Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

PlayStation 2

PlayStation 2 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Sony Computer Entertainment
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia

Hardware

Protagoniste dell'evento le "quattro piattaforme" di Sony: PlayStation 2, PlayStation Portable, PlayStation Network e PlayStation 3.
Speciale

Gli ultimi saranno i primi?

Sony riapre i suoi studios di Culver City all'industria dei videogiochi.

di Simone Soletta, pubblicato il

Il secondo è invece il parto geniale di una mente che, forse, avrebbe bisogno di un'aggiustatina. Echocrome, totalmente in bianco e nero e costruito attorno a una grafica stilizzata, ci chiede di portare un piccolo omino dall'ingresso all'uscita di livelli costruiti con semplici passaggi e sentieri, un po' come un Crystal Castles o un Marble Madness. I vari percorsi, in alcuni casi molto complessi con scale e piattaforme sospese, possono presentare alcune interruzioni e due tipi di teletrasporto, uno che proietta l'omino verso l'alto, uno che lo lancia in basso.
Ruotando la struttura del livello e variandone la prospettiva, dovremo creare una via sicura per il nostro stilizzato alter-ego: il protagonista non cadrà in un'interruzione del percorso se questa sarà nascosta da un'altra struttura, e questo vale anche per i teletrasporti. Se vorremo teletrasportarci, dovremo assicurarci di aver ruotato il livello nel modo corretto, creando così una prospettiva in cui una piattaforma di destinazione sia effettivamente presente. Insomma, Echocrome, insieme a Little Big Planet, che ha nuovamente mostrato al pubblico la sua incredibile rigorosità fisica, sembrano due vere e proprie killer application per il servizio di download di Sony e, in tutta onestà, non vediamo l'ora di giocarli.

PLAYSTATION PORTABLE: IL RESTYLING CHE NON C'È

Le chiacchiere attorno al restyling di PSP si rincorrono ormai da tempo, e come certamente avrete potuto leggere nelle nostre news, in sostanza Sony ha deciso che la "forma" di PSP non doveva essere toccata. Sono state aggiunge alcune funzionalità, come una memoria cache più ampia per velocizzare i caricamenti dal UMD (sempre presenti, quindi, a dispetto dei "rumor") e un'uscita video che permetterà di collegare la PSP a un televisore, una funzionalità annunciata fin dall'inizio che poi, così come l'audio 7.1 degli UMD, era stata abbandonata. Resta la curiosità di valutare come una sorgente da 480*272 pixel sarà visualizzata su un grande schermo in alta definizione, ma avremo certamente modo di farlo in futuro.
La nuova PSP sarà dunque più leggera di un terzo, più sottile del 19 % e potrà contare su batterie più efficienti (o su componenti dal consumo minore, chissà), ma l'impostazione "piatta" della console resterà tale e quale, e questa non è per noi una buona notizia. Non abbiamo ancora avuto l'occasione di prendere in mano la console, ma secondo noi - e lo diciamo fin dal giorno della sua nascita - PSP non è ergonomicamente adatta per sessioni di gioco prolungate, e questo non è un problema che si può risolvere alleggerendola o assottigliandola. È l'impugnatura, totalmente piatta, che risulta scomoda e che costringe a posizioni innaturali dei polsi e dei pollici, in special modo quando si deve agire sul controller analogico. Insomma, un'occasione persa per rivedere un design elegante ma ben poco adatto a chi una console portatile vorrebbe utilizzarla principalmente - se non unicamente - per giocare.
A ogni modo, la nuova console giungerà sul mercato americano a settembre in tre colorazioni: il classico nero, un nuovo argento e una versione dedicata a un bundle con Star Wars: Battlefront, bianca con il casco di Darth Vader serigrafato sul lato posteriore.

LE PLAYSTATION "ADULTE"

Non poteva che meritare almeno una menzione la "vecchia PlayStation 2": i numeri che riesce ancora a inanellare, grazie a un prezzo ormai stracciato e a un parco giochi semplicemente devastante, non sono affatto incredibili. Ormai sono stati raggiunti i 118 milioni di unità distribuite, dieci milioni solo l'anno scorso. Detto questo, è stata ovviamente PlayStation 3 a vestire il ruolo della protagonista, giacché è all'ammiraglia di casa Sony che è deputato il compito di mantenere la leadership nel panorama globale del videogioco.