Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
23/3/2007

PlayStation 3

PlayStation 3 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment Europe
Sviluppatore
Sony Computer Entertainment
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
23/3/2007
Lingua
Tutto in Italiano

Hardware

Su tutte le PlayStation 3 sarà disponibile una connessione Ethernet da un Gigabit al secondo. Solo la versione "premium" potrà contare sulla connessione Wi-Fi.

Link

Speciale

[E3 2006] PlayStation 3 e l'online: i primi passi

Funzionalità appena accennate, ma grande enfasi sulla connettività.

di Simone Soletta, pubblicato il

È indubbio che buona parte dello scontro tra i due colossi Microsoft e Sony nella prossima generazione si combatterà nelle arene virtuali di Internet. Xbox Live è una realtà ormai ben radicata e forte di uno zoccolo duro di utenti attivi ed entusiasti, dal canto suo Sony ha proposto nella generazione PlayStation 2 iniziative spesso slegate tra loro e offerte in modo poco integrato.
Ebbene, tutto questo dovrà cambiare. Il problema è che, durante la conferenza pre-E3, Sony è stata ancora una volta molto avara di particolari, specialmente in quell'ambito operativo-giocoso che è quello che più ci interessa. L'attenzione è stata posta maggiormente sulle possibilità commerciali, a testimonianza del fatto che l'online viene visto dalle grandi case come una nuova, grande opportunità di far soldi piuttosto che come servizio da dare ai giocatori. Ma andiamo con ordine...

TUTTO PRONTO PER L'ONLINE

PlayStation 3, al contrario della console che l'ha preceduta, ha tutto quello che serve per lanciarsi nelle grandi arene dell'online gaming. La presenza del disco fisso "di serie" permetterà a tutti i giocatori di scaricare contenuti di tutti i tipi e agli sviluppatori di sfruttarne la grande capacità di immagazzinamento. La porta Gigabit Ethernet e - nel modello di punta - il supporto Wi-Fi aiuteranno anche gli utenti meno scafati a inserire la nuova console nella loro rete casalinga in pochi istanti. Secondo Kaz Hirai "grazie alle infrastrutture a banda larga e all'hard disk integrato, il supporto online sarà nella prossima generazione come il condizionatore sulle automobili: quello che era un accessorio diventerà uno standard".
I giocatori secondo Sony si interesseranno sempre di meno della provenienza di un media, sia questo gioco, musica o filmato. Piuttosto, per quanto riguarda i videogiochi, sarà importante il divertimento, e non il supporto o il canale distributivo. Una posizione che ci sentiamo di condividere, siamo infatti certi che il digital delivery sarà una componente importantissima sia per quanto riguarda la distribuzione gratuita di contenuti (le demo, per esempio, che periodicamente vengono pubblicate su Xbox Live sono un segnale chiarissimo), sia per i contenuti a pagamento, anche episodici.

GIOCARE E SOCIALIZZARE SENZA SPENDERE

Nel campo dei servizi ai giocatori, Sony promette il supporto gratuito a tutte le funzionalità necessarie per gestire il proprio account e lanciarsi nel mondo dell'online gaming. Stranamente, dopo tanta attesa ben poche parole sono state spese su queste importantissime funzionalità, che rappresentano in fondo il primo, vero motivo per il quale un utente si iscrive ai servizi online dedicati espressamente a una console.
Hirai si è limitato a mostrare una slide, che vi proponiamo qui a lato, nella quale erano elencate le caratteristiche di base del futuro servizio integrato online di Sony: video chat, chat testuale, classifiche, lista di amici, profilo del giocatore, decisamente niente di nuovo sotto al sole, ma il raggiungimento di tutte le caratteristiche già da tempo disponibili nel servizio della concorrenza.
A questo punto sarebbe stato lecito attendersi una dimostrazione corposa su tali funzionalità e sull'interfaccia, ma in realtà la presentazione ha preso una piega molto diversa...

VENDERE, VENDERE E ANCORA VENDERE

In effetti qualcosa dell'interfaccia del nuovo servizio online di Sony è stata mostrata, ma quasi unicamente le schermate relative alla vendita di contenuti. Abbiamo quindi appreso che i giochi potranno contare su un "negozio virtuale" personalizzato, come il "Warhawk Store" ritratto in una delle immagini. L'interfaccia è effettivamente elegantissima, e ci permetterà di navigare con facilità tra i contenuti aggiuntivi e scegliere quello che vogliamo scaricare sul nostro disco rigido.
Un esempio eclatante - e in effetti richiesto a gran voce da tutti i "canterini in erba" - lo abbiamo avuto attraverso la versione PlayStation 3 di Singstar. Alzi la mano chi non ha mai desiderato poter espandere la tracklist di questo piccolo capolavoro o dei più famosi Rhytm Game... con PlayStation 3 questo sarà possibile: basterà collegarsi al "SingStore", scegliere la canzone che più ci piace e scaricarla per averla sempre a disposizione durante le nostre jam session vocali, video di sfondo in alta definizione compreso.
E come si paga? Il pagamento elettronico via carta di credito è ovviamente scontato, in aggiunta a questo Sony distribuirà delle carte prepagate (in valuta, non in crediti o "unità") che potranno essere sfruttate per ricaricare il proprio portafogli virtuale.

VECCHIE GLORIE ALLA RISCOSSA

Attraverso il nuovo servizio online e all'emulatore PlayStation annunciato per PSP potremo inoltre scaricare sulle nostre console portatili i classici del passato: è una strada che è stata intrapresa da Microsoft e Nintendo, e Sony non poteva certo mancare, forte com'è di un parco-titoli di assoluta ampiezza e rilevanza. Non sono stati comunicati i prezzi dei singoli giochi, la speranza è che siano molto bassi per impedire che questa operazione-nostalgia, che di per sé è una possibilità gradevole, non venga percepita come l'ennesima furbata tesa a venderci un'altra volta i giochi che già abbiamo comprato.

ALTRI DETTAGLI? RIPASSARE, PREGO

Sostanzialmente, quanto mostrato sui nuovi servizi online di Sony è tutto qui. Un po' una delusione, considerato che il colosso giapponese in questo settore non parte certo da una posizione privilegiata, ma al contrario è decisamente in ritardo. Ci saremmo attesi maggiore enfasi e dimostrazioni pratiche sull'utilizzo del nuovo servizio, sulla gestione dell'account e delle partite online, ma abbiamo dovuto accontentarci della speranza che, questa volta, Sony prenderà il gioco online con la dovuta serietà.