Genere
Azione
Lingua
Sottotitoli in italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 49,99
Data di uscita
22/4/2011

Portal 2

Portal 2 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Valve Software
Sviluppatore
Valve Software
Genere
Azione
PEGI
12+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
22/4/2011
Lingua
Sottotitoli in italiano
Giocatori
2
Prezzo
€ 49,99

Hardware

Portal 2 è disponibile per PC, Mac, PlayStation 3 e Xbox 360. La versione PlayStation 3 dà accesso anche a quella PC e Mac e contempla la possibilità di giocare in cooperativa anche con gli utenti di quelle piattaforme, attraverso una versione studiata ad hoc di Steam. Per giocare su Personal Computer è necessario possedere almeno una CPU single core da 3.0 GHz, 1 GB di RAM di sistema su XP o 2 GB su Vista e 7 e una scheda video a partire da una ATI Radeon X800 o nVidia GeForce 7600. Su Mac occorre invece disporre almeno di un processore dual core da 2.0 GHz, 2 GB di RAM di sistema e una scheda video ATI 2400 o GeForce 8600. Il gioco è stato testato su una configurazione dotata di un i7 960 3.2 GHz, 12 GB di RAM DDR3 e una GTX 580, con tutte le impostazioni al massimo a 1920x1080, senza mai schiodarsi dai 60 fotogrammi al secondo.

Multiplayer

Fa il suo debutto una modalità cooperativa in cui due giocatori devono aiutarsi per superare una serie di prove studiate appositamente. Disponibile online su tutti e quattro i formati, su PlayStation 3 e Xbox 360 la coop può essere affrontata anche sulla stessa console, tramite schermo diviso orizzontale o verticale.

Modus Operandi

Abbiamo giocato Portal 2 negli uffici di Valve, impiegando circa 8 ore per terminare la modalità single player e circa 5 per completare la cooperativa, in versione PC. Abbiamo inoltre testato le versioni PlayStation 3 e Xbox 360 un quantitativo di ore sufficiente per poter esprimere i giudizi tecnici contenuti nella recensione. Purtroppo non è stato possibile avere un saggio delle funzionalità cross-play tra versione PlayStation 3 e quelle PC e Mac, a cui comunque gli sviluppatori ci hanno detto aver dedicato tantissimo testing. Allo stesso modo non abbiamo potuto vedere in azione la versione di Steam implementata sulla console Sony.

Link

Recensione

Un portale per amico

Stessa sparaportali, nuovi puzzle.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Per quanto riguarda il gameplay poco è cambiato: tutto ruota ancora attorno all'uso di un dispositivo sparaportali tramite il quale aprire un passaggio di entrata e uno di uscita, attraverso cui raggiungere posizioni altrimenti impossibili, da declinare in svariati modi. La formula è stata aggiustata marginalmente, attraverso l'introduzione di uno zoom, che va a pennello con le dimensioni particolarmente ampie di taluni ambienti, e di una sagoma colorata, sulla falsariga di quella che evidenzia i compagni fuori dal raggio visivo in Left 4 Dead, che permette di tenere traccia da qualsiasi posizione dei portali sparati. Se dunque lo strumento è rimasto sostanzialmente lo stesso, la musica suonata è decisamente diversa, più ricca e articolata, grazie all'introduzione di nuove note.

NIENTE È IMPOSSIBILE

Passate le fasi iniziali, in cui gli enigmi proposti fungono da ripasso per le conoscenze acquisite nel predecessore, Portal 2 introduce svariati elementi inediti, diversi dei quali sono stati già resi noti nei mesi scorsi, che cambiano le carte in tavola, ampliando il novero delle sfide proposte e, di conseguenza, della logiche con cui occorre stuzzicare la propria materia grigia per venirne a capo.
Complice anche il fatto che molto più che in passato ha l’occasione di esprimersi al di fuori del rigore delle camere di test, si tratta indubbiamente di un Portal più movimentato. Non pochi sono difatti i nuovi tasselli che spingono verso enigmi più dinamici o, in generale, verso un'esplorazione più intensiva degli spazi. Pensiamo ad esempio, alla Piattaforma di Fede, una rampa che fa balzare in avanti, al Repulsion Gel, che fa saltare più in alto, o al Propulsion Gel, che permette di ottenere un'accelerazione-record. E poi, ancora, altri strumenti con cui rompere certi limiti pregressi di movimento, come i ponti e i tunnel di energia, che possono essere deviati a piacimento, fin quando si trova una superficie su cui sparare portali, o i pannelli semovibili.

Diversi strumenti si prestano poi, naturalmente, a usi “laterali” o combinati, di quelli in grado di titillare le zone più profonde e arrotolate su se stesse dell'intelletto, generando le punte di soddisfazione più ficcanti. Sono quelle che si provano quando, per nominarne qualcuna, si scopre che un ponte sparato di lato funziona come barriera protettiva, che i tunnel di energia possono essere sfruttati non solo per portare noi all'obiettivo ma anche l'obiettivo a noi, che in taluni casi c'è una certa libertà nella distribuzione del gel bianco, che consente di sparare portali su superfici altrimenti precluse, o che ci sono svariati modi per prendersi, finalmente, qualche bella rivincita sulle maledette torrette, tra cui il cubo nuovo di zecca che devia i laser è solo il primo.

THINKING WITH PORTALS

In linea generale il lavoro svolto con gli elementi inediti è lodevole: ciascuno viene introdotto in maniera morbida, come da manuale, dando al giocatore la possibilità di prenderci la dovuta confidenza. Dove si poteva fare di più, magari, è nell'equità della loro distribuzione: ci sono novità che vengono sviscerate in tutte le salse, godendo di fin troppo spazio (di gel si finisce per averne fin sopra i capelli, letteralmente), a scapito di altre che vengono archiviate quando sembrano avere ancora parecchie cose da dire (i tunnel di energia in primis).
Il bilanciamento del tasso di sfida è buono: chi temeva che l'inserimento di un simile concept all'interno di una produzione tripla A avrebbe determinato giocoforza un ammorbidimento dei test proposti, alla ricerca di un apprezzamento in linea con i valori produttivi molto più impegnativi dispiegati per l'occasione, può stare tranquillo. Portal 2 è “hardcore” tanto quanto il primo. L'abilità manuale è ancora importante, sebbene si insista meno sui salti vertiginosi, comunque presenti, e si spinga di più sulla logica, arrivando in un caso specifico a richiamare piuttosto esplicitamente anche Braid. Ma anche qui, Valve non si è fatta scappare la mano, evitando di pestare troppo su situazioni strutturate, cervellotiche o scoraggianti.

I cubi deflettenti permettono di pennellare a piacimento la traiettoria orizzontale dei laser - Portal 2
I cubi deflettenti permettono di pennellare a piacimento la traiettoria orizzontale dei laser
Insomma, la filosofia è rimasta quella di sempre: creare enigmi che sappiano mascherare la loro semplicità facendo sentire intelligente il giocatore. Un manifesto che si è rispecchiato nella nostra esperienza, sia nei momenti di gloria che in quelli più difficili, come i quattro o cinque punti che ci hanno visto arenati piuttosto a lungo, in un paio dei quali siamo poi venuti a capo dello scoglio facendo la cosa più ovvia e naturale possibile. Dove invece la ricerca dell'equilibrio da parte di Valve non ci ha dato soddisfazione è nell'ultimissima sfida proposta, quella decisiva prima dei titoli di coda. L'approccio proposto è interessante, ma lo svolgimento si rivela meccanico e poco incisivo, decisamente non all'altezza della situazione descritta.


Commenti

  1. RALPH MALPH

     
    #1
    teoKraziaGlaDOS è tornata, per rimanere.

    ti aspettavo teuz gran bella rece :clap:

    contento per il single player abbastanza lungo, quindi direi che vado di ps3, ma non ho capito una cosa: grazie al collegamentnto a steam la verione ps3 avrà più aggiornamenti è possibilità rispetto a quella 360? non parlo di cross-platform o della possibilità di giocarlo su pc/mac ma di aggiornamenti e contenuti futuri
  2. SixelAlexiS

     
    #2
    mmm... dalla descrizione non mi convincono le versioni console... tra l'altro guardando questa comparison:

    http://www.gameblurb.net/featured/versus-portal-2-screenshot-comparison/

    la versione 360 pare palesemente in Sub-Merda-HD :/
  3. SixelAlexiS

     
    #3
    RALPH MALPHti aspettavo teuz gran bella rece :clap:

    contento per il single player abbastanza lungo, quindi direi che vado di ps3, ma non ho capito una cosa: grazie al collegamentnto a stem la verione ps3 avrà più aggiornamenti è possibilità rispetto a quella 360? non parlo di cross-platform o della possibilità di giocarlo su pc/mac ma di aggiornamenti e contenuti futuri
    si, essendoci meno controlli su PS3, e con la presenza di Steam, ci saranno quasi gli stessi aggiornamenti della vers. PC.
  4. utente_deiscritto_5167

     
    #4
    Non voglio sminuire questa splendida recensione con un argomento così futile (anche se è importante per me che ho entrambe le console): la versione PS3 è più FLUIDA e con MENO scalettature? Ma sul serio? Mi farò la co-op aggratis? Cavolo, mi sembra così strano...

    Teodor, approfondisca, che lo stupore mi ottunde.
  5. PaulVanDyk

     
    #5
    Grandissima rece teo! Complimenti! Giocone da d1 quindi (anche se non c'era bisogno di ribadirlo).
    Sixel se secondo te è meglio la versione ps3 piglio quella di sicuro allora
  6. teoKrazia

     
    #6
    RALPH MALPH non parlo di cross-platform o della possibilità di giocarlo su pc/mac ma di aggiornamenti e contenuti futuri

    Zì, un po' come avevan detto nell'intervista che gli abbiamo fatto, useranno Steam su PS3 anche per far circolare più agilmente i contenuti.
  7. SixelAlexiS

     
    #7
    PaulVanDykGrandissima rece teo! Complimenti! Giocone da d1 quindi (anche se non c'era bisogno di ribadirlo).
    Sixel se secondo te è meglio la versione ps3 piglio quella di sicuro allora
    A livello di risoluzione si, decisamente meglio la vers. PS3.
    Certo, bisognerebbe vederlo in movimento ed avere conferma, per ora abbiamo solo la comparison di quel sito, ma non credo abbiano grabbato male le immagini.
    Cmq ripeto, in base a QUELLA comparison, e senza vederlo in movimento, decisamente meglio la vers. PS3.
    Curioso di vedere la comparison di Digital Foundry per vedere anche come si comporta il frame rate.
  8. MacAnatomist

     
    #8
    Qualcuno lo sta giocando su mac?
  9. AngeloCT

     
    #9
    Andrò di PC tutta la vita...
  10. jpeg

     
    #10
    Rece titanica, letta con gran piacere, anche se solo per curiosità (il gioco non rientra tra i miei most wanted)...

    Detto questo, sempre più convinto che al prossimo giro - dovessi mantenermi multipiattaforma - per me non ci saranno più due console, ma una sola + PC.
Continua sul forum (847)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!