Genere
Azione
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
59,90 Euro
Data di uscita
15/8/2005

Sid Meier's Pirates!

Sid Meier's Pirates! Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Atari
Sviluppatore
Firaxis Games
Genere
Azione
Distributore Italiano
Take2
Data di uscita
15/8/2005
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
59,90 Euro

Lati Positivi

  • Grande atmosfera
  • Cura dei dettagli
  • Sottogiochi ben armonizzati con il background

Lati Negativi

  • Troppo ripetitivo
  • Sottogiochi un po' troppo semplificati

Hardware

Per giocare a Sid Meier's Pirates! è necessaria una console Xbox PAL, una confezione del gioco originale e un joypad.

Multiplayer

Sid Meier's Pirates! prevede il multiplayer solo nella modalità "battaglia navale" e solo sulla stessa console (fino a quattro giocatori). Il supporto per il Live! è assolutamente marginale e "pro forma" visto che consente soltando di salvare le nostre statistiche sul server centrale.

Link

Recensione

Sid Meier's Pirates!

"No signor Treepwood. Lo vedo che ha delle referenze ma, da lei, non ci interessano. Le dico di più, il capitano la conosce di fama e non vuole aver nulla a che fare con lei. No, non ha il barbone e un aspetto cadaverico, ma vorrebbe non rischiare l'affondamento a ogni lega. No, non c'è un walktrough per essere ammessi. E la smetta di spruzzarmi in faccia questa disgustosa birra di radice!"

di Alessandro Billeri, pubblicato il

Per esempio attaccando in maniera feroce i vascelli della Spagna diventeremo particolarmente odiati in tutte le città spagnole, fino al punto che potrebbero impedirci di sbarcare cannoneggiandoci all'entrata in porto. Per contro però le nazioni in quel momento nemiche della Spagna, premieranno le nostre azioni con premi in terreni, promozioni e titoli nobiliari. Come caso limite potremmo conquistare una delle città Spagnole, insediare un governatore di una diversa nazione e vedere i nostri crediti nei confronti di quella nazione crescere rapidamente. Magari, prima di attaccare la città in questione, potremmo parlare con dei Pirati con i quali siamo in buoni rapporti per fargli fare una razzia che ci apra la strada e ci renda più semplice la conquista.
Occasionalmente i governatori ci chiederanno di svolgere per loro delle missioni diplomatiche: consegnare un trattato di pace o una dichiarazione di guerra. Sarà in nostro potere fare in modo che questi trattati arrivino o meno a destinazione, cambiando completamente lo scenario delle alleanze nei Caraibi.

TOMBEUR DE FEMMES
I porti saranno il punto cardine di tutte le nostre avventure: in essi avremo occasione di commerciare, di riparare e potenziare la nave e di arruolare la ciurma, ma soprattutto avremo la possibilità di raccogliere informazioni sui vascelli più appetibili, acquistare pezzi di mappe del Tesoro o utili gadget, scoprire voci su dove potrebbero essere nascosti i membri della nostra famiglia (visto che in fin dei conti è il motivo per cui ci siamo dati alla pirateria).
Non dimentichiamo poi che ogni città ha un suo il governatore, che ci offrirà premi o richiami per la nostra attività corsara... E dove c'è un governatore, c'è ovviamente anche sua figlia! Un capitano coraggioso, giovane ed aitante come il nostro personaggio non mancherà di suscitare gli appetiti di tali fragili donzelle. Queste fanciulle ci chiederanno di accompagnarle al ballo, se saremo dei bravi ballerini ci forniranno informazioni importanti, altrimenti ci saluteranno sprezzanti. Con il passare del tempo e la nostra crescita di carriera saranno disponibili ad accettare costosissimi gioielli da noi e saranno sempre più affettuose nei nostri confronti. Se poi una di queste bellezze dovesse venire rapita e noi riuscissimo a salvarla ecco che potremo perfino sposarla.

L'ARENA DEI PIRATI

Al combattimento navale, che come detto è in effetti il sottogioco più interessante, è dedicata una parte a sé stante di Sid Meier's Pirates! indipendente dalla nostra carriera di bucaniere: la cosiddetta "modalità contro". Si tratta di uno scontro tra due, tre o quattro vascelli, in uno specchio di mare limitato, in modalità "tutti contro tutti" o anche a squadre. I vascelli possono essere controllati dalla CPU dell'Xbox o da un giocatore umano. Tale modalità è l'unica forma di multiplayer supportata Sid Meier's Pirates!.
Da notare che il servizio Live! pubblicizzato anche sulla copertina del gioco serve esclusivamente per salvare sul server centrale di Microsoft le nostre statistiche ed eventualmente per scaricare contenuto aggiuntivo (che però al momento non appare essere disponibile).

REMAKE PIRATESCO

Al di là dell'ovvio elogio che è doveroso fare al titolo originale (che si mostra ancora fresco e attuale a distanza di quasi due decenni) bisogna chiarire cosa si troverà davanti il giocatore che non si faccia travolgere dai ricordi.
I vari sottogiochi sono molto semplici e non soddisferanno l'appetito dell'appassionato dei singoli generi. Per contro il tutto è intessuto in un tessuto così coerente e romantico da far dimenticare i singoli eventi e da far apprezzare piuttosto lo sguardo d'insieme e l'atmosfera piratesca scanzonata, più simile ad un film come la "Maledizione della prima luna" o ad un "cappa e spada" di Errol Flynn che ad una situazione realistica. Sostanzialmente è nei dettagli che tale gioco dimostra classe: la parte politica, come ci si può aspettare da Sid Meier, e molto intrigante anche se abbastanza semplice; la ricerca dei nostri parenti e del Marchese Montalbàn diventeranno ben presto una fissazione ludica; la ciurma innervosita diverrà un fastidio tale che vorreste avessero implementato nel gioco il "giro di chiglia".
Peccato che dopo una settimana vi renderete conto che il gioco inizia ad essere ripetitivo, che le cose da fare sono sempre quelle, che una volta trovato il marchese ed i parenti non avrete più tutta questa voglia di rigiocarlo.
Magari un mese dopo potreste trovare ancora voglia di gustare l'atmosfera, veramente ben fatta del titolo, e magari scegliere una carriera totalmente diversa, più onesta o magari più furfantesca, dando la vostra fedeltà a valori e obiettivi ben diversi da quelli della prima partita. A questo proposito il nostro consiglio è di giocarlo con un livello di difficoltà adeguato (almeno il quarto), visto che i primi tre livelli rischiano di rovinarvi le varie sorprese senza essere realmente impegnativi.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Un titolo di gran classe il Pirates! di Sid Meier. E' come quelle donne che affascinano senza avere in realtà nulla di veramente eccezionale, ma dando un effetto d'insieme impeccabile. Non è perfetto ma ha un'atmosfera quasi unica. Vi troverete a maledire gli indubbi difetti del titolo mentre non riuscirete a mollare il pad nemmeno per un minuto. Peccato per l'eccessiva semplificazione (se non semplicità) dei sottogiochi e una ripetitività che presto potrebbe stancarvi. Splendida, come detto, l'atmosfera, e soprattutto l'effetto "d'insieme". A nostro parere non è eccessiva la longevità e non si presta a un rigiocabilità immediata, anche se avremo sempre la possibilità di intraprendere una carriera totalmente diversa. L'impressione è che si sia lavorato più sull'atmosfera che sul gioco vero e proprio, ripreso in maniera persino eccessiva dall'originale. In Pirates! c'è la classe di Sid Meier ma, e lo diciamo con profondo dispiacere, non c'è la profondità a lungo termine che ci saremmo aspettati. Un titolo validissimo se avete voglia di passare una spensierata settimana nei Caraibi, un po' meno se cercate un gioco che vi accompagni a lungo.