Genere
Sportivo
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
TBA

Pro Evolution Soccer 2017

Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Konami
Genere
Sportivo
Data di uscita
TBA
Hands On

Prime partite a PES 2017

Scende in campo la nuova versione della saga calcistica di Konami

di Marco Ravetto, pubblicato il

PES 2017 si è presentato per la prima volta alla stampa specializzata, e lo ha fatto con un evento incentrato esclusivamente sulla parte giocata. Nessuna informazione sulla data d’uscita (che, previsione personale, non dovrebbe comunque discostarsi più di tanto da quella tradizionale), nessuna notizia sulle modifiche apportate alle modalità di gioco, ma solo una rapida introduzione per sottolineare quali sono le principali novità a livello di gameplay e poi una sessione di gioco che mi ha permesso di scendere in campo per alcune partite.

Nelle situazioni più disperate si può impostare una tattica completamente offensiva che porterà anche il portiere a spingersi in attacco - Pro Evolution Soccer 2017
Nelle situazioni più disperate si può impostare una tattica completamente offensiva che porterà anche il portiere a spingersi in attacco

GIOCO DI SQUADRA

L’elenco delle modifiche che dovrebbero caratterizzare PES 2017 è, a ben vedere, tanto corposo quanto classico. Sì, classico perché come tutti gli anni le novità presenti riguardano sempre le medesime componenti e si pongono tutte il medesimo obiettivo, aumentare il grado di realismo. Particolarmente interessante sulla carte il lavoro svolto per quanto concerne l’intelligenza artificiale, con un potenziamento che dovrebbe riguardare ogni fase di gioco e portare i calciatori controllati dalla cpu a “imparare” dalle giocate dell’avversario e ad agire di conseguenza. Sfruttate tanto la vostra stella? Aspettatevi un raddoppio di marcatura. Eseguite sempre la stessa giocata sulla fascia? Il terzino si incollerà all’ala per non lasciarlo libero d’agire e i centrocampisti agiranno in maniera da bloccare eventuali linee di passaggio. Purtroppo avendo preso parte a solamente un paio di partite contro la cpu non ho potuto verificare quanto queste novità si traducano in effettivi cambiamenti a livello di gioco, certo è che sulla carta la capacità di “leggere la partita” e di adattarsi di conseguenza è una componente di notevole rilievo.
Saranno poi presenti nuovi schemi, con la possibilità di impartire comandi che modificano lo stile di gioco della squadra (adottando l’ormai immancabile tiki-taka o il più classico dei contropiedi, ad esempio), di impostarne la propensione offensiva e difensiva o di utilizzare specifici schemi nelle situazioni di calcio d’angolo; tramite la croce direzionale sarà infatti possibile scegliere tra quattro schemi offensivi (ad esempio il classico trenino) e tre difensivi (marcatura a uomo, a zona…) che dovrebbero permettere di sfruttare al meglio queste situazioni di gioco fermo. Peccato che questa nuova opzione sia, a quanto pare, limitata esclusivamente ai calci d’angolo e non riguardi tutte le situazioni di palla ferma; sarebbe infatti interessante disporre di schemi del genere anche su punizioni laterali o dalla tre/quarti campo.

I calci d'angolo offriranno quattro differenti schemi offensivi e tre difensivi - Pro Evolution Soccer 2017
I calci d'angolo offriranno quattro differenti schemi offensivi e tre difensivi

IN CAMPO

Sul terreno di gioco PES 2017 ha messo in mostra già un buon livello di dettaglio e, anche considerando quanto tempo manca all’uscita del gioco, sono già evidenti i passi in avanti fatti negli elementi di contorno. Maggiore cura nella realizzazione di stadi (e di tutto quanto è presente al loro interno, dai tifosi ai fotografi a bordo campo) che si affianca a quella che è tradizionalmente una delle caratteristiche migliori di PES, ovvero i modelli dei giocatori. Il livello raggiunto, soprattutto per le star più affermate, è veramente eccellente e basta guardare la carrellata che scorre durante la presentazione delle squadre per trovarsi di fronte a calciatori “virtuali” che non hanno nulla da invidiare alle controparti reali. Abbandonate poi le sequenze di intermezzo, anche durante le partite la qualità sembra ottima, con movimenti fluidi e sempre convincenti anche grazie alla costante aggiunta di nuove animazioni.
Sin dal fischio d’inizio, PES 2017 si presenta con un ritmo decisamente più lento e compassato rispetto alla concorrenza, con uno stile di gioco manovrato e ragionato che ho trovato molto piacevole. Mi sono decisamente divertito nelle partite che ho giocato, notando nel complesso un comportamento coerente da parte di tutti i calciatori, che si muovono con notevole realismo e agiscono sempre in maniera coerente. Nel solco della tradizione il sistema di controllo, che aggiunge a tutti gli elementi classici della serie il Real Touch, meccanica per lo stop a seguire e per superare l’avversario quando si sta ricevendo un passaggio; si tratta di una novità interessante, che andrà studiata in maniera più approfondita per valutarne l’efficacia e l’utilità in termini pratici.

Il nuovo sistema denominato Real Touch permetterà di eseguire finte e movimenti e di avere un controllo migliore del pallone quando si riceve un passaggio - Pro Evolution Soccer 2017
Il nuovo sistema denominato Real Touch permetterà di eseguire finte e movimenti e di avere un controllo migliore del pallone quando si riceve un passaggio
Dopo aver preso una sequenza di gol di testa, che mi ha fatto parzialmente dubitare sull’abilità dei miei difensori (la giuria è ancora in camera di consiglio, ma tra le possibili colpevoli l’ipotesi “sono una pippa a difendere sui cross” è comunque quella più accreditata), per puro dovere di cronaca ho concentrato parte delle mie attenzioni anche sull’arbitro, eseguendo una serie di interventi che variavano dal “duro” al “mettetelo in prigione e buttate la chiave”. Nel complesso il comportamento del direttore di gara mi è parso abbastanza coerente, mai eccessivamente permissivo o severo, con una distribuzione dei cartellini tutto sommato adeguata.
Una delle domande classiche che accompagnano l’uscita di un nuovo episodio di PES (e anche di FIFA, ovviamente) riguarda poi il comportamento dei portieri. Si tratta sempre di un quesito lecito, anche perché bisogna ammettere che in passato ne abbiamo viste di tutti i colori, con errori madornali ripetuti con disarmante costanza capaci di trasformare in una bestia assetata di sangue (del proprio portiere) anche il più pacato dei giocatori. A questo punto, se nella vostra mente state pensando “Dicci Marco, hai visto qualche comportamento anomalo/preoccupante da parte degli estremi difensori di PES 2017?”, vi posso parzialmente rassicurare. Perché se è vero che da un lato ho assistito a una “cappellata” di discrete proporzioni, con un tuffo completamente privo di senso su un colpo di testa, per tutte le restanti azioni ho ammirato un estremo difensore sempre ben presente e reattivo. Anzi, a dirla tutta, ho anche visto una delle azioni più spettacolari a cui mi sia capitato di assistere in un videogioco, con una sequenza di tre parate ravvicinte nel breve volgere di pochi secondi. Ripetendo fino alla noia quindi che cinque-sei partite non possono essere un banco di prova sufficiente per esprimere un giudizio definitivo, le sensazioni sono positive perché non si sono evidenziati comportamenti anomali replicati più volte.
Le nuove animazioni contribuiscono a rendere ancora più realistici i vari contrasti tra i giocatori - Pro Evolution Soccer 2017
Le nuove animazioni contribuiscono a rendere ancora più realistici i vari contrasti tra i giocatori
Infine, tornando a cose non di campo, PES 2017 qualche informazione sugli aggiornamenti; evidentemente consapevoli del pasticcio fatto con la passate edizione, in Konami promettono aggiornamenti costanti a cadenza settimanale, oltre ovviamente a un update in contemporanea con l’uscita del gioco che renderà le rosi attuali al momento del day-1. Poche informazioni trapelano invece per quanto riguarda le licenze. La versione che ho provato aveva solo quattro squadre, Germania, Francia, Atletico Madrid e Arsenal, tutte con formazioni e loghi ufficiali. La presenza dell’Arsenal potrebbe far sperare in qualche novità in ambito Premier League, anche se è possibile che il tutto sia semplicemente riconducibile ad accordi presi con singole squadre. Problemi di licenze a parte, PES 2017 sembra proseguire sulla strada del suo predecessore, smussandone parte dei difetti e inserendo alcune novità. Personalmente sono piuttosto ottimista, anche se ovviamente attendo di poter mettere mano su qualcosa di più sostanzioso prima di esprimere alcun tipo di giudizio definitivo.


Commenti

  1. Roberto Martuscelli

    #1
    Ma avete riciclato il commento pre-release? Io speravo in una corposa review.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!