Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
7+
Prezzo
49,99
Data di uscita
31/3/2006

OutRun 2006: Coast 2 Coast

OutRun 2006: Coast 2 Coast Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sega
Genere
Guida
PEGI
7+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
31/3/2006
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
8
Prezzo
49,99

Lati Positivi

  • Veloce e senza pensieri, come OutRun comanda
  • Insostituibile colonna sonora
  • Include OutRun 2SP e tante modalità di gioco
  • Multiplayer wireless e online

Lati Negativi

  • Cali di frame rate evidenti
  • Sporadici problemi con le collisioni a bordo pista

Hardware

Per sfrecciare sulle strade di OutRun avrete bisogno di una PSP e una confezione originale del gioco. È possibile interfacciarsi con PlayStation 2, tramite l'apposito cavo USB, per sbloccare nuovi bonus e colonne sonore.

Multiplayer

È possibile organizzare sfide multiplayer, sino a un massimo di sei giocatori, tanto in wireless locale quanto in modalità online, attraverso un apposita interfaccia di controllo per la gestione di numerosi parametri di gioco.

Link

Recensione

Da Palm Beach a Milky Way

Dal 1986 in poi OutRun è sinonimo di velocità e divertimento.

di Andrea Focacci, pubblicato il

Passing Breeze dipana la sua melodia fatta di piccole spire di vento che si rincorrono su se stesse, mentre il finestrino aperto lascia filtrare quella brezza che odora di salsedine e la spuma del mare estivo si getta, incurante del pericolo, sui riflessi di un parabrezza che sembra pensare a nulla, se non a correre il più possibile. Verso qualcosa. Verso qualcuno.
Esistono cose che passano di moda, altre che non baratteresti mai nemmeno di fronte al più luccicante dei tesori: OutRun è una di queste, uno di quei classici che sanno d'estate e per cui il tempo non sembra applicare le stesse regole riservate ad altri. C'è chi gioca ancora alla prima versione del titolo Sega, chi entra in una sala giochi e spera ancora di scorgere la sagoma del cabinato, magari riuscendovi. OutRun 2006: Coast 2 Coast è l'irrinunciabile tributo che ogni fan del racing arcade non dovrebbe lasciarsi sfuggire per nessun motivo, soprattutto nella sua versione PSP perché, cali di frame a parte, è quella che riesce a catturare al meglio lo spirito nostalgico che deve necessariamente pervadere l'animo di chi lo gioca: un doverso restyling grafico fatto di poligoni e texture, ma lontano dagli eccessi autocelebrativi di console che prima parlano con la forza bruta e poi con il cuore.
OutRun 2006: Coast 2 Coast per PSP è la giusta via di mezzo che cattura e contestualizza lo spirito originale del primo episodio adattandolo alle esigenze tecniche della prima decade del nuovo secolo, una rappresentazione che va oltre la conversione all'acqua di rose di OutRun 2 (proposta due anni fa su Xbox) e aggiunge nuove modalità, decine di bonus, l'intero apparato dell'ottimo OutRun 2 SP (prima di oggi prerogativa delle sale giochi) e una modalità multiplayer online che è tanta manna dal cielo.

CAPRICCI DI UNA SCONOSCIUTA

C'è un "Coast to Coast" da portare a termine, una lunga quanto rapida traversata a bivi che culmina in brevi filmati tanto autocelebrativi quanto ironici. Ci sono i capricci di una bella biondona mozzafiato da accontentare, desiderosa di velocità, sorpassi, acrobazie folli e prove di abilità: richieste che si infittiscono macinando chilometri, diventano sempre più bizzarre (coni da abbattere, fantasmi da catturare, auto da buttare fuori strada) ma la ricompensa è l'amore, e allora come si fa a dire di no? E lo sbandieratore dove lo mettiamo? Un rapporto silenzioso con l'apripista di tante avventure che si è instaurato sin dal primo episodio, per diventare più interattivo con questa ultima versione del gioco. E poi c'è il già menzionato OutRun 2 SP, con le sue ambientazioni tipicamente americaneggianti: da Sunny Beach alla contemplativa Milky Way, con un cielo tappezzato di stelle cadenti, il passo è breve ma spettacolare.

FRECCIA A DESTRA, FRECCIA A SINISTRA

Si rinnova il culto della derapata selvaggia e del concetto di "scia", che è una delle vere novità di questa edizione insieme al reparto multiplayer per console portatile: una rappresentazione senza affanni particolari tanto in wireless locale che online, se non fosse per i soliti utenti conigli che, una volta distaccati, non trovano di meglio che scollegarsi in modo antisportivo. Il consiglio è allora quello di correre con gli amici, senza pensieri – come vuole lo spirito originale del gioco – e con le miglia percorse acquistare nell'apposito salone bolidi fiammanti, auto d'annata, percorsi invertiti, remix musicali e tutto quell'occorrente che garantisce una buona longevità al gioco.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
I cali di frame ci sono, sono evidenti e, per quanto durino lo spazio di un secondo, sono l'unica nota stonata di un lavoro di conversione altrimenti eccellente. Sumo Digital dimostra ancora una volta di saperci fare e consegna agli utenti PSP un velocissimo e completo tributo al mito di OutRun, di cui proprio non si può fare a meno.