dei giochi 2D in 3D) ;)
    Più o meno è questa la "summa" del mio pensiero, come credo emerga anche dalla recensione.
  9. Origami

     
    #9
    io 1-2 anni fa ero un estimatore del 3d, ma ultimamnete mi ha preso un pò alle scatole..... dopo le prime volte l'effetto 3d perde la novità e si mostra come qualcosa di speciale, ti affatica cmq di piu gli occhi e implementarlo a casa è costosetto. comincio ad avere dei dubbi sul suo successo futuro, almeno come tecnologia di massa....
  10. cbm-amiga

     
    #10
    Danath ha scritto:
    Beh, oddio: problemi di salute non arriverei a dirlo. Come ho detto, l'uso degli occhiali porta un affaticamento in più che potrebbe essere deleterio per alcuni, ma sicuramente non distrarrà troppo altri giocatori.
    Prima di parlare di "problemi di salute", bisognerebbe che fior di medici conducessero ricerche in merito, e comunque difficilmente sarebbe conclusive nel giro di pochi anni.
    La stereoscopia o in generale il 3D può sicuramente dare una marcia in più all'esperienza ludica, questo te lo garantisco soprattutto in chiave futura, ma al momento è qualcosa che costa molto e comunque non è esente da difetti, anzi (sforzo fisico in più, difetti da conversione via driver dei giochi 2D in 3D) ;)
    Più o meno è questa la "summa" del mio pensiero, come credo emerga anche dalla recensione.
     Ho calcato troppo la mano io, scrivendo "problemi di salute", pardon...:*)
Continua sul forum (13)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!