Genere
Azione
Lingua
Sottotitoli in italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 49,99
Data di uscita
22/4/2011

Portal 2

Portal 2 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Valve Software
Sviluppatore
Valve Software
Genere
Azione
PEGI
12+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
22/4/2011
Lingua
Sottotitoli in italiano
Giocatori
2
Prezzo
€ 49,99

Hardware

Portal 2 è disponibile per PC, Mac, PlayStation 3 e Xbox 360. La versione PlayStation 3 dà accesso anche a quella PC e Mac e contempla la possibilità di giocare in cooperativa anche con gli utenti di quelle piattaforme, attraverso una versione studiata ad hoc di Steam. Per giocare su Personal Computer è necessario possedere almeno una CPU single core da 3.0 GHz, 1 GB di RAM di sistema su XP o 2 GB su Vista e 7 e una scheda video a partire da una ATI Radeon X800 o nVidia GeForce 7600. Su Mac occorre invece disporre almeno di un processore dual core da 2.0 GHz, 2 GB di RAM di sistema e una scheda video ATI 2400 o GeForce 8600. Il gioco è stato testato su una configurazione dotata di un i7 960 3.2 GHz, 12 GB di RAM DDR3 e una GTX 580, con tutte le impostazioni al massimo a 1920x1080, senza mai schiodarsi dai 60 fotogrammi al secondo.

Multiplayer

Fa il suo debutto una modalità cooperativa in cui due giocatori devono aiutarsi per superare una serie di prove studiate appositamente. Disponibile online su tutti e quattro i formati, su PlayStation 3 e Xbox 360 la coop può essere affrontata anche sulla stessa console, tramite schermo diviso orizzontale o verticale.

Modus Operandi

Abbiamo giocato Portal 2 negli uffici di Valve, impiegando circa 8 ore per terminare la modalità single player e circa 5 per completare la cooperativa, in versione PC. Abbiamo inoltre testato le versioni PlayStation 3 e Xbox 360 un quantitativo di ore sufficiente per poter esprimere i giudizi tecnici contenuti nella recensione. Purtroppo non è stato possibile avere un saggio delle funzionalità cross-play tra versione PlayStation 3 e quelle PC e Mac, a cui comunque gli sviluppatori ci hanno detto aver dedicato tantissimo testing. Allo stesso modo non abbiamo potuto vedere in azione la versione di Steam implementata sulla console Sony.

Link

Recensione

Due cervelli sono meglio di uno

Le sparaportali funzionano anche in cooperativa.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Come preannunciato, in Portal 2 compare per la prima volta una modalità cooperativa. Si tratta a tutti gli effetti di una vera e propria campagna a parte, avente come protagonisti due robot, che in molti conosceranno già, dato che hanno puntellato spesso e volentieri il materiale promozionale del gioco. La prima cosa da dire è che, a differenza di quel che poteva apparire proprio dai trailer diffusi da Valve, questi simpatici personaggi non vanno a cozzare con il clima tipico della serie, portando a un tono eccessivamente leggero e scanzonato, ma riescono a inserirsi in maniera alquanto trasparante con l’umorismo e il mood caratteristici di Portal. E se nonostante i “gimme five”, la morra cinese o gli altri gesti che è possibile effettuare con un tasto ci si sente nel pieno di Aperture Science è merito anche e soprattutto di GlaDOS, che come in single player accompagna in continuazione i giocatori durante le prove con numerosi commenti, sia circostanziali (ovvero legati a specifici passaggi di un livello) che dinamici (relativi ad eventi generici, come la morte di uno dei due robot o il superamento di una prova).

SDOPPIAMENTO MENTALE

Può apparire banale, ma la particolarità della co-op di Portal 2 è che invita a rivedere il proprio modo di pensare “per portali”, adottando un approccio che tenga necessariamente in considerazione di quello che può fare il compagno. Anche in questo caso, l’ingresso nella forma mentis richiesta è davvero graduale e, nonostante a campagna conclusa ci si possa sentire inizialmente spaesati, le prime sfide proposte riescono a introdurre dolcemente nella nuova ottica. Tutto sostanzialmente è pensato a “incastro” e vista l’eleganza logica, esecutiva o la complessità raggiunta da svariate mappe c’è solo da complimentarsi con i level designer per lo sforzo concettuale affrontato, anche perché per tasso di creatività e voglia di sorprendere siamo su livelli paragonabili a quelli della modalità principale.
L’intesa tra i giocatori è rafforzata da un sistema di comunicazione visuale, che permette di indicare specifiche parti dello scenario, abbinando istruzioni semplici come “posizionati”, “spara un portale” o “al 3… 2… 1…”, sostituendo in maniera veloce e pratica quello che si sarebbe dovuto altrimenti esprimere con lunghi giri di parole, alla fine dei quali magari non si sarebbe riusciti ad essere altrettanto chiari. Un altro strumento molto utile per coordinarsi è la telecamera che replica la visuale del compagno, piazzando a schermo un riquadro in cui è possibile vedere esattamente quello che sta vedendo lui.

REPLAY VALUE?

Come in una vera e propria campagna, la quarantina di sfide a disposizione, racchiuse all’interno di differenti “track”, tendenzialmente tematici, vanno sbloccate progressivamente (anche se naturalmente niente impedisce di invitare o essere invitati da un amico che si trova a un punto diverso da noi). Tutto è gestito attraverso un hub, nel quale ci si muove come all’interno di un classico livello di gioco e dove vengono anche proiettate informazioni come il numero di passi effettuati o di portali sparati fino a quel momento. La loro funzione? Semplici extra trasmessi tanto per. Apprezzati, ma sarebbe stato di gran lunga preferibile un vero e proprio sistema che monitorasse le performance dei giocatori, segnando tempi, attribuendo un punteggio, piazzandole all'interno di classifiche, fornendo insomma degli incentivi oggettivi attraverso cui sentirsi invogliati a migliorare le proprie prestazioni. Purtroppo, non è stato contemplato niente di tutto questo, e completate tutte le sfide è veramente difficile che qualcuno si senta spronato a giocarle ancora, conoscendo già la soluzione, se non eventualmente per condividere il lato più goliardico dell’esperienza (che tra il numero incalcolabile di infamate che è possibile arrecare all’amico o animazioni slapstick irresistibili, c’è e ha uno dei poteri esilaranti più forti provati in un multiplayer degli ultimi anni).

Non conterete le volte che farete morire di proposito il vostro partner - Portal 2
Non conterete le volte che farete morire di proposito il vostro partner


Commenti

  1. RALPH MALPH

     
    #1
    teoKraziaGlaDOS è tornata, per rimanere.

    ti aspettavo teuz gran bella rece :clap:

    contento per il single player abbastanza lungo, quindi direi che vado di ps3, ma non ho capito una cosa: grazie al collegamentnto a steam la verione ps3 avrà più aggiornamenti è possibilità rispetto a quella 360? non parlo di cross-platform o della possibilità di giocarlo su pc/mac ma di aggiornamenti e contenuti futuri
  2. SixelAlexiS

     
    #2
    mmm... dalla descrizione non mi convincono le versioni console... tra l'altro guardando questa comparison:

    http://www.gameblurb.net/featured/versus-portal-2-screenshot-comparison/

    la versione 360 pare palesemente in Sub-Merda-HD :/
  3. SixelAlexiS

     
    #3
    RALPH MALPHti aspettavo teuz gran bella rece :clap:

    contento per il single player abbastanza lungo, quindi direi che vado di ps3, ma non ho capito una cosa: grazie al collegamentnto a stem la verione ps3 avrà più aggiornamenti è possibilità rispetto a quella 360? non parlo di cross-platform o della possibilità di giocarlo su pc/mac ma di aggiornamenti e contenuti futuri
    si, essendoci meno controlli su PS3, e con la presenza di Steam, ci saranno quasi gli stessi aggiornamenti della vers. PC.
  4. utente_deiscritto_5167

     
    #4
    Non voglio sminuire questa splendida recensione con un argomento così futile (anche se è importante per me che ho entrambe le console): la versione PS3 è più FLUIDA e con MENO scalettature? Ma sul serio? Mi farò la co-op aggratis? Cavolo, mi sembra così strano...

    Teodor, approfondisca, che lo stupore mi ottunde.
  5. PaulVanDyk

     
    #5
    Grandissima rece teo! Complimenti! Giocone da d1 quindi (anche se non c'era bisogno di ribadirlo).
    Sixel se secondo te è meglio la versione ps3 piglio quella di sicuro allora
  6. teoKrazia

     
    #6
    RALPH MALPH non parlo di cross-platform o della possibilità di giocarlo su pc/mac ma di aggiornamenti e contenuti futuri

    Zì, un po' come avevan detto nell'intervista che gli abbiamo fatto, useranno Steam su PS3 anche per far circolare più agilmente i contenuti.
  7. SixelAlexiS

     
    #7
    PaulVanDykGrandissima rece teo! Complimenti! Giocone da d1 quindi (anche se non c'era bisogno di ribadirlo).
    Sixel se secondo te è meglio la versione ps3 piglio quella di sicuro allora
    A livello di risoluzione si, decisamente meglio la vers. PS3.
    Certo, bisognerebbe vederlo in movimento ed avere conferma, per ora abbiamo solo la comparison di quel sito, ma non credo abbiano grabbato male le immagini.
    Cmq ripeto, in base a QUELLA comparison, e senza vederlo in movimento, decisamente meglio la vers. PS3.
    Curioso di vedere la comparison di Digital Foundry per vedere anche come si comporta il frame rate.
  8. MacAnatomist

     
    #8
    Qualcuno lo sta giocando su mac?
  9. AngeloCT

     
    #9
    Andrò di PC tutta la vita...
  10. jpeg

     
    #10
    Rece titanica, letta con gran piacere, anche se solo per curiosità (il gioco non rientra tra i miei most wanted)...

    Detto questo, sempre più convinto che al prossimo giro - dovessi mantenermi multipiattaforma - per me non ci saranno più due console, ma una sola + PC.
Continua sul forum (847)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!