Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Pokémon Rubino Pokémon Zaffiro

Aggiungi alla collezione

Hardware

I due giochi supportano il collegamento tra due Game Boy Advance. Sono inolte compatibili con il cavo di collegamento tra Game Boy Advance e GameCube e con l'e-Reader per Game Boy Advance.

Multiplayer

Due giocatori possono sfidarsi o scambiarsi dei Pokémon tramite il collegamento di due Game Boy Advance. Necessarie, ovviamente, due cartucce dei giochi (non necessariamente uguali)
Anteprima

Pokémon Rubino / Pokémon Zaffiro

Il prossimo 25 luglio avrà inizio anche in Italia la terza fase dell'invasione del Pianeta Terra da parte di una marea di piccole creature variopinte note come Pokémon. Nell'attesa, analizziamo insieme cosa avranno da offrire i due nuovi episodi sviluppati per Game Boy Advance. Questa volta i diversi Pokémon sono oltre trecentocinquanta: ce la farete ad acchiapparli tutti?

di Stefano Castelli, pubblicato il

Da segnalare un (prevedibile) brutto colpo per tutti coloro che hanno passato ore ed ore a raccogliere tutti i Pokémon delle precedenti edizioni: non è infatti possibile (ovviamente) importare i dati dei precedenti giochi nei nuovi Pokémon Rubino e Pokémon Zaffiro.

SCONTRI ALL'ULTIMO POKEMON

Anche il sistema di combattimento presente in Pokémon Rubino e Pokémon Zaffiro include molte analogie con quelli dei classici Giochi di Ruolo giapponesi. Per esempio, salvo eventi predefiniti, gli incontri con altri Pokémon avvengono in maniera del tutto casuale: basta passeggiare qualche secondo nell'erba alta o in luoghi appartati per venire assaliti da una di queste feroci (?) bestiole. Una volta iniziato un combattimento sarà innanzitutto necessario scegliere quale dei nostri Pokémon utilizzare: quindi lo scontro procede con un classico sistema a turni in cui le due creature si alternano nelle fasi di attacco e difesa. Ciascun turno è possibile attaccare il nemico con una delle mosse disponibili oppure utilizzare un potere speciale. Inoltre, il giocatore può scegliere di sostituire il Pokémon in azione con un altro della sua collezione oppure utilizzare uno degli oggetti presenti nel proprio zaino (perdendo, però, la possibilità di attaccare durante quello stesso turno).
Per ciascun nemico sconfitto il nostro Pokémon guadagna dei punti-esperienza utili per accrescere le sue caratteristiche: una volta raggiunte determinate quantità di esperienza il Pokémon aumenta il proprio livello, potendo così aumentare la sua potenza e acquisire nuove abilità. Determinate specie di Pokémon possono persino evolversi in versioni più potenti con l'aumentare del proprio livello. Una gradita novità di queste due nuove avventure riguarda la possibilità di far combattere (in determinate situazioni) due Pokémon fianco a fianco: inutile dire che questo aggiunge uno spesso strato aggiuntivo di strategia ai combattimenti, data la necessità di creare coppie adeguate agli scontri e possibilmente "compatibili". Le battaglie più importanti sono ovviamente quelle contro altri allenatori, attuabili sia nelle aree di gioco sia all'interno di apposite competizioni (più o meno ufficiali). Scontri di questo genere sono basati su apposite regole che possono variare di volta in volta (a seconda, per esempio, della competizione cui si sta partecipando.
Non mancano ovviamente le possibilità di sfidare altri giocatori connettendo tra loro due Game Boy Advance.

POKEMON ADVANCE

Un aspetto che può lasciare perplessi riguardo Pokémon Rubino e Pokémon Zaffiro è il loro aspetto grafico. Game Boy Advance ha già dimostrato di poter gestire Giochi di Ruolo giapponesi dotati di una grafica piuttosto "pesante" (la mente corre immediatamente ai bei Golden Sun). I due nuovi giochi di Pokémon sembrano in parte ignorare le caratteristiche tecniche della console, apparendo gradevoli da guardare, ma inaspettatamente semplicistici.
Colpiscono negativamente anche le sequenze di combattimento: durante le battaglie i Pokémon sono praticamente privi di animazioni e appaiono come delle piccole sagome di cartone. Neanche gli effetti speciali appaiono molto convincenti e sembrano per la maggior parte dirette evoluzioni di quelli visti su Game Boy Color. Insomma, i giochi non si discostano di molto dagli standard grafici delle edizioni per Game Boy Color, evolvendosi solamente per quanto riguarda la definizione delle varie immagini e il numero di colori: sotto questo aspetto era lecito attendersi di più. Ciò non significa che Pokémon Rubino e Pokémon Zaffiro siano brutti da vedere, tutt'altro: l'aspetto grafico rimane comunque gradevole e sempre chiaro. Particolare cura è stata riposta nella scelta dei colori utilizzati nei due giochi: le tavolozze particolarmente ricche di toni chiari risultano così compatibili con gli occhi degli utenti muniti di un "semplice" Game Boy Advance non illuminato (aspetto molto trascurato da altri sviluppatori). Il sonoro è forte di alcune buone musiche e tanti effetti sonori gradevoli: un accompagnamento decisamente adeguato ai due giochi.
Parlando di longevità, il grandissimo numero di diversi Pokémon garantisce a tutti gli aspiranti allenatori ore ed ore di divertimento, anche contando che la cattura di alcuni di loro può avvenire solo in seguito a numerosi eventi: parliamo, insomma, di due giochi estremamente longevi.
Ci sono da citare le molte possibilità aggiuntive offerte dall'interazione tra i due giochi e altre periferiche prodotte da Nintendo: ad esempio, per Nintendo GameCube sono già in lavorazione alcuni titoli di Pokémon che sfrutteranno il collegamento con il Game Boy Advance. Un punto interrogativo riguarda la disponibilità in Italia dell'e-Reader, un piccolo lettore di schede attualmente venduto in Giappone e America che permette di "caricare" nel Game Boy Advance dei dati prelevati da alcune card da collezione: un modo originale per aumentare le potenzialità di Pokémon Rubino e Pokémon Zaffiro che ci piacerebbe vedere anche in Italia. Non rimane che attendere il prossimo 25 luglio per provare definitivamente le edizioni italiane, con la consapevolezza che i fan della saga si ritroveranno per le mani due nuove e intriganti sfide, nella tradizione precedenti giochi di Pokémon. Nextgame.it preparerà ovviamente per l'occasione la recensione delle due edizioni italiane.