Genere
Azione
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
5/12/2008

Prince of Persia

Prince of Persia Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
Ubisoft Montreal
Genere
Azione
PEGI
12+
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
5/12/2008
Data di uscita americana
2/12/2008
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 69,99
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Il primo episodio di questa nuova serie di Prince of Persia è in uscita a Natale per PC e console HD. Un apposito episodio, diverso in termini di trama e personaggi, è in lavorazione per Nintendo DS.

Multiplayer

Non è ancora stato annunciato nulla in merito a un eventuale, per quanto improbabile, supporto multiplayer.

Link

Eyes On

[E3 2008] Da grande farò il principe

La saga principesca di Ubisoft si rinnova con decisione.

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

Ne abbiamo parlato brevemente all'interno dello speciale sulla conferenza Ubisoft dell'E3 ma possiamo approfondire adesso il discorso sul nuovo Prince of Persia grazie alla stessa demo, osservata però con calma e più da vicino nella stanza allestita dal publisher francese per le dimostrazioni alla stampa. Purtroppo si tratta di una sezione molto breve del gioco, posizionata in un punto indefinito dell'avventura che, come forse saprete, ha preso adesso una direzione completamente free-roaming.
In base a quanto ci viene spiegato dai ragazzi di Ubisoft Montreal, questo regno "corrotto" in cui siamo chiamati a riportare la vita è esplorabile in lungo e in largo a nostro piacimento, anche se questo dato da solo non aiuta a capire come potrà svilupparsi la trama e in che modo saremo incanalati verso un progressivo aumento della difficoltà. Considerato che il gioco è previsto in uscita a Natale avremo comunque parecchio tempo per fugare tutti i nostri dubbi.

C'ERA UNA VOLTA UN PRINCIPE

La componente del gioco che Ubisoft sta tenendo più nascosta, per adesso, è la trama, descritta per sommi capi attraverso i suoi attori principali: il principe, che non è in realtà un principe ma un avventuriero, la nuova protagonista femminile Elika, dotata di magici poteri che gli consentono di riportare la vita là dove il cattivo di turno ha creato "corruzione" e desolazione, e infine lo stesso mondo in cui siamo chiamati a muoverci, caratterizzato come sempre da atmosfere orientaleggianti ma ancor più spiccatamente fantasy che in passato. In un certo senso, dal primissimo gioco di Jordan Mechner risalente a quasi venti anni fa, possiamo dire che la saga del principe si è progressivamente allontanata dai riferimenti storici per costruire, pian piano, un universo tutto suo di pura finzione.

GIOCO DI SQUADRA

La presenza di Elika a fianco del principe è forse l'elemento di gameplay che maggiormente segna un distacco rispetto al passato; da un certo punto di vista potremmo considerarla come un escamotage per giustificare l'approccio meno punitivo assunto dalla classica struttura platform-acrobatica della serie, dal momento che è proprio Elika a prendere in extremis la mano del principe quando è ormai caduto in un crepaccio o dentro una classica trappola semovente. Per altri versi, più propriamente legati ai combattimenti, il fatto di avere due personaggi con abilità diverse - legate all'uso delle armi e della magia - aggiunge profondità e varietà agli scontri, che sono adesso tutti strutturati in forma di duello contro una singola creatura o boss.
A questo proposito, abbiamo chiesto al nostro interlocutore di mostrarci qualche scontro che non fosse contro un boss - lo stesso che potete osservare in tutte le immagini distribuite fino a ora - ma non siamo stati accontentati. È compresibile comunque che Ubisoft voglia centellinare le informazioni e i materiali promozionali per tutti i mesi che ci separano dalla pubblicazione del gioco, considerata l'importanza del franchise e la particolare natura di questo episodio che dà inizio a una nuova serie.

DUE MONDI IN UNO

Così come la passata trilogia aveva un minimo comun denominatore nell'utilizzo delle "sabbie del tempo" che ci consentivano di giocare in due versioni diverse degli stessi livelli, in questo caso è la magia di Elika a scatenare un cambiamento radicale nel mondo intorno a noi, che da spoglio e senza vita si trasforma in un vero e proprio giardino lussureggiante. Dopo la rivitalizzazione magica c'è però ancora qualcosa da fare, ovvero andare a caccia di "globi luminosi", alcuni dei quali posizionati ad arte in posizioni difficilmente raggiungibili, utili in seguito per potenziare ulteriormente la nostra bella eroina.
Prima di chiudere, una breve considerazione sugli aspetti tecnici, che non sembrano prevaricare in alcun modo quelli artistici grazie alla scelta di una grafica quasi cartoon o comunque molto stilizzata. La versione PlayStation 3 che abbiamo osservato in azione ci ha insomma convinti appieno sotto il profilo estetico, pur non brillando per livello di dettaglio o effetti fuori dal comune, ma sfoggiando invece splendide animazioni, personaggi ben caratterizzati e atmosfere fiabesche come da copione.


Commenti

  1. maraichux

     
    #1
    Forse sono precipitoso, ma lo vedo come una grande promessa! Bellissimo design e stile grafico!
  2. Sechs

     
    #2
    maraichux ha scritto:
    Forse sono precipitoso, ma lo vedo come una grande promessa! Bellissimo design e stile grafico!
    Io sono eccitatissimo, finalmente un PoP degno del primo splendido remake per la scorsa gen.
  3. utente_deiscritto_8705

     
    #3
    Ubisoft è una sh che mi sta parecchio indigesta però, devo ammettere, con questo PoP ha sfornato imho la miglior grafica in cell shading mai vista con delle animazioni eccezionali. Peccato che non abbiano mostrato degli scontri "normali" o spero che almeno non siano stati nascosti furbamente come già avevano fatto con Assassin's Creed per nascondere delle magagne. Visto che in tutti i Pop il tallone di achille sono sempre stati i combattimenti, talmente inutili da essere fastidiosi, spero proprio che questa volta abbiano sviluppato un combat system appagante. Se sistemano questo aspetto imho ci scappa un giocone .
  4. sugar

     
    #4
    Viewtiful Joe™ ha scritto:
    Peccato che non abbiano mostrato degli scontri "normali"

    Non ci saranno scontri "normali", come riportato nell'articolo e più volte ribadito da Ubisoft.

    Questo pop è tutto incentrato su combattimenti contro un singolo avversario, è sempre come combattere contro un boss.
    Hanno pescato un po' da Ico e un po' da Shadow Of The Colossus insomma. Qualcuno del team deve amare particolarmente Ueda. :D
  5. Meshuggah 81

     
    #5
    notevole..speriamo che non deluda..
    dovrò sforzarmi per non farmi prendere dall' hype
  6. babalot

     
    #6
    sugar ha scritto:
    Non ci saranno scontri "normali", come riportato nell'articolo e più volte ribadito da Ubisoft.
    ok, rimane il fatto che la demo dell'e3 conteneva solo un boss e nessuna creatura "normale". gliel'ho anche chiesto per essere sicuro e me l'hanno confermato
  7. Sechs

     
    #7
    Viewtiful Joe™ ha scritto:
    Ubisoft è una sh che mi sta parecchio indigesta però, devo ammettere, con questo PoP ha sfornato imho la miglior grafica in cell shading mai vista con delle animazioni eccezionali. Peccato che non abbiano mostrato degli scontri "normali" o spero che almeno non siano stati nascosti furbamente come già avevano fatto con Assassin's Creed per nascondere delle magagne. Visto che in tutti i Pop il tallone di achille sono sempre stati i combattimenti, talmente inutili da essere fastidiosi, spero proprio che questa volta abbiano sviluppato un combat system appagante. Se sistemano questo aspetto imho ci scappa un giocone .
      Sono l'unico che, per assurdo, trova migliori le animazioni in-game a quelle del Trailer-teaser? (dove alcune animazioni erano semplicemente oscene).

    Sulla questione combattimento non so che dire, spero non si basi troppo sul combattimento ma + sull'esplorazione e sugli enigmi. I combattimenti imho dovrebbero rimanere un aspetto collaterale e non centrale (vedi PoP: The Warrior's Within ), anche perchè poi avrebbe un certo scomodo avversario chiamato NG2 contro cui il confronto sarebbe inevitabile e altresì l'umiliazione.
    Meglio puntare su altri aspetti.

    Gli ambienti, l'epicità, l'esplorazione, l'avventura, gli enigmi, e qualche bel combattimento come icing on the cake.
  8. utente_deiscritto_8705

     
    #8
    sugar ha scritto:
    Non ci saranno scontri "normali", come riportato nell'articolo e più volte ribadito da Ubisoft.

    Questo pop è tutto incentrato su combattimenti contro un singolo avversario, è sempre come combattere contro un boss.
    Hanno pescato un po' da Ico e un po' da Shadow Of The Colossus insomma. Qualcuno del team deve amare particolarmente Ueda. :D
     Ok, dall'articolo non avevo capito che anche gli scontri "normali" fossero dei delli 1Vs1 come contro i boss visto che non li hanno voluti mostrare. Credo che possa essere un bene visto che lo scontro guadagna di sicuro in epicità. L'ho sempre ritenuto il tallone d'achille della serie, soprattutto perchè se metti delle fasi di combattimento vai per forza a scontrarti, come già ha detto sechs, con esponenti del genere tipo NG dove la saga Ubi viene stritolata.
  9. Elciuwa

     
    #9
    Penso sia un titolo molto promettente, anche se il free roaming mi lascia un pò perplesso..

    Lo stile e la grafica in cell shading danno molti punti a questo titolo..

    speriamo non sia una mezza pacchiata come il 3° (che era un pò sottotono)
  10. Kit Fisto

     
    #10
    Sempre più interessante, molto interessante.
    A parte grafica, stile e design che sono già all'apice, il gioco più incentrato sull'esplorazione e combattimenti 1vs1 mi solletica parecchio di più che non con combattimenti caotici con un marasma di nemici.
Continua sul forum (12)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!