Genere
Simulazione
Lingua
Italiano
PEGI
3+
Prezzo
€ 49,99
Data di uscita
25/3/2011

PilotWings Resort

PilotWings Resort Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Monster Games Inc.
Genere
Simulazione
PEGI
3+
Distributore Italiano
Nintendo Italia
Data di uscita
25/3/2011
Lingua
Italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 49,99

Lati Positivi

  • Uso del 3D eccellente, il migliore tra i titoli di lancio
  • Atmosfera piacevolmente rilassata
  • Controlli impeccabili
  • Gameplay affascinante

Lati Negativi

  • Sconcertante povertà di contenuti: una sola location, riciclata.
  • Esplorazione ridotta rispetto ai prequel
  • Mission design leggermente ripetitivo
  • Solo una missione con la Tuta Scoiattolo

Hardware

Pilotwings Resort è un'esclusiva Nintendo 3DS: per diventare i nuovi dominatori dell'aria vi serviranno una console Nintendo 3DS e una copia originale del gioco in versione PAL.

Multiplayer

Sfortunatamente non è previsto alcun tipo di supporto multigiocatore.

Modus Operandi

Il gioco è stato provato su un Nintendo 3DS nuovo fiammante, con una copia acquistata regolarmente in negozio.
Recensione

Il miglior 3D portatile?

Analizziamo modalità di gioco e stereoscopia.

di Marco Mottura, pubblicato il

Pilotwings Resort è strutturato in due modalità principali: Volo Libero e Missioni. La prima modalità è presa di peso dalla componente “aeronautica” di Wii Sports Resort: servendovi del vostro mezzo preferito (la scelta potrà ricadere su aeroplano, jetpack o deltaplano, più i tre veicoli “alternativi” da sbloccare col progredire del gioco), dovrete svolazzare in lungo in largo per l'ormai arcinota Wuhu Island, perlustrando ogni centimetro cubo alla ricerca di punti di interesse, oggetti da collezionare e palloncini da far esplodere. Purtroppo, rispetto alla sontuosa versione N64, il senso di esplorazione (che era uno dei cardini imprescindibili del capitolo a 64-Bit) risulta colpevolmente ridotto all'osso: la presenza di un'unica location - per di più già vista ed ispezionata per intero in un altro titolo tutto sommato recente - vanifica infatti qualsiasi velleità esplorativa, relegando alla sola spettacolarità del 3D il senso di meraviglia che nel precedente episodio sorgeva spontaneo imbattendosi in panorami sempre nuovi e fortemente evocativi.

MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU

Se il Free Flight Mode rappresenta un placido diversivo (che vi intratterrà comunque per più di qualche ora, specie se vi farete prendere dal mood e dall'esigenza ossessivo-compulsiva di sbloccare tutto lo sbloccabile), la modalità Missioni incarna senza dubbio alcuno il vero cuore del gioco. Vi ritroverete alle prese con 42 missioni (suddivise in 6 classi) dagli obiettivi più disparati, che vi costringeranno a prendere dimestichezza con mezzi dal feeling radicalmente diverso tra loro. Dalla solidità dell'aereo alla sensibilissima manovrabilità del Jetpack, passando per l'eterea leggerezza del deltaplano, ogni veicolo risulterà fortemente caratterizzato rispetto agli altri, anche se tutti saranno accomunati dall'esemplare qualità dei controlli (merito dell'eccellente analogico della console). Nulla da eccepire sulla bontà dell'esperienza in termini di puro gameplay: sarà una divertente lotta contro il tempo e contro voi stessi nel tentativo di dimostrare la vostra innata abilità di piloti, anche se va detto che probabilmente una maggiore varietà nel design delle missioni non avrebbe guastato (o forse semplicemente sarebbe bastato ambientare le stesse missioni in location differenti per assicurare una freschezza e un impatto ancora più convincenti).

L'effetto 3D è da mozzare il fiato, e in particolare la missione della Tuta Scoiattolo sarà difficilissma da cancellare dalla vostra memoria di giocatori   - PilotWings Resort
L'effetto 3D è da mozzare il fiato, e in particolare la missione della Tuta Scoiattolo sarà difficilissma da cancellare dalla vostra memoria di giocatori  

NUVOLE RAPIDE

Inutile nascondersi dietro a un dito: al di là dei classici parametri di valutazione comuni a qualsiasi videogioco, moltissimi saranno giustamente interessati a sapere qualcosa di più preciso riguardo all'argomento più in voga del momento, ovvero la bontà dell'effetto 3D autosteroscopico che di fatto rappresenta il principale punto di forza della nuova console N. In quest'ottica, Pilotwings Resort va considerato senza mezzi termini un successo clamoroso: grazie all'effetto tridimensionale la pregevole realizzazione tecnica (Wuhu Island appare identica a quanto visto in Wii Sports Resort, con anzi addirittura qualche texture migliorata e un paio di shader in più) si fa ancora più convincente, aprendo una finestra su un mondo che vive con tutta la sua incredibile solidità spaziale all'interno dello schermo. Immaginatevi di attraversare, sulle note di una colonna sonora briosa e mai invasiva, coloratissimi diorami dall'orizzonte a perdita d'occhio: grazie alla palpabile separazione tra il vostro Mii e lo sfondo dell'isola, sarete come per magia in grado di avvertire il vento ad alta quota, di sperimentare la vertigine e il senso di libertà assoluta del volo, ma anche di percepire le distanze tra voi e gli oggetti come mai accaduto prima d'ora in un videogame. Non è semplice spiegare il delicato incantesimo a parole, ma vi basti sapere che grazie al 3D “vicino” e “lontano” diventeranno concetti strepitosamente concreti, a tutto vantaggio dell'immedesimazione e dell'esperienza.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Godibile e divertente, Pilotwings Resort è il titolo ideale per sperimentare la magia del 3D. Peccato soltanto per l'ingiustificabile riciclo di contenuti: una sola isola non basta a fare la felicità.

Commenti

  1. Jeff

     
    #1
    Bella analisi Mdk, sono sostanzialmente d'accordo.
    La cosa strana è che, pur avendo esplorato l'isola in lungo e in largo in Wii Sport, qui appare sotto una luce nuova, merito della combo 3d+portatile, anche se ovviamente manca il senso dell' esplorazione.

    Un appunto sul 3d del gioco, e perchè no della console; dopo tutte queste ore io ancora non ho capito cosa sia in grado di fare. O, meglio, non mi aspettavo che potesse suscitare sensazioni differenti: nel gioco infatti è come se noi entrassimo letteralmente nel piccolo mondo dell' isola, ed è tutto li' dentro, sterminato.
    In altre situazioni, come nell' osservare i modellini, invece l'effetto è assolutamente quello "cinematografico" gli oggetti che escono dallo schermo ed è difficile tenere ferma la mano per non tentare di sfiorare le ali.
  2. Mdk7

     
    #2
    Grazie per i complimenti Jeff. ^^
    Onestamente la storia della luce nuova non mi trova affatto d'accordo: l'isola quella era e quella rimane, ed a dispetto dell'impressionante immedesimazione data dal 3D (che come ho scritto nel caso specifico oltre ad essere un delizioso regalo per gli occhi davvero aggiunge anche qualcosa di più al gameplay, visto il modo in cui capisci di essere vicino o lontano dagli oggetti) a me ha pesato TANTISSIMO il fatto di sapere già dove fossero i landmark, di conoscere già la location e tutto quanto.
    Anche perché se mi fossi trovato di fronte a scenari nuovi (pretesa che mi pare grottesca, contando che siamo veramente al minimo sindacale!), probabilmente sarei davvero impazzito per un gioco così, che E' in tutto e per tutto Pilotwings.


    Per la questione del 3D in assoluto... vedremo, anche se la partenza mi sembra come minimo intrigante.
  3. Andrea_23

     
    #3
    L'idea di valorizzare l'isola, utilizzandola come hub per più giochi è interessante. Peccato che sia applicata ad una filosofia di sviluppo arcaica : D.

    La cosa migliore per rendere appetibile un concept di questo tipo sarebbe riprendere il modello commerciale/distributivo tipico degli mmo. Ipotizziamo che mi sia già comprato il Resort con la Balance, Nintendo dovrebbe essere così onesta ed intelligente da permettermi di pagare solamente (sotto forma di DLC) il nuovo set di modalità/gameplay/interfaccia che trasforma il resort in Pilot Wings, non l'intero pacchetto.

    In altre parole: Wuhu-island dovrebbe essere un'entità svincolata dall'hardware, upgradabile attraverso più canali (wii, 3ds).
    Così com'è è un'inculata pazzesca :___D.

    /smack
  4. Mdk7

     
    #4
    Al di là di soluzioni interessanti ma che rientrano nella pura fantascienza visto il contesto delle console, sarebbe bastato far uscire Pilotwings con 4-5 location nuove e stop.
    Non era chiedere tanto eh.
  5. Andrea_23

     
    #5
    Alt.

    Fantascienza per Nintendo (e siamo d'accordo x°°D), non in generale : D. Non sarebbe nulla di particolarmente proibitivo ed anzi si tratterebbe di una scelta del tutto razionale, secondo me ^^.

    In ogni caso era solo una suggestione estemporanea, chiudo qua ; P.
  6. the TMO

     
    #6
    Per me è il peggior titolo di lancio mai visto. Roba da Pen Pen tricelon.
  7. Mdk7

     
    #7
    Alla salute!
    :toghy:
  8. Tristan

     
    #8
    Va beh, mi pare chiaro che questo era il classico titolo tirato via per il lancio che quei poveri disgraziati dei Monster Games han dovuto tirare fuori (Excite truck?), imho è quasi sicuro un sequel "completo", tanto "pacchettizzato" coi mii è un successo di vendite assicurato, basta dare agli sviluppatori tempo e dindi e tirano fuori il giocone. Come sempre però ci tocca aspettare. Bella rece, oggi penso di prenderlo, spero di rimanerne soddisfatto quanto mdk ^^
  9. Mdk7

     
    #9
    TristanVa beh, mi pare chiaro che questo era il classico titolo tirato via per il lancio che quei poveri disgraziati dei Monster Games han dovuto tirare fuori (Excite truck?), imho è quasi sicuro un sequel "completo", tanto "pacchettizzato" coi mii è un successo di vendite assicurato, basta dare agli sviluppatori tempo e dindi e tirano fuori il giocone. Come sempre però ci tocca aspettare. Bella rece, oggi penso di prenderlo, spero di rimanerne soddisfatto quanto mdk ^^




    Ma sai che secondo me non è neanche stato sviluppato con tutta questa fretta?
    Perché quel che c'è è anche fatto bene, curato.
    Il problema è quel che non c'è... e quei contenuti sono stati omessi apposta, per lucrarci a bomba.
    Tanto sto gioco venderà comunque le sue belle cifre, e così com'è sarà costato VERAMENTE 3 lire.
  10. Stefano Castelli

     
    #10
    the TMORoba da Pen Pen tricelon.
    Mamma mia, che mi hai ricordato! :O
Continua sul forum (132)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!