Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Pirati dei Caraibi: L'Armata dei Dannati

Pirati dei Caraibi: L'Armata dei Dannati Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Disney Interactive Studios
Sviluppatore
Propaganda Games
Genere
Gioco di Ruolo
Giocatori
1

Lati Positivi

  • Non è prevista alcun tipo di modalità multigiocatore.

Hardware

L’Armata dei Dannati è attualmente in sviluppo per PlayStation 3, Xbox 360 e PC ed è previsto in uscita il prossimo autunno.

Multiplayer

Il gioco non contemplerà alcuna modalità multiplayer.
Anteprima

Sulle orme di Jack Sparrow

Disney torna all'assalto dei Caraibi in chiave GDR.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

La volontà da parte di Disney di potenziare la sua divisione dedicata allo sviluppo di videogiochi sta trovando uno dei primi riscontri nell’inspessimento dell’organico di Propaganda Games, team interno a cui si deve la recente rinascita in HD di Turok.
Nell’ultimo anno e mezzo lo studio con sede a Vancouver ha salutato l’ingresso di numerosi nuovi elementi, tra gente proveniente dai vicini uffici di Electronic Arts, altra che ha lavorato in Eidos e LucasArts e altra ancora con un passato, anche importante, in BioWare.
Una competenza, quest’ultima, che starà tornando sicuramente utile per la realizzazione del nuovo progetto del team, L’Armata dei Dannati, un Gioco di Ruolo ambientato nell’universo di “Pirati dei Caraibi” che vuole segnare una decisa rottura con i precedenti tentativi di sfruttamento del brand, proponendosi come un titolo competitivo in senso assoluto e dagli standard qualitativi elevati.

IL RUOLO DEI TEMPI MODERNI

Ed è proprio il recente corso di BioWare, in particolare quello che ha portato a Jade Empire e Mass Effect, la fonte di ispirazione più evidente de L’Armata dei Dannati.
Il gioco proporrà infatti una formula strettamente imparentata con l’azione, eventi raccontati con un piglio spettacolarizzante, la possibilità di scegliere tra una classica dicotomia buono/cattivo e, non ultimo, un universo vibrante e curato fin nei minimi dettagli. Su quest’ultimo aspetto dovrebbe porsi come garanzia la stretta collaborazione con Jerry Bruckheimer, deus ex machina della serie cinematografica, grazie a cui i fatti narrati nel gioco si andranno a inserire nella storiografia ufficiale della saga.
Collocata diverso tempo prima rispetto ai film e scollegata dal quarto episodio delle avventure di Jack Sparrow in arrivo nella sale il prossimo anno, la storia de L’Armata dei Dannati ha come protagonista Sterling, intraprendente ventunenne appena giunto ai Caraibi dopo una vita spesa a fantasticare di avventure piratesche nei sobborghi di Londra. Come messaggio di benvenuto nel mondo che ha sempre sognato, tuttavia, si ritrova un biglietto per un viaggio in fondo al mare, dove... muore. Ma là sotto è entrato in contatto con una forza misteriosa, quella maledizione attorno a cui ruotano le vicende fantasy-horror delle pellicole, e per lui quello sarà solo l’inizio. Risvegliatosi sulla spiaggia di un’isola sperduta, Sterling sente scorrergli nelle vene uno strano potere: al giocatore la decisione di farne l’uso che crede, scelta dopo scelta, provando a incarnare l’ideale di un comandante coraggioso e impavido o lasciandosi progressivamente trasformare in un non-morto feroce e ripugnante. Due parabole a cui corrisponderanno, chiaramente, sviluppi nella trama e nelle possibilità di gioco marcatamente differenti.

UNA VITA SULLA CRESTA DELL’ONDA

Propaganda Games sostiene che ne L’Armata dei Dannati si godrà di un’estrema libertà, vivendo il ruolo del pirata a 360 gradi, con la possibilità di dedicarsi senza troppi vincoli alla quest principale piuttosto che alla navigazione del mare, anche senza una meta precisa, o, ancora, alla scoperta dei segreti celati da un’isola inesplorata.
Le fasi di gioco saranno principalmente di due tipi: a piedi e al timone della propria nave. Nel primo caso, i combattimenti si presentano sulla falsariga di quelli di action game puri come Devil May Cry o God of War: Sterling dispone di una serie di attacchi, basati sull’uso della spada, della pistola e di una potente ancora, che è possibile legare tra loro e distribuire sui nemici in vario modo, attraverso un sistema che contempla combo, parate, contrattacchi e poteri speciali, come la possibilità di “evocare” un paio di onde con cui travolgere il nemico. Un gameplay che in linea teorica non lascia nulla al caso e che appare potenzialmente in grado di dare soddisfazioni anche ai patiti dell’azione, ma che, a giudicare da quanto visto, si esprime in maniera troppo elementare e schematica, a causa soprattutto di nemici quasi totalmente privi di verve.
Più riuscite, allo stato attuale, sembrano invece le battaglie navali, dove solcando un mare animato da un’efficace simulazione del moto ondoso occorre lanciarsi in serrati inseguimenti delle imbarcazioni avversarie, per poi lottare strenuamente a colpi di cannonate, sfruttando al contempo abilità manuale, pensiero tattico e lungimiranza nella scelta della ciurma, dei potenziamenti e di altri elementi attraverso cui è possibile personalizzare le caratteristiche del proprio vascello.

UNA ROTTA ANCORA LUNGA

A detta degli sviluppatori, L’Armata dei Dannati sarà in grado di appassionare sia i giocatori meno esigenti, che seguendo la quest principale potranno vivere un’avventura incalzante e spettacolare, sia gli appassionati di GdR, che approfondendo il sistema di gioco e dandosi alle missioni secondarie dovrebbero trovare lo spessore a cui sono abituati. Una dichiarazione di intenti che stride tuttavia con le feature emerse finora, che sembrano puntare a vele spiegate verso un comparto ruolistico alquanto “asciutto”: nel gioco non ci sarà infatti un party da gestire, non sarà possibile creare da zero il proprio personaggio né sceglierne qualsivoglia tipo di classe e non saranno presenti statistiche dettagliate di armi e attributi personali, senza considerare che i brevi spezzoni esplorativi sulla terraferma mostrati finora si caratterizzano per una struttura estremamente lineare.
Il gioco, infine, ci è apparso in uno stato di lavorazione un po’ troppo arretrato per centrare la data di rilascio, prevista per l’autunno di quest’anno. Ci auguriamo piuttosto che Propaganda Games si prenda tutto il tempo necessario per mettere assieme nel migliore dei modi i pezzi e riuscire a conferire all’esperienza di gioco quel bilanciamento “universale” a cui sembra davvero tenere.


Commenti

  1. @nt0n&((o

     
    #1
    sembra promettere bene, vedremo
  2. the TMO

     
    #2
    oh... e questo da dove sbuca?! Sembra promettente!
  3. joint

     
    #3
    Apperò, no mi sembra neanche troppo male.
    Sorpresa?
  4. Yuber

     
    #4
    sorpresina O_o
  5. Nick_Storm

     
    #5
    ma si usa jack sparrow? O un seguace a mò del signore degli anelli la terza era?
  6. evil_

     
    #6
    Nick_Storm ha scritto:
    ma si usa jack sparrow? O un seguace a mò del signore degli anelli la terza era?

    non per fare quello che accende il fuoco, ma se fossi l'autore dell'articolo mi incazzerei non poco.
    quarta foto, didascalia: "Propaganda non ha ancora deciso se includere un cameo di Jack Sparrow"
  7. joint

     
    #7
    Nick_Storm ha scritto:
    ma si usa jack sparrow? O un seguace a mò del signore degli anelli la terza era?
    Se davi un'occhiata anche all'articolo, scoprivi che viene spiegato chiaramente il fatto tu sia un personaggio slegato dalla trama del film, e che ancora non si sa se sarà previsto un cameo di Jack Sparrow.  ;)
  8. evil_

     
    #8
    comunque forse non ve lo ricordate, ma anche il primo gioco dei pirati dei caraibi erano tecnicamente molto impressive. peccava un pò sul versante gameplay, però!
  9. Nick_Storm

     
    #9
    evil_ ha scritto:
    non per fare quello che accende il fuoco, ma se fossi l'autore dell'articolo mi incazzerei non poco.
    quarta foto, didascalia: "Propaganda non ha ancora deciso se includere un cameo di Jack Sparrow"
     non ho potuto leggere per ora, stò vedendo la tv. Solamente che ero curioso e non mi sono trattenuto dal domandare.
  10. teoKrazia

     
    #10
    evil_ ha scritto:
    quarta foto, didascalia: "Propaganda non ha ancora deciso se includere un cameo di Jack Sparrow"


    Hanno detto così, poi magari in realtà hanno già studiato tutto da mò e semplicemente si riservano di fare un annuncio ufficiale fra qualche tempo, tirandosela un pochetto. :D

    Comunque, a parte il fatto che da quanto visto e sentito il gioco sembra poter soddisfare gli utenti sfegatati di RPG tanto [o poco? XD] quanto un Mass Effect 2, mi sembra un progetto da tenere d'occhio. C'ha buone idee nel combat, sia a terra che a bordo delle navi. Nel primo caso le basi sono ottime, ma c'è da sperare che fixino la fluidità dell'azione e soprattutto l'IA, per permettere loro di esprimersi a modo. Nel secondo caso, da quanto ci è stato mostrato le cose sembrano già molto valide adesso. Tra l'altro nelle fasi in mare il motore grafico tira fuori un sistema di illuminazione, di simulazione delle condizioni meteo e del moto ondoso davvero pregevoli. Poi, vabbé, c'è la licenza, che col suo mondo avventuroso e vivace, che strizza l'occhio al fantasy e all'horror, ha del bel potenziale in ambito ludico.

    Da quel che abbiamo visto però sembrano assai indietro: non ci hanno fatto provare nulla e le fasi mostrate erano sospettosamente piene di placeholder [le custscene erano tutte storyboard disegnati a mano, per rendere l'idea]. In più ci sono un sacco di feature ancora indeterminate.

    Mah, mi sembra improbabile che escano per tempo.
    Poi, magari, chissà, ci si mettono anima e corpo e gliela fanno. :)


Continua sul forum (11)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!