PlayStation Plus

PlayStation Plus

Servizio online (a pagamento) concorrente di Xbox Live che aggiunge varie offerte e promozioni a PlayStation Network come l'accesso anticipato alle Beta, DLC esclusivi, sconti e altro ancora.
Rubrica

Playstation Plus - Giugno 2016

Vediamo insieme quali sono i titoli scaricabili gratuitamente per gli abbonati

di Dario Ronzoni, pubblicato il

Come ogni mese, eccoci a presentare i giochi che Sony offre gratuitamente in download a tutti gli abbonati Playstation Plus, per PS4, PS3, PS Vita e PSP.

NBA 2k16 (PS4)

Ultima incarnazione di una delle serie sportive più amate di sempre, NBA 2K16 è il titolo dedicato a tutti gli amanti del basket NBA. Rispetto ai predecessori, la modalità carriera, da qualche anno il fulcro del gioco, è stata ulteriormente arricchita con un taglio ancor più cinematografico, grazie alla collaborazione col regista Spike Lee, grande appassionato di basket. Da potenziale talento in erba fino a campione indiscusso della Lega, potremo guidare il nostro giocatore personalizzato lungo tutta la sua carriera. In alternativa, sarà possibile gestire un intero team e seguirlo stagione dopo stagione, successo dopo successo. Grande rigore simulativo e grafica tra le migliori disponibili sul mercato incorniciano un must per tutti i fan di titoli sportivi.

Gone Home (PS4)

7 giugno 1995: Kaitlin, una giovane donna americana, torna a casa dopo un anno all’estero, ma qualcosa non va. La casa è vuota, i familiari sono spariti, lasciando Kaitlin sola tra mille dubbi e perplessità. Comincia così Gone Home, uno dei titoli indie più interessanti degli ultimi anni, un’avventura grafica esplorativa che ha ottenuto grandi consensi tra critica e pubblico, fin dalla sua prima apparizione su PC nel 2013. Il punto forte del gioco è la narrazione, complessa e articolata, basata sulla vicenda principale di Sam, la sorella di Kaitlin, a cui si aggiungono man mano trame secondarie dedicate ad altri membri della famiglia. Una storia d’amore, piccoli e grandi drammi di una famiglia comune, oggetti che raccontano il passato: tutto questo è Gone Home, una prova videoludica sui generis, un gioco che non può lasciare indifferenti.

Echochrome (PS3)

Titolo ormai stagionato (la release originaria risale al 2008), Echochrome è un curioso puzzle game ispirato alle opere del pittore M. C. Escher. La prospettiva è tutto, in un mondo iperstilizzato dove il giocatore dovrà muovere lo spazio per consentire a un manichino, chiamato Viandante, di raggiungere determinati punti dello schema. Stile minimalista e ritmi rilassati ne fanno un prodotto non adatto a tutti, ma di certo un esercizio mentale interessante per chi dai videogiochi non cerca solo adrenalina pura, ma anche un po’ di sana elucubrazione.

Siren: Blood Curse (PS3)

Hanuda è uno spettrale villaggio nascosto tra le montagne giapponesi. Il suo passato ricco di misteri, tragedie e storie di sanguinosi rituali ha richiamato l’attenzione di una troupe televisiva americana, giunta in queste terre per girare un documentario. Le premesse per un classico survival horror in salsa nipponica ci sono tutte. Siren: Blood Curse è suddiviso in 12 episodi complessivi, nei quali il giocatore controllerà di volta in volta diversi personaggi. La trama piuttosto lineare e non originalissima viene compensata da un comparto tecnico ancor oggi più che apprezzabile, dove le atmosfere ansiogene e la pelle d’oca ci faranno compagnia a ogni passo.

God of War: Chains of Olympus (PSP/PS Vita)

Ennesima incarnazione di uno degli action game più apprezzati dell’ultimo decennio, God of War: Chains of Olympus mette il guerriero maledetto Kratos di fronte a una nuova difficile sfida: il mondo è avvolto dall’oscurità. Morfeo, accecato dalla brama di potere, ha rinchiuso Elio agli Inferi e ha fatto piombare gli altri dei in un sonno profondo. Il gioco si distinse subito alla sua uscita per una grafica di primissimo livello per una console portatile, ancor oggi apprezzabile e godibilissima. Peccato solo per una longevità non entusiasmante, che permetterà ai giocatori più esperti di completare il tutto in poche ore.

Little Deviants (PS Vita)

Raccolta di minigame pensata per la lineup di lancio di PS Vita nel 2012, Little Deviants è un prodotto senza troppe pretese, dal target particolarmente giovane. Inseguiti per tutta la galassia da una banda di robot infuriati, i Little Deviants, una strana razza di creature aliene, si sono schiantati sul pianeta Whoman. Sarà compito del giocatore aiutarli a ricostruire la loro astronave prima che malvagi robot e zombie li trovino. La serie di minigiochi, molti dei quali pensati per il sistema di controllo reattivo della console portatile Sony, si rivela ben presto abbastanza ripetitiva e poco stimolante, completabile per giunta in pochissime ore.


Commenti

  1. Roberto Martuscelli

    #1
    Ma mancano aggiornamenti??
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!