Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

PlayStation

Vai al forum Aggiungi alla collezione
Speciale

Buon compleanno PlayStation

La console Sony celebra i suoi primi 20 anni

di Claudio Magistrelli, pubblicato il

Un cerchio rosso. Un triangolo verde. Una quadrato fucsia. Una X blu. Quattro simboli che esattamente venti anni fa facevano irruzione nel mondo del videogioco per cambiarlo dall'interno. Inutile negarlo, al di là delle solite fazioni da console war, il 3 dicembre del 1994 è stato un giorno fondamentale nella storia dei videogiochi, uno di quei turning point che cambiano il corso degli eventi. Se oggi il videogioco è una industria che muove miliardi in giro per il mondo e un passatempo socialmente accettato e sdoganato presso le masse, (buona) parte del merito va dato a Sony e alla sua PlayStation.

Dove eravate il 3 dicembre di 20 anni fa? - PlayStation 4
Dove eravate il 3 dicembre di 20 anni fa?

20 ANNI E NON SENTIRLI

Le celebrazioni per il 20esimo compleanno del brand si sono svolte un po' in tutto il mondo, con base ovviamente nella terra del Sol Levante, patria natale di PlayStation. Anche Milano però ha avuto la sua festa con un evento organizzato in una location davvero suggestiva, il 25° piano di uno dei più moderni grattacieli che graffiano la rinnovata skyline milanese. Mentre console e pad adagiati in eleganti teche si affacciavano sul frenetico andirivieni della città meneghina, sul palco di fronte a una nutrita folla di giornalisti si sono alternati ricordi e immagini dei vent'anni marchiati PlayStation.

Protagonisti, ovviamente, i giochi, perché il successo di PlayStation si basa storicamente su un'offerta ritagliata intorno al videogiocatore. Sono ovviamente numerosi i titoli entrati nell'immaginario collettivo, non solo di chi il videogioco lo vive da sempre, ma anche da chi col nostro passatempo preferito ci entra in contatto solo attraverso le colonnine di costume di quotidiani e siti internet. Per un Final Fantasy VII, ad esempio, che ha forgiato l'immaginario di una generazione di giocatori e che probabilmente ancora oggi è il titolo di cui si attende con maggiore trepidazione una riedizione in HD, ci sono numerose altre pietre miliari che hanno saputo travalicare i confini in cui il videogioco è stato rinchiuso agli albori della sua storia e raggiungendo e coinvolgendo anche chi non aveva mai impugnato un pad prima di allora.

20 anni, quattro generazioni di console - PlayStation 4
20 anni, quattro generazioni di console

Pensiamo a Tomb Raider, che ha sdoganato una protagonista femminile e ha rappresentato un primo passo nel processo di avvicinamento tra videogiochi e cinema. Gran Turismo, con la sua grafica con ambizioni di foto-realismo e la riproduzione di centinaia di circuiti e auto da corsa, un sogno per tutti gli appasionati di automobilismo. Come dimenticare poi Metal Gear Solid, e il suo approccio più moderno alla narrazione interattiva che spalancherà le porte alla sensibilità più europea di David Cage e, in un certo senso, a un altro titolo che fa del racconto e delle suggestioni il suo punto di forza, The Last of Us. E ancora WipeOut, la zampata occidentale quando il videogioco godeva del suo apice in oriente, la saga di Uncharted che ha imposto la potenza grafica di PS3, le annate calcistiche di ISS Pro Evolution, Winning Eleven e PES, Grand Theft Auto e l'avvento del mondo 3D liberamente esplorabile, Resident Evil e quell'ingresso in scena dei cani che fa tremare il cuore ancora oggi. Sono tanti i titoli che hanno segnato la storia del videogioco negli ultimi vent'anni affiancando i loro nomi al marchio PlayStation.

UN FUTURO ROSEO

Se il passato di PlayStation è stato prodigo di successi, il futuro che si prospetta all'orizzonte è di sicuro altrettanto promettente. Che PlayStation 4 stia vincendo per distacco la guerra commerciale con Xbox One non è un mistero, ma grazie ai dati snocciolati nel corso dell'evento per il 20esimo compleanno di PlayStation possiamo farci un'idea un po' più precisa di come vanno le cose in Italia.

In un mercato il cui valore può essere arrotondato intorno al miliardo di euro (includendo tutto quel che riguarda il videogioco in senso ampio) il 60% è riconducibile a PlayStation. Entro la fine dell'anno le PS4 vendute in Italia dovrebbero toccare quota 500.000, il 74% del mercato next-gen dello stivale. Quello che dipingono i dati è un mercato in forte cambiamento con una propensione all'acquisto digitale in sensibile crescita, con un +60% in questo 2014 rispetto al 2013 e una fetta del mercato totale che si aggira intorno al 10%. Un svolta che viaggia parallela alla propensione social, certificata dal 90% delle PS4 italiane connesse a internet e ai 20 milioni di pressioni sul tasto Share con cui gli utenti Sony hanno condiviso con amici e giocatori da tutto il mondo screenshot e video dei loro giochi.

WELCOME TO THE FUTURE

Questo è il nuovo slogan che Sony userà per promuovere PlayStation e tutti i prodotti correlati al brand. Come Morpheus, il caschetto per la realtà virtuale pronto a rivoltare come un calzino il videogioco come lo concepiamo oggi insieme a Oculus Rift e simili, e PlayStation Now, il servizio di streaming online di giochi che ha già preso piede in America e dovrebbe sbarcare in un futuro (non si sa quanto) prossimo anche nel vecchio continente, digital divide permettendo.

Il futuro più immediato di PlayStation a ogni modo è la nuova 20th Anniversary Edition di PS4, costruita in soli 12.300 esemplari numerati (tanti quante le console vendute al day one in Giappone) che sarà presto disponibile anche dalle nostre parti insieme a un DualShock 4 e PlayStation Camera a 499 euro. L'eccezionalità dell'evento ha spinto Sony Italia a non immettere le 350 console disponibili per il nostro paese nei normali canali di vendita: l'acquisto della Anniversary Edition sarà riservata infatti solo agli utenti Sony più fedeli attraverso modalità non ancora rese note. Se ambite ad averne una tuttavia non disperate: 50 esemplari di PS4 Anniversary Edition saranno donati a Terres des Hommes e Charity Star che li metteranno in vendita attraverso un'asta online, il cui ricavato sarà utilizzato per garantire cure e assistenza a seicento minori (bambini e adolescenti) vittime di violenza. Se dunque volete assicurarvi una versione esclusiva di PS4 e al contempo fare del bene, visitate il sito di Charity Star a partire dal 9 dicembre e fate la vostra offerta.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!