Genere
Sportivo
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
3+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
22/10/2009

Pro Evolution Soccer 2010

Pro Evolution Soccer 2010 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Konami of Europe
Sviluppatore
KCET
Genere
Sportivo
PEGI
3+
Data di uscita
22/10/2009
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
4
Prezzo
€ 69,99
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • Semplice e immediato
  • Fase gestionale accurata
  • Gioco online affidabile
  • Telecronaca ben realizzata

Lati Negativi

  • Simulazione ai minimi termini
  • I.A. ampiamente rivedibile
  • Difetti "storici" mantenuti
  • Nessuna modalità inedita

Hardware

Per giocare a Pro Evolution Soccer 2010 è richiesta una console PlayStation 3 e un controller compatibile. L'installazione da 3 GB è facoltativa e può ridurre i tempi di caricamento, comunque già brevi.

Multiplayer

Possiamo sfidare gli amici sulla stessa console e TV oppure spostarci sulla rete se presente un account PlayStation Network e una connessione a banda larga. Online, si possono affrontare sfide singole o in cooperativa con un secondo giocatore.
Recensione

Calcio digitale tradizionale

Divertimento arcade e frustrazioni "storiche".

di Alessandro Martini, pubblicato il

Sul lato prettamente giocato, ovvero appena presi in mano i comandi, Pro Evolution Soccer 2010 è lo stesso gioco di sempre. Anzi: è lo stesso titolo che è diventato da due o tre anni, quando Konami ha iniziato a semplificare radicalmente la saga.
Veloce, frenetico, immediato nei comandi (che restano sempre i migliori per immediatezza), il gioco si controlla in pochi secondi e in alcuni minuti permette di realizzare azioni spettacolari degne dei miglior highlight televisivi. A questo punto, qualcuno inizierà a chiedersi "dov'è finito il realismo?" ma purtroppo non lo sappiamo, perchè siamo ancora impegnati nelle ricerche.

pro evolution soccer è pronto per i cabinati

Al di là delle battute, è evidente che il team di sviluppo non ha alcuna intenzione di modificare il "cuore" del gioco se anno dopo anno mantiene gli stessi controlli (con alcune piccole novità), animazioni grossomodo invariate, i medesimi "buchi" nell'intelligenza artificiale e soprattutto lo stesso gameplay.
Sul lato negativo, emerge sopratutto il comportamento estremamente "guidato" del computer non solo giocando contro la CPU ma anche nell'atteggiamento dei compagni in difesa. Di fatto, le squadre seguono stili di gioco molto simili tra loro lasciando intere zone di campo completamente libere. Se questo è un toccasana per la frenesia dell'azione e quindi lo spettacolo, rende però le partite una continua corsa avanti-indietro piuttosto lontana dalle gare reali.
Sulla stessa linea risultano alcune sequenze estremamente ripetitive come i rimpalli dopo un tiro potente da fuori: il portiere ribatte quasi sempre nella stessa zona e alla stessa altezza, tanto che è possibile posizionarsi in anticipo realizzando gol degni di holly & benji.
Osservando il tutto da un punto di vista "arcade" molti di questi difetti si trasformano quasi in pregi, perchè chiunque ami il calcio può afferrare il controller e realizzare azioni spettacolari nell'arco di pochi secondi. L'importante, in tal senso, è fare piazza pulita dei nomi "Winning Eleven" e "PES" e di cosa rappresentavano fino a qualche anno fa.

atmosfera televisiva in un contesto virtuale

Per quanto riguarda l'atmosfera che circonda le partite e la sensazione di assistere a un evento sportivo moderno, fa molto l'ottima telecronaca di Pierluigi Pardo e Josè Altafini, ripresa e aggiornata dalla scorsa edizione.
Puntuale, molto vario come numero di frasi registrate e raramente scontato, il commento evita il tasto "Mute" tipico delle telecronache dei videogiochi grazie al mitico Josè, le cui battute aggiungono un tocco esilarante a molti replay. La qualità scende invece di qualche gradino ascoltando gli effetti sonori e le musiche di entrata allo stadio, con l'ovvia eccezione dell'accompagnamento suonato durante gli incontri di Europa League e Champions League. Per le solite questioni di licenza, solo le squadre più famose (e con marchio ufficiale) hanno i loro cori, spesso ripresi dalla realtà come nel caso del Liverpool.
Complessivamente, restiamo sui livelli degli episodi precedenti anche in questo settore e quindi manca la sensazione (sopratutto durante campionati o coppe) di essere davvero parte di qualcosa di importante. Non sarebbe male, ad esempio, poter vedere le azioni salienti della altre partite a fine match o avere una qualche forma di "notiziario" che tenga traccia dei risultati in modo meno freddo delle semplici tabelle. Dopotutto, il calcio moderno raramente si riduce a una sola partita, ed è ora che anche i videogiochi ne tengano conto.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Pro Evolution Soccer 2010 conferma le caratteristiche dell'anno passato, migliorando alcuni aspetti tecnici, la fase gestionale e poco altro. Il cuore del gioco, infatti, rimane spiccatamente arcade e lontano dal calcio reale soprattutto per ciò che interessa lo svolgimento delle partite, il comportamento di avversari e compagni o la continua ripetizione di situazioni sempre uguali. D'altro canto, chi cerca un gioco di calcio semplice, immediato e con una buona grafica può rivolgersi tranquillamente a PES 2010, mentre chi spera nel ritorno ai fasti di un tempo è bene che inizi a farsene una ragione. Questa è la strada scelta da Konami e tale rimarrà finché vendite e relativo appeal sul grande pubblico non diranno il contrario. In definitiva, un altro episodio che distacca ulteriormente la serie Pro Evolution Soccer dalle proprie origini e dalla concorrenza, non tanto sul lato qualitativo ma come "filosofia".

Commenti

  1. drnext78

     
    #1
    Insomma, anche quest'anno nessuna novità interessante a parte il boost grafico.
    :(
  2. DevilRyu

     
    #2
    Bella recensione per vari motivi
    1- è il motivo per cui seguo principalmente nextgame, cioè le recensioni spesso non sono di parte e anche se il gioco recensito è acclamato ovunque voi lo osservate dettagliatamente descrivendone i lati negativi
    2- mi è piaciuta la "bastonata" al lato reale, ma ancora di più il fatto (che non avevo mai preso in considerazione) che i lati che consideriamo negativi possono trasformarsi in positivi vedendolo in salsa arcade, ed è anche per questo che Konami continua su questa strada, perchè comunque il tocco arcade serve a far divertire nell'immediatezza, ed è quello che sa fare benissimo PES, attirando tanti acquirenti e mantenendo le vendite alte.
    Credo sia ormai giusto vederlo come un arcade con un pizzico di realismo, è inutile rimpiangere i vecchi gloriosi episodi e ripetere le stesse lamentele ad ogni episodio che esce, la storia è cambiata e ce ne dobbiamo fare una ragione; l'obiettivo che si pone Konami non è più creare la migliore simulazione calcistica sul mercato, ma creare un gioco di calcio immediato, divertente e adatto a chiunque, ed in questo ci riesce appieno!
    .
    Per il resto sono contento che abbiano aggiustato l'online ma aspetterei le prove con migliaia di persone collegate, in ogni caso, visto che avrò il gioco in casa, qualche partitina la farò di sicuro :)
  3. giopep

     
    #3
    Per quel che riguarda l'online, ci è parso giusto far menzione del buon funzionamento di quanto abbiamo provato, visto che è un aspetto "critico". Ciò non toglie che, a meno di imprevisti, appena possibile realizzeremo un articolo più approfondito sulle varie modalità e opzioni, oltre che sulla resa dei server "a regime".
  4. auron2002

     
    #4
    DevilRyu ha scritto:
    ... l'obiettivo che si pone Konami non è più creare la migliore simulazione calcistica sul mercato, ma creare un gioco di calcio immediato, divertente e adatto a chiunque, ed in questo ci riesce appieno!


    Invece io credo che il loro obbiettivo sia la simulazione. Solo che hanno perso il passo e ora non possono più riprogrammara da capo :)
  5. robyjolly

     
    #5
    auron2002 ha scritto:
    Invece io credo che il loro obbiettivo sia la simulazione. Solo che hanno perso il passo e ora non possono più riprogrammara da capo :)
     il fatto è che una volta, a Winning Eleven, se giocavi contro un amico niubbo questo nemmeno vedeva la palla...ora non accade più...questo ora accade con Fifa
  6. aleZ

     
    #6
    DevilRyu ha scritto:
    Bella recensione per vari motivi
     
    Grazie dei complimenti, dal canto mio credo sia ora che le recensioni lascino la pallosità dei paragoni continui e delle crociate pro questo o quello. Ormai grazie a Internet chiunque può sapere tutto di un gioco prima che esca, se la stampa può aggiungere qualcosa è giusto che lo faccia senza diventare anch'essa parte delle varie correnti fanboystiche.
    Detto questo, FIFA è oggettivamente migliore come simulazione di calcio, ma alcune modalità di PES (come master league e coppe) lo rendono comunque interessante.
  7. linopacoloco82

     
    #7
    robyjolly ha scritto:
    il fatto è che una volta, a Winning Eleven, se giocavi contro un amico niubbo questo nemmeno vedeva la palla...ora non accade più...questo ora accade con Fifa
      quoto al 100%........per quanto riguarda pes se attendiamo altre 2 stagioni ci "divertiremo", nel senso che aumenteranno le licenze, NOI gli daremo le giuste dritte per migliorare un gioco "poco simulativo ma divertente"....il tempo ci darà ragione :approved:
  8. Muscolo Rosso

     
    #8
    aleZ ha scritto:
    Grazie dei complimenti, dal canto mio credo sia ora che le recensioni lascino la pallosità dei paragoni continui e delle crociate pro questo o quello. Ormai grazie a Internet chiunque può sapere tutto di un gioco prima che esca, se la stampa può aggiungere qualcosa è giusto che lo faccia senza diventare anch'essa parte delle varie correnti fanboystiche.
    Detto questo, FIFA è oggettivamente migliore come simulazione di calcio, ma alcune modalità di PES (come master league e coppe) lo rendono comunque interessante.

    Ciao puoi confermarmi che il ritardo nella risposta ai comandi quando si preme il tasto per passare (problema che affligge la demo) è scomparso totalmente?
  9. RALPH MALPH

     
    #9
    quando lo dicevo io nessuno mi dava retta, adesso che c'è la rece di alez spero vi mettiate l'anima in pace
  10. aleZ

     
    #10
    Muscolo Rosso ha scritto:
    Ciao puoi confermarmi che il ritardo nella risposta ai comandi quando si preme il tasto per passare (problema che affligge la demo) è scomparso totalmente?
     
    no c'è ancora, il gameplay è grossomodo identico alla demo
Continua sul forum (533)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!