Post Mortem

Post Mortem

Una rubrica dalla periodicità variabile a seconda dei chiari di luna e degli allineamenti di pianeti, in cui abbiamo deciso di raccogliere tutti i nostri reportage sui "post mortem" cui assistiamo. Cosa sono i post mortem? Sono quelle conferenze in cui gli sviluppatori di un videogioco riflettono sul processo creativo e produttivo che li ha portati fino al giorno del lancio. Per analizzare e comprendere al meglio ciò che sta dietro al nostro passatempo preferito.
Rubrica

L'avventura della pubblicazione

Come Elite arrivò nei negozi.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Acornsoft era un piccolo studio, pieno di gente che era in sintonia con Braben e Bell, che capiva quel che volevano fare e che scelse di credere nel duo. Scucirono subito un anticipo da duemila sterline, con il quale Braben riuscì finalmente a comprarsi un BBC Micro. E il contratto fu tremendamente vantaggioso: Braben e Bell riuscirono a conservare i diritti su un possibile film legato a Elite e su qualsiasi conversione per altre piattaforme. Difficilmente un'altra azienda avrebbe concesso tanto!

“Fummo molto<br />
fortunati a inseguire questa idea al momento giusto. Ci avessimo<br />
provato anche solo poco prima, o poco dopo, sarebbe stato un<br />
fallimento” - Post Mortem
“Fummo molto
fortunati a inseguire questa idea al momento giusto. Ci avessimo
provato anche solo poco prima, o poco dopo, sarebbe stato un
fallimento”

David Braben, però, era una persona cattiva – parole sue – e cominciò ad approfittarsi della disponibilità e dell'onestà di Acornsoft. Il gioco era pronto, mancavano due settimane alla duplicazione e messa in distribuzione, mentre si attendeva il momento giusto per l'uscita (il gioco era pronto in estate, ma la stagione invernale già allora era la più ricca), e Braben decise di compiere una mezza rivoluzione. Una cosa da malati di mente, la definisce oggi. In sostanza, Braben e Bell erano già al lavoro su ipotesi per un possibile seguito, su cose che avrebbero voluto cambiare in Elite 2. E su tutto spiccava nettamente il radar doppio, che per come l'avevano creato in Elite prevedeva una visuale di lato e una da sopra.

Deciso a realizzare un radar migliore, Braben si mise al lavoro e provò poi a inserire la nuova versione nel gioco già pronto... ovviamente era di gran lunga superiore. La situazione non era delle migliori – il manuale era già pronto, per dirne una – ma i due decisero comunque di mostrarlo in Acornsoft, e ottennero risposta positiva. Il gioco funzionava meglio. E allora si decise di implementarlo, a costo di lavorare come matti per riuscirci in tempo. Certo, si ritrovarono a passare una notte intera preparando nuove immagini da inserire nel manuale e scrivendo di nuovo i paragrafi che descrivevano il radar. Ma ne valeva la pena, era un'opportunità per pubblicare un gioco migliore.

Molti giochi all'epoca erano confezionati in una bustina. Elite aveva una scatola vera e propria con manuale, poster, storia... ed era pure stata progettata male, conteneva a malapena il gioco. Tanta roba, fra l'altro a un prezzo più conveniente del solito! - Post Mortem
Molti giochi all'epoca erano confezionati in una bustina. Elite aveva una scatola vera e propria con manuale, poster, storia... ed era pure stata progettata male, conteneva a malapena il gioco. Tanta roba, fra l'altro a un prezzo più conveniente del solito!

E finalmente, dopo diciotto mesi di lavoro, si arrivò alla pubblicazione. Elite fu un successo clamoroso, generò numerose conversioni, una delle quali garantì a Braben il primo anticipo a sei cifre nella storia di questo settore. Il gioco arrivò su diciassette piattaforme diverse, anche se non tutte le conversioni furono curate da Braben e Bell, e David proseguì nella sua carriera lavorando sui seguiti e andando poi a fondare Frontier, con cui ha realizzato fra gli altri anche gli eccellenti LostWinds e LostWinds: Winter of the Melodias. Ma Elite che fine ha fatto? Quasi trent'anni dopo la realizzazione, in sala c'è ancora chi chiede a Braben se Elite 4 sia in lavorazione. La risposta? “Sì. Sarebbe un tragedia se così non fosse”.


Commenti

  1. Bruce Campbell87

     
    #1
    bell'articolo, incredibile, da Elite a Kinectanimals, LOL. Bello pure leggere l'evoluzione del processo creativo, questi comunque erano i veri geni, con così poca memoria a fare cose impossibili, pazzesco. Il testimone lo ha raccolto Egosoft per il genere però, mi sa :D
  2. babaz

     
    #2
    lettura molto bella. Questi sono veri pionieri, gran parte del gaming di cui oggi ci beamo poggia sulle loro spalle. Elite, generazione procedurale di galassie, bounty hunter, carriera in ... 22kb ?! MADNESS
  3. giopep

     
    #3
    Sì, ogni volta che li sento parlare di 'ste robe che han combinato per riuscire a realizzare i loro giochi (e che giochi, poi) mi vengono i brividi. Per il resto, chissà, magari, prima o poi, 'sto Elite 4...
  4. Bruce Campbell87

     
    #4
    beh oggi sarebbe troppo sovrapposto su X3 e sul prossimo X:Rebirth secondo me, pur non avendo mai giocato elite il genere è quello, no?
  5. babaz

     
    #5
    Bruce Campbell87beh oggi sarebbe troppo sovrapposto su X3 e sul prossimo X:Rebirth secondo me, pur non avendo mai giocato elite il genere è quello, no?

    dipende
    X3 e X:Rebirth sono simulazioni di "vita galattica" con scambi commerciali, salti iperspaziali, missioni con la legge o da fuggitivo, attracchi manuali a stazioni spaziali rotanti ??
  6. giopep

     
    #6
    Beh, comunque in teoria in sviluppo è in sviluppo. Solo che, considerando che tempo fa Braben aveva dichiarato che "se ne parla dopo The Outsider", fa la fine di Duke Nukem. :D
  7. Bruce Campbell87

     
    #7
    babazdipende
    X3 e X:Rebirth sono simulazioni di "vita galattica" con scambi commerciali, salti iperspaziali, missioni con la legge o da fuggitivo, attracchi manuali a stazioni spaziali rotanti ??
    X3:Terran Conflict è lo Space Sim per eccellenza, è il gioco di commercio definitivo, con i prezzi che variano da settore a settore in base alla disponibilità, con un prezzo massimo, basso e stabile :D come missioni hai 6 inizi, ma è sostanzialmente un grande sandbox come immagino volesse essere Elite, per la tecnologia dell'epoca ovvio.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!