Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
23/3/2007

PlayStation 3

PlayStation 3 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment Europe
Sviluppatore
Sony Computer Entertainment
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
23/3/2007
Lingua
Tutto in Italiano

Hardware

Questo speciale è basato su una console PlayStation 3 in versione giapponese (edizione con disco fisso da 20 GB). Ricordiamo che il lancio di PS3 in europa è previsto entro marzo 2007.

Link

Speciale

La accendiamo?

Dalla prima ditata ai meandri di XMB.

di Simone Soletta, pubblicato il

È bene dire subito che a livello di rumorosità siamo su standard più che validi: PlayStation 3, nonostante il disco rigido e la ventola interna, è molto silenziosa e - soprattutto - non sembra necessitare di aumenti vertiginosi del flusso di raffreddamento neanche quando si trova sotto sforzo. Il regime della ventola di quando in quando aumenta, ma a una normale distanza di utilizzo la cosa non è percepibile. Per scaldare, invece, scalda eccome: dalle feritoie posteriori e da quella posta sul lato destro esce un flusso di aria davvero molto calda.
Abituati alla possibilità di accendere la console direttamente dal joypad introdotta da Xbox 360, proviamo a ripetere l'operazione con PlayStation 3: per la gioia della nostra innata pigrizia, una pressione prolungata sul tasto PS del SIXAXIS produce la magia richiesta: la console si accende e può essere messa in stand-by nello stesso modo. L'importante è capire che, a differenza di PlayStation 2, PlayStation 3 ci mette qualche secondo a entrare in modalità Stand-by. Nel nostro caso, poi, la console si è inspiegabilmente "piantata" tre-quattro volte, con il led verde lampeggiante, nessuna immagine sullo schermo e la ventola ancora attiva.
Infine, anche il tasto di espulsione del disco è "a sfioramento", basta poggiare delicatamente il dito sulla classica freccia e il disco viene "sputato"; in caso di pressione con la meccanica slot-in vuota, la console emette tre brevi "bip" in sequenza.

L'ORCHESTRA DI SONY

PlayStation 3 ci accoglie nel suo ambiente operativo Cross Media Bar con un effetto sonoro molto piacevole: un'orchestra che "si accorda", proprio come fanno gli strumentisti all'inizio di un concerto. L'animazione di sfondo riprende quella già vista su PSP e in generale l'impatto con XMB trasmette stile ed eleganza, in netto contrasto con l'impostazione “fumettosa” e colorata scelta da Microsoft. Le funzionalità sono comunque le stesse, più o meno, e a parte qualche dettaglio ci si ritrova di fronte a un'interfaccia sostanzialmente identica a quella di PSP, con tutti i pro e i contro del caso. Secondo noi, infatti, navigare tra le opzioni della Cross Media Bar non è particolarmente comodo, sarebbe stato forse meglio dividere - come ha fatto Microsoft - le cose per macrogeneri (gioco - media e così via), ma in questi casi si tratta probabilmente di gusti personali.
Oggettivamente deludente è invece la prima sezione della XMB, quella relativa agli account utente: la pagina di Microsoft zeppa di informazioni, con gli obiettivi e la possibilità di personalizzare l'icona è lontana anni luce. Qui troviamo solamente un'icona con il nome, un'icona piuttosto triste oltretutto e variabile solamente scegliendo da una rosa altrettanto trascurabile. Non sappiamo se, una volta collegati al servizio online di Sony, quest'area si espanderà e potremo inserire più dati o personalizzare maggiormente il nostro profilo: al momento l'iscrizione è un vero e proprio enigma, visto che tutta l'interfaccia è in giapponese e che bisogna avere un indirizzo nella terra del Sol Levante per iscriversi.
Più interessante è il browser web, che è sorprendentemente rapido e, su un display ad alta definizione, utilizzabile senza problemi, eccezion fatta per il mancato supporto ad alcuni plugin che potrebbe rendere difficoltosa la navigazione su molti siti. Per esempio, non sembra supportato Flash, ed è un problema visto l'uso estensivo che se ne fa nelle home page oggigiorno, compresa la nostra di Nextgame.it. (AGGIORNAMENTO: tornati con più calma sulla questione, abbiamo scoperto che in effetti alcuni contenuti in Flash vengono eseguiti, ad esempio le home page di IGN.com e di Samsung.it - simile alla nostra come impostazione - mostrano le animazioni, ma con transizioni molto lente. Il nostro server, invece, invia la copia in jpg degli "strilli", evidentemente perché non riconosce in PlayStation 3 un browser compatibile con la versione di Flash usata. Aprire Gamespot, invece, comporta una pagina sostanzialmente vuota con l'avviso "l'applicazione non è supportata" al posto degli strilli animati).
Il rendering delle pagine è comunque accettabile, il browser permette di personalizzare il livello di zoom per rendere i testi più leggibili e non manca una lista di preferiti da compilare a nostro piacimento. Certo, il browser di PS3 non potrà mai, probabilmente, sostituire un computer, ma per qualche consultazione al volo tra una partita e l'altra può essere utile.

FOTO, MUSICA E FILMATI

Come su PSP, ritroviamo su PlayStation 3 tre sezioni dedicate specificamente alla riproduzione di contenuti multimediali. La console si è dimostrata particolarmente generosa nel riconoscere i vari media esterni che abbiamo collegato alle sue quattro porte USB: ovviamente non ci sono stati problemi con la PSP, ma anche una fotocamera digitale (incidentalmente anch'essa di Sony) non ha dato problemi, così come un lettore MP3 Panasonic di qualche anno fa. Tutte le periferiche connesse vengono mostrate nelle tre aree di competenza, ed è possibile cercare i vari media all'interno di ognuna. Abbiamo tentato anche di collegare un palmare basato su Windows Mobile 5 e un disco rigido esterno, ma in questi casi non abbiamo avuto successo.
La cosa interessante è che si può tranquillamente utilizzare la PlayStation 3 come "hub" per copiare da un dispositivo all'altro qualsiasi tipo di file. Un MP3 sul lettore portatile, quindi, può essere portato sul disco rigido interno oppure inviato alla PSP, e lo stesso vale per gli album che, dal CD originale, sono stati "installati" (così recita l'interfaccia) sull'hard disk. Il sistema non fa distinzioni di sorta, si possono copiare gli MP3 anche sulla scheda di memoria della fotocamera digitale. Non che serva a qualcosa, naturalmente, ma si può fare.