Genere
Sportivo
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
3+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
22/10/2009

Pro Evolution Soccer 2010

Pro Evolution Soccer 2010 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Konami of Europe
Sviluppatore
KCET
Genere
Sportivo
PEGI
3+
Data di uscita
22/10/2009
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
4
Prezzo
€ 69,99
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Abbiamo testato le versioni dimostrative di PES 2010 su PlayStation 3 e Xbox 360, il cui download può essere eseguito in veste del tutto gratuita dai relativi servizi online.

Multiplayer

Unica modalità disponibile nella demo è quella che permette a due giocatori sulla stessa console di disputare un match amichevole della durata di cinque minuti, selezionando due fra le sei squadre disponibili nella versione dimostrativa.
Hands On

Una dimostrazione del nuovo PES

Konami e la demo ufficiale del suo nuovo simulatore calcistico.

di Giovanni Marrelli, pubblicato il

A più di un mese dal suo debutto dei negozi e dopo una settimana dall'arrivo della demo di FIFA 10 in rete, Konami accetta la sfida e rilancia proponendo la versione dimostrativa del suo atteso simulatore calcistico: Pro Evolution Soccer 2010. Dopo i mezzi passi falsi che hanno permesso alla serie rivale targata Electronic Arts di compiere il sorpasso qualitativo lo scorso anno, il team creativo capitanato da Shingo “Seabass” Takatsuka ha finalmente deciso di rivedere in maniera sostanziale quella che, per anni, è stata in assoluto la massima espressione del calcio simulato. Tante sono state le promesse, andiamo a scoprire l'effettiva essenza del nuovo PES 2010.

IMPATTO POSITIVO

Una volta scaricata la demo, delle dimensioni di circa 1 GB, dai server di PlayStation Network e Xbox Live, entriamo subito a contatto con la rinnovata interfaccia grafica che caratterizza il menu iniziale del videogioco Konami. Dopo una serie di feedback non certo positivi da parte dell'utenza europea e americana, la software house ha deciso finalmente di curare maggiormente sotto un profilo grafico il layout delle schermate principali, abbandonando il tipico gusto giapponese per abbracciare una “filosofia” senza dubbio più affine a quello occidentale.
La demo di PES 2010 permette di ingaggiare una sfida di cinque minuti selezionando una fra le sei squadre presenti: oltre alle immancabili Liverpool e Barcelona, inserite per evidenziare i due testimonial Fernando Torres e Lionel Messi, troviamo anche quattro nazionali europee del calibro di Francia, Germania, Italia e Spagna. Pochissimi sono gli istanti prima di cominciare la partita: emerge infatti una estrema celerità nei tempi di caricamento, che con circa trenta secondi immergono il giocatore nel clima pre-partita e permettono di assaporare il nuovo comparto grafico, il cui livello di dettaglio è derivato da una versione rivista e potenziata del motore alla base di PES 2009.

ESPRESSIONI INVIDIABILI

Il comparto grafico è l'aspetto che, almeno inizialmente, colpisce di più: la cura nei dettagli e nelle espressioni facciali è un marchio di fabbrica della produzione Konami, ma la qualità raggiunta nell'edizione 2010 di Pro Evolution Soccer batte nettamente la concorrenza americana: i volti e le corporature dei giocatori più rappresentativi sono estremamente fedeli alle controparti reali, e alcune delle nuove animazioni durante il match sono realmente degne di nota. Anche l'impatto grafico in generale non dispiace, con una nuova gestione degli effetti di illuminazione sul campo e le relative ombre che rasentano livelli di eccellenza. Il manto erboso assicura il giusto feeling al giocatore, che avrà l'impressione di assistere a un match in TV piuttosto che giocare a un calcio simulato su console, mentre, nonostante le speranze alimentate dal team di sviluppo, è ancora da rivedere la concezione del pubblico sugli spalti. Nonostante i discreti miglioramenti, la qualità grafica nella realizzazione dei tifosi è sempre deludente e non riesce, come nel caso della serie FIFA, a garantire quell'effetto di “vitalità” all'interno dello stadio, la cui atmosfera permane estremamente piatta.
Dopo una più attenta sessione di gioco con la versione dimostrativa di PES 2010, però, sono emersi anche i primi problemi in ambito grafico: se in lontananza l'esperienza di gioco può contare su una discreta fluidità dell'azione, è nelle fasi in cui la telecamera si avvicina per mettere in risalto le animazioni di un fallo, dell'esultanza per un gol o per la preparazione di un calcio d'angolo che si ha la sensazione che il livello di dettagli sia effettivamente meno elevato di quanto sperato. Sopratutto nei calci piazzati, si ha la sensazione che i modelli poligonali dei giocatori siano “ritagliati” e incollati maldestramente sul manto erboso, mentre sono stati frequenti alcuni cali di frame rate e conseguenti scatti nelle animazioni fra un'azione e l'altra.

GAMEPLAY AL MICROSCOPIO

Ciò nonostante, i difetti grafici passano in secondo piano quando il vero protagonista del gioco è, come sempre, il gameplay: in una simulazione che punta a riprodurre fedelmente il gioco del calcio in tutte le sue sfaccettature, è importante garantire innanzitutto il giusto ritmo alle azioni. PES 2010 sembra però fallire in questo intento, proponendo un impatto piuttosto blando e mai esageratamente veloce; la sensazione è quella di essere protagonisti di un match che fatica a esplodere, a proporre dinamicamente un ritmo forsennato e tempi d'azione sempre più veloci.
Pur senza contare su una maggiormente apprezzabile celerità nelle azioni, però, PES 2010 è una simulazione che punta le proprie carte sulla spettacolarità delle azioni, aspetto che appare evidente dalla tipologia di gameplay che permette con pochi tocchi di dar vita ad azioni corali degne di nota e a colpi al volo che la simulazione concorrente non garantisce senza una discreta esperienza alle spalle. PES 2010 offre un gameplay semplice e a tratti “ancorato” su binari invisibili, come per i passaggi evidentemente troppo assistiti che ci impediscono di valutare adeguatamente una delle implementazioni promesse da Seabass, il movimento del giocatore a 360 gradi. Se nelle fasi lente è possibile notare qualche segno dell'implementazione, nella corsa la possibilità sembra venir meno, con una conseguente legnosità nei movimenti e nella gestione dei calciatori negli spazi stretti.
Rimpalli, contrasti bizzarri, movimenti più consoni a un passo di danza che a un tentativo di corsa: situazioni del genere sono all'ordine del giorno in un match della versione dimostrativa di PES 2010, che dovrebbe auspicabilmente presentare una build di gioco vecchia anni luce da quella che sarà implementata nel gioco definitivo. A che senso presentare allora una demo che potrebbe risultare semmai controproducente? Un dubbio amletico che traspare ancor di più analizzando l'intelligenza artificiale alla base del nuovo capitolo.

DEFICIENZA ARTIFICIALE

Le prime partite passate con la demo di PES 2010 hanno avuto dei momenti realmente imbarazzanti: se il primo match è stato disputato selezionando la difficoltà intermedia, l'esito della partita ci ha spinto a evitare di scoprire cosa potrebbe effettivamente essere la simulazione di PES 2010 al suo livello base. Autogol in serie, squadra avversaria apparentemente addormentata, facilità di gioco disarmante: dopo l'ennesima goleada cerchiamo di capire se, al livello di simulazione più difficile (al secolo Campione), la tanto acclamata intelligenza artificiale concepita dal team creativo, che può sfruttare la tecnologia Teamvision 2.0, sia realmente degna di tale nome. Effettivamente, il livello di difficoltà più elevato può contare su una più efficace gestione del concetto di “squadra”, sia da parte del proprio team sia di quello avversario. I movimenti della difesa sono sincronizzati e tendono a coprire uniformemente gli spazi, con il supporto del settore mediano e degli attaccanti nelle azioni particolarmente pericolose.
L'impressione è tuttavia che Konami abbia volutamente limitato l'intelligenza artificiale della squadra e le sue movenze per mettere in risalto la nuova gestione tattica attivabile a preferenza dall'utente, che può scegliere dal menu di impostazioni lo stile di gioco della propria squadra: la caratteristica, che appare piuttosto profonda nella possibilità di gestire, per esempio, pressing, frequenza nei passaggi, linea di movimento, assicura al giocatore la facoltà di stravolgere la concezione del calcio di un team come la Juventus, letale nel contrattacco, o del Barcelona, che punta maggiormente su un reparto d'attacco “pesante” composto dal trio Henry-Ibrahimovic-Messi.
Nonostante l'interessante implementazione, resta però particolarmente discutibile l'effettiva competitività dell'intelligenza artificiale controllata dalla CPU al livello di difficoltà più elevato: sono ancora troppe le sbavature della squadra rivale, gli autogol bizzarri, le manovre assurde, le palle perse come si trattasse di principianti. Insomma, è assente proprio un bilanciamento degno di nota del coefficiente di difficoltà che permetta al giocatore di sentirsi appagato nello scontro con il computer al suo livello più letale, una sensazione ben presente nella creazione rivale targata Electronic Arts che viene inspiegabilmente a mancare all'interno di PES 2010.

FALSE SPERANZE

Al momento in cui scriviamo, sembrano dissolversi tutte le speranze di poter contare su uno scontro alla pari fra i due colossi calcistici in questa stagione. Non è noto se la build utilizzata da Konami per “promuovere” il suo PES 2010 sia effettivamente troppo datata, in questo caso non capiamo a che pro diffondere una demo che potrebbe definitivamente sotterrare le possibilità di successo del gioco. PES 2010 sarà disponibile su PC, PlayStation 3 e Xbox 360 dal prossimo 23 ottobre, mentre le edizioni PlayStation 2 e PSP esordiranno il 6 novembre; fanalino di coda sarà l'edizione Wii, il cui debutto è preventivato per il 20 novembre.


Commenti

  1. franz899

     
    #1
    Graficamente, se confrontato con fifa10, sembra un gioco della scorsa generazione, la minor fluidità rispetto al concorrente poi non aiuta affatto.
    La giocabilità invece è sempre la solita della serie pes, e non è piu un bene da un po ormai.
  2. xsecuzione

     
    #2
    franz899 ha scritto:
    Graficamente, se confrontato con fifa10, sembra un gioco della scorsa generazione, la minor fluidità rispetto al concorrente poi non aiuta affatto.
    La giocabilità invece è sempre la solita della serie pes, e non è piu un bene da un po ormai.
     no, un momento, la grafica di pes2010 è molto migliore rispetto a fifa10...colori più luminosi e dettagli curati quasi all'esasperazione (addirittura le pieghe delle maglie cambiano...nelle scene a gioco fermo). Sulla gioabilità invece di do piena ragione...ho scaricato oggi la demo di pes2010 e l'ho confrontata subito con FIFA. FIFA in giocabilità e animazioni è migliore.
  3. drnext78

     
    #3
    xsecuzione ha scritto:
    no, un momento, la grafica di pes2010 è molto migliore rispetto a fifa10...colori più luminosi e dettagli curati quasi all'esasperazione (addirittura le pieghe delle maglie cambiano...nelle scene a gioco fermo). Sulla gioabilità invece di do piena ragione...ho scaricato oggi la demo di pes2010 e l'ho confrontata subito con FIFA. FIFA in giocabilità e animazioni è migliore.
     Anche io gradisco piu' la grafica di pes. Fifa ha un'ottima veste grafica, migliore nel contorno (stadio etc), pero' ha un non so che di "plasticoso" .
    Difficle da spiegare
  4. Zendo

     
    #4
    xsecuzione ha scritto:
    no, un momento, la grafica di pes2010 è molto migliore rispetto a fifa10...colori più luminosi e dettagli curati quasi all'esasperazione (addirittura le pieghe delle maglie cambiano...nelle scene a gioco fermo). Sulla gioabilità invece di do piena ragione...ho scaricato oggi la demo di pes2010 e l'ho confrontata subito con FIFA. FIFA in giocabilità e animazioni è migliore.
       scusa ma per grafica intendi solo la riproduzione dei volti o anche animazioni,fluidità,motore grafico,riproduzione di stadi e tifosi ecc no, perchè che fifa(anche i 2 precedenti)tecnicamente sia inferiore a pes mi suona nuova...
  5. drnext78

     
    #5
    Zendo ha scritto:
    scusa ma per grafica intendi solo la riproduzione dei volti o anche animazioni,fluidità,motore grafico,riproduzione di stadi e tifosi ecc no, perchè che fifa(anche i 2 precedenti)sia inferiore a pes mi suona nuova...
      Rispondo per me :))
    Per cio' che mi riguarda intendo la resa generale: il manto erboso ed i giochi di luce in particolare, oltre ai giocatori ovviamente
  6. Zendo

     
    #6
    draco ha scritto:
    Rispondo per me :))
    Per cio' che mi riguarda intendo la resa generale: il manto erboso ed i giochi di luce in particolare, oltre ai giocatori ovviamente
     ma il tutto da fermo o in movimento?solo per capirci,nessuna polemica.
  7. drnext78

     
    #7
    Zendo ha scritto:
    ma il tutto da fermo o in movimento?solo per capirci,nessuna polemica.
      Ci mancherebbe la polemica che io sono un fanboy di fifa :DD
    Attenzione io non parlo di animazioni eh! parlo semplicemente di textures ed effetti luce
  8. matly

     
    #8
    draco ha scritto:
    Anche io gradisco piu' la grafica di pes. Fifa ha un'ottima veste grafica, migliore nel contorno (stadio etc), pero' ha un non so che di "plasticoso" .
    Difficle da spiegare
     concordo,poi magari a livello di dettagli il gioco EA sta sopra,ma la resa generale è fin troppo "fredda"
    In ogni caso questo PES ogni anno che passa resta sempre più indietro,il demo provato subito dopo quello di FIFA non ci fa una gran figura,per quanto il feeling generale sia sempre buono,insomma è sempre divertente però...
  9. xsecuzione

     
    #9
    Zendo ha scritto:
    scusa ma per grafica intendi solo la riproduzione dei volti o anche animazioni,fluidità,motore grafico,riproduzione di stadi e tifosi ecc no, perchè che fifa(anche i 2 precedenti)tecnicamente sia inferiore a pes mi suona nuova...
      come grafica intendo il mero impatto visivo. Quindi Luci, colori, dettagli fisici e particolari. Tecnicamente fifa è su un altro livello (e parla uno che è passato a fifa09 pochi mesi fa), ma dal lato puramente visivo pes lo surclassa.
    La demo purtroppo è molto molto incompleta....la fina quadrato + x è orripilante. Davvero, non so come abbiano fatto a rovinarlo così.Secondo me è una build vecchissima. Ci sono alcuni errori imperdonabili a livello di animazioni e movimenti che non so come abbiano avuto il coraggio di pubblicarla. Mi sa che per l'anno 2010 passo anche io dall'altra sponda.
    E' ovvio che è una demo, e che non sarà il gioco finale (anche fifa graficamente ha molte pecche, tipo il bordo campo dietro le reti che in pratica non esiste, sembra che lo stadio sia in cielo), però insomma....se la reattività, le animazioni e la fluidità rine quella, allora stanno proprio in alto mare. Non so perchè, ma sono un pò d'anni che alla Konami, quando devono migliorare qualcosa, fanno passi indietro su altre. Tipo il 2008...era molto veloce e fluido ma la giocabilità era poco più di un arcade.Ora grafica eccellente ma le animazioni e la fliuidità non ci sono. Boh.
  10. Zendo

     
    #10
    xsecuzione ha scritto:
    come grafica intendo il mero impatto visivo. Quindi Luci, colori, dettagli fisici e particolari. Tecnicamente fifa è su un altro livello (e parla uno che è passato a fifa09 pochi mesi fa), ma dal lato puramente visivo pes lo surclassa.
    La demo purtroppo è molto molto incompleta....la fina quadrato + x è orripilante. Davvero, non so come abbiano fatto a rovinarlo così.Secondo me è una build vecchissima. Ci sono alcuni errori imperdonabili a livello di animazioni e movimenti che non so come abbiano avuto il coraggio di pubblicarla. Mi sa che per l'anno 2010 passo anche io dall'altra sponda.
    E' ovvio che è una demo, e che non sarà il gioco finale (anche fifa graficamente ha molte pecche, tipo il bordo campo dietro le reti che in pratica non esiste, sembra che lo stadio sia in cielo), però insomma....se la reattività, le animazioni e la fluidità rine quella, allora stanno proprio in alto mare. Non so perchè, ma sono un pò d'anni che alla Konami, quando devono migliorare qualcosa, fanno passi indietro su altre. Tipo il 2008...era molto veloce e fluido ma la giocabilità era poco più di un arcade.Ora grafica eccellente ma le animazioni e la fliuidità non ci sono. Boh.
      ...ora sei stato chiaro:)
Continua sul forum (439)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!