Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
2/12/2005

Perfect Dark Zero

Perfect Dark Zero Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Sviluppatore
Rare
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
2/12/2005
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
32

Lati Positivi

  • Eccellente comparto sonoro
  • Realizzazione tecnica di prim'ordine
  • Coinvolgente e adrenalinico
  • Infinito in multiplayer

Lati Negativi

  • Character-design opinabile
  • Alcune cadute di tono a livello di atmosfera
  • Leggera presenza di aliasing in alcuni frangenti
  • Comunicazione vocale online non perfetta

Hardware

Una console Xbox 360, un joypad e copia originale del gioco sono i requisiti per vestire i panni della bella Joanna Dark. Perfect Dark Zero supporta anche il Dolby Dgital 5.1, per esperienze sonore da mille e una notte.

Multiplayer

Graditissima la possibilità di giocare in cooperativa le missioni della modalità principale (in split-screen, in system-link o via Xbox Live); fino a 32 giocatori su Xbox Live in una sequenza di modalità non indifferente

Link

Recensione

Perfect Dark Zero

Ed eccoci finalmente di fronte al tanto atteso Perfect Dark Zero per Xbox 360: dopo averlo saggiato e fortemente bramato durante i mesi passati, è giunto il momento di calarci nei sensuali panni della bella Joanna Dark per vivere l'intensa avventura approntata da Rare. Siamo di fronte alla prima killer-application per Xbox 360? Scopriamolo insieme...

di Luca Airoldi, pubblicato il

Non sono da dimenticare nemmeno alcune varianti a livello di gameplay che vengono introdotte quando per esempio è necessario forzare la chiusura di sicurezza di una porta bloccata: grazie all'alta tecnologia di cui dispone Joanna potremo utilizzare una sorta di palmare per eludere i codici di sicurezza, agendo con tempismo sul tasto A per bloccare dei cerchi messi in rotazione sul display stesso. Varianti come queste aiutano a rendere l'esperienza di gioco meno statica e più variegata, facendola divenire più accattivante e meno frustrante.
Il gameplay di Perfect Dark Zero arricchisce la sua formula anche grazie alla libertà di movimento che caratterizza alcuni scenari di gioco, nei quali dovremo condurre esplorazioni mirate per poter proseguire negli obiettivi primari e secondari proposti: se troveremo difficoltà di orientamento delle frecce impresse sul terreno di gioco (comunque disattivabili) ci verranno in aiuto prima che sopraggiunga un'eventuale frustrazione, riuscendo a mantenere sempre su buoni livelli il grado di sfida e coinvolgimento. Interessante l'aggiunta di finestre in angolo allo schermo che di volta in volta terranno al corrente il giocatore di ciò che accade in altri angoli dello scenario, rendendo l'azione di gioco più coesa nel suo svolgersi.
Buona, anche se non eccelsa, l'Intelligenza Artificiale, reattiva nel cercare riparo sotto il nostro fuoco ma meno attenta in altre circostanze; Perfect Dark Zero propone in ogni caso tre livelli di difficoltà crescente per rendere l'esperienza di gioco accattivante anche per i più esperti.
Una menzione d'onore va portata nei confronti del vasto arsenale a nostra disposizione: esso è infatti davvero cospicuo in termini di quantità di armi offerte e di differenziazione delle stesse. Queste ultime sono classificate a seconda che siano pistole (con cinque tipologie differenti), armi pesanti (tra cui un devastante lanciarazzi), mitragliatrici, fucili d'assalto, fucili da cecchino, armi da combattimento ravvicinato e armi da lancio. A questo ricco arsenale si aggiungono anche diversi gadget dall'uso spesso vantaggioso tra cui kit per hackerare terminali e computer, esplosivi per aprirsi varchi in maniera tradizionale e spycam e audioscopi per condurre operazione in stile più stealth. Secondo la moda del momento, Perfect Dark Zero è al passo con i tempi anche a livello di veicoli da utilizzare durante i combattimenti: fanno infatti bella mostra di sé il jetpack e l'hovercraft, entrambi ben equipaggiati di mitragliette dalla potenza non indifferente.
Il gameplay assurge a un'ulteriore dimensione nel momento in cui si accede alle sessioni di gioco in multiplayer, siano esse in schermo condiviso, in system-link o via Xbox Live: oltre alla interessantissima opportunità di intraprendere la modalità di gioco principale in cooperativa con un amico, sono proprio le modalità esclusive per le partite multiplayer ad aggiungere divertimento al titolo Rare. In tal caso infatti ci troveremo di fronte a sessioni di gioco che strizzano indubbiamente l'occhio al grande Halo, seppur con caratteristiche proprie che distinguono il titolo Rare dal titolo Bungie, con adrenalina a livelli assurdi in fraggate frenetiche senza sosta. Va rilevato, in fatto di gioco online su Xbox Live, un lieve calo di prestazioni a livello di dettaglio grafico in paragone con l'esperienza di gioco in singolo, anche se il quadro generale si attesta su livelli molto buoni. Nascondersi tra la vegetazione dello scenario ambientato nella foresta e zoomare sul nemico tra i raggi di sole che penetrano il fogliame e accecano la vista non è certo cosa usuale, o almeno non lo è stato fino ad oggi.

OFFLINE E ONLINE

In termini di modalità di gioco offerte, Perfect Dark Zero è strutturato in maniera tale da garantire un'esperienza di gioco variegata e coinvolgente sia in singolo che in multiplayer. La modalità di gioco principale, denominata "Missions", può essere infatti intrapresa in singolo ("Solo Mission") o in multiplayer cooperativo: in quest'ultimo caso potremo decidere se giocare in split-screen, in system-link o anche via Xbox Live. Perfect Dark Zero supporta dunque, come prima accennato, anche la cooperazione via Xbox Live della modalità di gioco principale, aggiungendo così una dimensione in più a quest'ultima modalità. Ad affiancare la modalità "Missions" vi è poi tutto il ventaglio di possibilità offerte dal supporto Xbox Live: accedendo al gioco online potremo infatti partecipare a diverse tipologie di gioco che arrivano a contemplare la presenza di ben trentadue utenti contemporaneamente. Ai classici Deathmatch - costituiti da sessioni in cui totalizzare il maggior numero di uccisioni (tutti contro tutti o a squadre), da il sempreverde "cattura la bandiera" e dalla "conquista territori" - si affiancano le modalità che prevedono sfide tra due squadre in cui vince chi rimane con un membro in vita e ulteriori modalità molto interessanti ed originali. Tra queste annoveriamo per esempio combattimenti in cui una squadre ha vite infinite, ma armi tradizionali (contro una squadra con una sola vita per membro ma con la possibilità di usufruire di tutte le armi) o scontri tra due fazioni di cui una composta da persone "non infette" (cioè non ancora uccise) e persone "infette" (che sono state uccise durante il match e che acquistano le sembianze di scheletri). Le possibilità offerte dal gioco online sono dunque variegate e adatte a un'esperienza non monotona e sempre stuzzicante. Le mappe disponibili sono attualmente sei: a discapito del numero non certo eclatante esse sono ragguardevoli in termini di superficie, tanto che è anche possibile - da parte dell'host - "chiudere" determinate aree delle suddette mappe per circoscriverne l'ampiezza a seconda del numero di giocatori che prendono parte al gioco.
Durante le sessioni di gioco online vige la più totale frenesia, tipica degli scontri adrenalinici che solo i migliori sparatutto riescono a trasmettere nelle vene; il divertimento è pertanto assicurato, complice la notevole molteplicità di modalità cui prendere parte. A livello tecnico rileviamo la totale assenza di lag e la facilità di connessione alle partite in corso, senza riscontrare problema alcuno: terminata la sessione di gioco, e ritornati in lobby, sarà possibile visionare una serie impressionante di statistiche di ogni singolo giocatore, così da avere la situazione sotto controllo nel più minuto dettaglio. Abbiamo rilevato per ora alcuni problemi nella comunicazione vocale, afflitta più volte da fastidioso eco e da trasmissioni non proprio pulite: confidiamo in un miglioramento in questo frangente. Come tutti gli altri giochi disponibili per Xbox 360, anche Perfect Dark Zero propone degli obiettivi da portare a termine che verranno memorizzati nel profilo in uso, divenendo visibili da tutta la comunità di Xbox Live e fungendo pertanto da metro di giudizio sull'abilità di ogni singolo giocatore: tra questi segnaliamo per esempio l'aver completato il gioco nei diversi livelli di difficoltà o in cooperativa, aver messo a segno 100 (o addirittura 1000) headshot o uccisioni da cecchino.
Chiudiamo la nostra analisi di Perfect Dark Zero con il riferimento ai contenuti presenti nella Limited Edition del gioco: innanzitutto fa bella mostra di sé la custodia simil-metallica - robusta e compatta - con il viso di Joanna in primo piano, mentre al suo interno troviamo oltre al manuale di istruzioni un edizione limitata del fumetto di Perfect Dark. Il disco aggiuntivo della Limited Edition contiene filmati relativi ai bozzetti grafici dei personaggi presenti nel gioco, delle ambientazioni, dei veicoli e delle armi, foto scattate durante lo sviluppo del gioco e soprattutto immagini da scaricare (dodici per la precisione) e un sfondo per personalizzare il proprio avatar e la propria dashboard di Xbox 360. Infine troviamo un'anteprima del libro dedicato al mondo di Perfect Dark Zero ("Perfect Dark: Vettore Iniziale"), con anche informazioni sull'editore, e un trailer di Kameo: Elements of Power, altro titolo di lancio per Xbox 360 sviluppato da Rare.
Ed ora joypad in mano: Joanna Dark ci aspetta!

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Dunque ci siamo, Perfect Dark Zero è sugli scaffali dei negozi e attende di essere giocato fino all'ultimo da tutti i neopossessori della nuova console Microsoft: Rare torna su uno dei suoi capolavori passati con l'intento di riuscirne a riportare in vita l'essenza. E' indubbio il fatto che nei mesi trascorsi la comunità videoludica avesse maturato impressioni non del tutto positive alla vista di screenshot e filmati del titolo in via di sviluppo. E' tempo ora di ricredersi di fronte al titolo completo in tutte le sue parti: il risultato ottenuto da Rare con Perfect Dark Zero è di indiscussa qualità, costituito da un reparto grafico in grado di farci assaggiare la nuova generazione - pur non essendo così perfetto in tutte le sue componenti - da un comparto sonoro di ottima fattura e da un gameplay consolidato e pure innovativo (nel bene e nel male) in alcuni suoi elementi. Perfect Dark Zero ci fionda in mondo coinvolgente e stuzzicante che si farà vivere fino all'ultimo da tutti gli acquirenti di Xbox 360 sia per quanto riguarda il gioco offline che online: gli ingredienti per il successo ci sono tutti, complimenti a Rare.