Genere
Sparatutto
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
3 2010

Perfect Dark

Perfect Dark Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Sviluppatore
4J Studios
Genere
Sparatutto
Data di uscita
3 2010
Giocatori
12

Hardware

La riedizione HD di Perfect Dark sarà un'esclusiva Xbox Live Arcade e richiederà quindi un Xbox 360 e una connessione a Internet per essere acquistata e scaricata. Previsto il supporto alla visualizzazione in 1080p.

Multiplayer

Numerose le modalità multiplayer, online e offline, su schermo diviso come da console separate, in tutte le combinazioni possibili. Oltre alle tante sfide competitive - per un massimo di otto giocatori e quattro bot aggiuntivi - saranno presenti due modalità legate alla campagna: cooperativa e counter op. Segnaliamo infine l'introduzione di classifiche online legate alle speed run.

Link

Hands On

Joanna Dark non muore mai

Un FPS come non se ne fanno più.

di Andrea Maderna, pubblicato il

All'interno di un settore in costante e velocissima evoluzione come quello dei videogiochi, fa sempre uno strano effetto guardarsi indietro. Un titolo uscito dieci anni fa sembra lontano anni luce, vuoi per i continui upgrade grafici, vuoi per il modo in cui le meccaniche mutano nel tempo. A parte qualche caso specifico, linearità, spettacolo a base di scripting e narrazione insistita sono ora le forze dominanti nel campo degli FPS e vanno a costituire uno scenario totalmente diverso da quello che caratterizzava due classici dello sparatutto su console come Goldeneye e Perfect Dark. Proprio per mettere le mani sull'imminente versione Xbox Live Arcade del secondo, ci siamo fatti una gita negli uffici britannici di Microsoft e abbiamo scoperto di non essere più capaci.

giocabilità inflessibile

Chi scrive non ha giocato a fondo l'incarnazione originale di Perfect Dark, ma ha amato alla follia il precedente Goldeneye, esplorandolo e completandolo da cima a fondo all'esigentissimo livello di difficoltà 007. Insomma, da queste parti non si è esattamente a digiuno dell'argomento e, anzi, lo si conosceva fin troppo bene, dieci anni fa. Eppure, nonostante questo, a causa di un'educazione fatta da anni di FPS che, anche quando tentano vie più complesse, ci tengono a condurti per mano nei loro mondi, il primo impatto con il revival di Perfect Dark è stato spiazzante. Niente mappa, nessuna freccia in alto che indichi la direzione, numerosi obiettivi da portare a termine basandosi solo sulla propria capacità d'osservazione e su un senso dell'orientamento ormai atrofizzato, tremenda crudeltà nel sancire il Game Over e il conseguente riavvio della missione... queste sono le caratteristiche di un gioco che non perdonava nulla all'epoca dell'uscita e poco più perdonerà oggi, al momento della ripubblicazione su Xbox Live Arcade.
D'altra parte, come detto, si tratta di una ripubblicazione, e non di un remake: la grafica è stata ripulita e lievemente potenziata per le meraviglie dell'HD, con texture in buona parte create da zero - ma sempre all'insegna dello stile retro - e nuovi effetti di luce, ma nella sostanza rimane quella originale. L'audio, pure, è sempre lui, però riprodotto in formato non compresso. E le meccaniche, la struttura dei livelli, le idee di fondo, rimangono immutate, nonostante qualche piccola aggiunta all'insegna della modernità (per esempio una schermata di riepilogo degli obiettivi richiamabile col tasto Back). Le novità più grosse, di fatto, consistono nell'aver risolto i problemi tecnici e nell'aver trasportato su Xbox Live le modalità multiplayer. Il risultato è un gioco che sembra essere pensato a solo uso e consumo di chi, a suo tempo, si era gustato il gioco su Nintendo 64 - oltre due milioni di persone, per inciso - anche se la speranza è ovviamente di attirare anche un pubblico interessato ai bei giochi di una volta, e che magari, a suo tempo, non aveva avuto modo di provare l'originale.

progresso tecnologico

Da un punto di vista tecnico, come detto, i miglioramenti sono contenuti, ma fondamentali. L'impatto visivo è pensato per corrispondere all'immagine addolcita dai ricordi che un giocatore può avere dell'originale Perfect Dark. Vista per i fatti suoi, questa riedizione denuncia la sua natura di gioco vecchio oltre un decennio, ma confrontata con l'originale mette in luce il bel lavoro svolto sugli effetti grafici, sulla qualità delle texture - alcune davvero belle - sulla pulizia del parlato e delle musiche. Inoltre sono stati risolti i grossi problemi di frame rate, ancorando il gioco ai sessanta fotogrammi per secondo, e si è garantito il supporto per la visualizzazione a 1080p oltre, come detto, al gioco online. Numerosi i piccoli ritocchi anche dal punto di vista del gameplay: oltre alla già citata introduzione di un riassunto degli obiettivi (tasto Back), segnaliamo l'utilizzo della mira automatica e di ben tre impostazioni predefinite per i controlli. Quella di base adatta il sistema di controllo basato sul pad N64 al controller di Xbox 360. Le opzioni Spartan e Duty Calls, invece, ricalcano le impostazioni a cui sono abituati i giocatori di Halo e Call Of Duty. Rimane invariata la struttura generale del gioco, compresi gli obiettivi variabili in base al livello di difficoltà, che possono anche stravolgere completamente lo svolgimento di una missione. E le variazioni non riguardano solo il numero di compiti da portare a termine, ma anche la loro natura: si può perfino passare dal dover proteggere un personaggio in pericolo di vita all'interpretare quello stesso personaggio.
Il rispetto nei confronti del gioco originale, comunque, è totale: tanti sono i compromessi a cui si è scesi pur di non tradirne l'atmosfera e i tratti distintivi, per non parlare di tutte quelle piccole caratteristiche impercettibili ma in grado di fare la differenza all'occhio del fan. Gli sviluppatori sono arrivati addirittura a decidere di conservare alcuni errori di programmazione che creavano scorciatoie non previste (pare ci sia un metodo per completare la prima missione in soli sei secondi). E poi c'è il multiplayer.

in dodici su Live

Perfect Dark, così come Goldeneye, era una vera bestia da multiplayer, nonostante l'assenza - allora normale - della connessione a Internet. Trasportare il tutto in maniera indolore su Xbox Live era un dovere morale, che sembra essere stato svolto a puntino. Il tetto massimo di quattro giocatori è stato portato a otto, con la possibilità di includere anche dei bot fino a quota dodici partecipanti. Ci saranno tutte le classiche modalità deathmatch e a squadre, con i vari modificatori che i fan dell'originale conoscono e numerosi extra disponibili fin dall'avvio, senza la necessità di mostrarli. Saranno fra l'altro incluse alcune mappe e alcune armi del mitico Goldeneye, come ulteriore contentino per i fan. Da sottolineare poi la presenza di una modalità a sfide, con arene e bot programmati secondo regole specifiche, e un sistema di creazione dei match molto versatile, che prevede l'utilizzo di playlist e numerose variabili su cui intervenire per la ricerca degli avversari.
Non mancheranno infine le due modalità multiplayer legate allo Story Mode: sarà infatti possibile giocare in due l'intera campagna, sia nella classica cooperativa, sia in "counter op". Una modalità, quest'ultima, che regala al secondo giocatore il controllo sui nemici del livello, carichi di munizione e facilissimi da uccidere. A ogni morte ci si trasferirà in un altro personaggio selezionato in maniera semi casuale, pronti a mettere il bastone fra le ruote al protagonista. Da sottolineare, infine, l'introduzione di classifiche online basate sulla velocità di completamento e ispirate alla mania delle speed run, molto popolari fra i fan del gioco originale.
Insomma, di carne al fuoco ce n'è tantissima, ed è del resto la carne che già dieci anni fa Rare aveva cotto a puntino. Perfect Dark non viene ricordato con tanto affetto per caso: è un gioco splendido, complesso, ricco di contenuti e longevo anche per gli standard attuali. Se il lavoro di 4J Studios sarà ben svolto come sembra, ci ritroveremo fra le mani un altro splendido titolo per Xbox Live Arcade. E da quanto abbiamo visto e toccato con mano, provando tutte le modalità nell'arco di una lunga giornata, pensiamo che ci sarà molto da divertirsi.


Commenti

  1. deleted_780

     
    #1
    mio al lancio :sbav:
    spero che qualcuno lo compri così potrà confermare che gli fps di oggi sono solo tanta grafica in più e poche/pochissime novità.
  2. deleted_780

     
    #2
    ah un appunto all'articolo: la mira automatica c'era anche nell'edizione originale (sempre che intendiamo la stessa cosa)
  3. giopep

     
    #3
    Gli sviluppatori hanno insistito su questo dettaglio e io sinceramente non ricordavo, per cui mi sono fidato. Forse l'hanno ritoccata - perfezionata?
  4. deleted_780

     
    #4
    giopep ha scritto:
    Gli sviluppatori hanno insistito su questo dettaglio e io sinceramente non ricordavo, per cui mi sono fidato. Forse l'hanno ritoccata - perfezionata?
     cioè non so cosa intendono loro, ma nella versione vecchia le mani di joanna "seguivano" locckando il nemico di turno, a patto che fosse pressapoco al centro della visuale e non si spostasse troppo velocemente (più che una mira automatica era un aiuto alla mira)
    comunque mercoledi ti dico se intendiamo la stessa cosa :D
  5. babaz

     
    #5
    must have, per 800 punti poi... ridiculous
  6. Dj Darius

     
    #6
    Mio al lancio per una bella coop con Kingkilium!!!! ;)
  7. babaz

     
    #7
    Dj Darius ha scritto:
    Mio al lancio per una bella coop con Kingkilium!!!! ;)


    pe la coop mi sa che ci siamo un po' tutti dal forum
  8. RALPH MALPH

     
    #8
    ci sono anche io :-|
  9. Dj Darius

     
    #9
    babaz ha scritto:
    pe la coop mi sa che ci siamo un po' tutti dal forum
      Meglio!!!:sbav:
  10. utente_deiscritto_19106

     
    #10
    Rare rulla
Continua sul forum (16)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!