Genere
ND
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
39,90 Euro
Data di uscita
24/2/2006

Project Zero 3: The Tormented

Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Take 2 Interactive
Sviluppatore
Tecmo
PEGI
16+
Distributore Italiano
Take2
Data di uscita
24/2/2006
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
39,90 Euro

Hardware

Project Zero 3 è in arrivo su PlaySation 2 nel corso di febbraio 2006.

Link

Speciale

Domande & Risposte su Project Zero 3: The Tormented

Tra le interpretazioni più originali della categoria horror, la serie Project Zero è riuscita negli anni a ritagliarsi un suo spazio a fianco di colossi come Resident Evil e Silent Hill, grazie alle particolari atmosfere tipicamente giapponesi. Con un occhio alla prossima generazione, e in vista dell'esordio europeo, il produttore Makoto Shibata ci parla del suo ultimo lavoro...

di Alessandro Martini, pubblicato il

Domanda: Il ritorno di Miku, dal primo Project Zero, avvicina in qualche modo i due episodi. In quale maniera si incontrano le linee narrative di questi personaggi?

Risposta: Miku veste i panni di assistente per Rei nella sua professione di fotografa. Ha grande fiducia in Rei e le dà il massimo supporto durante il lavoro. Ad ogni modo, la stessa Miku ha sofferto un trauma psicologico dopo gli eventi di Project Zero e si reca lei stessa nell'antica Magione (il cui nome completo è Magione del Sonno). Nel mondo reale, Rei non sa nulla del trauma, ma quando si muove nei sogni lo fa impersonando Miku, e in tal modo scopre gli eventi nascosti nel suo passato. Normalmente vivono nella stessa casa e passano molto tempo insieme, benché entrambe tengano i rispettivi segreti nascosti dentro sé stesse. La Magione del Sonno rappresenta un richiamo per tutte le persone che sono sopravvissute a simili sofferenze.

Domanda: Qual è il ruolo del giornalista Kei Amakura, nell'avanzamento della trama?

Risposta: Kei è un giornalista freelance, che si è interessato alla Magione prima di Rei. Proprio per questo motivo, conosce il luogo molto bene e cerca di incoraggiare Rei dandole, allo stesso tempo, importanti informazioni. Egli rappresenta il primo comprimario maschile nella serie Project Zero e, pur non avendo speciali capacità di alcun tipo, contrasta tale mancanza con il proprio coraggio.

Domanda: In che modo l'introduzione di questi personaggi influenza direttamente la struttura di gioco?

Risposta: Rei è la protagonista, è dotata di forza e velocità che la rendono complessivamente un personaggio ben equilibrato. Ad esempio, può utilizzare una mossa chiamata FotoFlash, che immobilizza i fantasmi dandole un po' di tempo extra per attaccarli. All'interno dei sogni di Rei, gli utenti possono guidare Miku o Kei, mentre la protagonista diventa una maga che è in grado di sentire la sofferenza altrui. Più avanti nel gioco, la stessa Rei dovrà però confrontarsi con la sua personale sofferenza. Miku, invece, ha una grande forza spirituale e può usarla per rendere la macchina fotografica più efficace in battaglia. In tal modo, può arrecare il maggior danno tra tutti i personaggi, oltre a possedere un oggetto in grado di rallentare il tempo. D'altro canto, la sua resistenza fisica è bassa e lo spazio di cattura della sua macchina fotografica ristretto, entrambi aspetti che rendono difficile padroneggiare a fondo questo personaggio.

Infine, Kei ha pochissimo potere spirituale e può potenziare la sua macchina fotografica solo una volta. Ad ogni modo, possiede la capacità di scattare foto a ripetizione. In generale, è comunque un personaggio dal basso profilo, che può passare inosservato agli spettri ed evitare lo scontro diretto, grazie alle sue abilità. Ogni personaggio ha un modo diverso di interagire con l'ambiente, non solo in combattimento ma anche nell'esplorazione. Ad esempio, Miku è piccola e può infilarsi negli spazi stretti, persino sotto al pavimento, o cooperare con alcuni spettri. Kei, invece, ha una buona resistenza fisica e può spostare oggetti pesanti, ma può anche analizzare antichi documenti. Come potete vedere, hanno tutti un ruolo ben definito sebbene si muovano all'interno della stessa ambientazione.

Domanda: Cos'è esattamente la Magione del Sonno e in che modo si collega al tatuaggio comparso sul corpo di Rei?

(avviso per chi non vuole rovinarsi la sorpresa: il passaggio seguente contiene dettagli critici che riguardano la storia) Risposta: Nel Giappone antico, la gente credeva che i sogni avessero significati particolari. Si credeva nell'esistenza di un mercante, in grado di acquistare e vendere bei sogni. Un'altra creatura mistica era Baku che si pensava potesse nutrirsi di incubi e a lui sono dedicati alcuni templi. Per quanto riguarda Project Zero 3, la Magione del Sonno è un luogo in cui si tenevano delle cerimonie per uno specifico tipo di incubo. Questi sogni avevano tutti qualcosa in comune: le persone che avevano perso tragicamente uno dei loro cari, lo vedevano tornare in sogno ma, se lo avessero seguito, non si sarebbero mai più svegliati. Per combattere l'incubo, gli si dava un voto al tempio. In altre parole, le persone dedicavano al tempio il dolore provato dalla perdita improvvisa. Ad ogni modo, il sistema con cui veniva praticato questo rituale era piuttosto strano: si mischiava il sangue dei sopravvissuti a quello dei defunti e lo si usava successivamente come inchiostro per disegnare un tatuaggio sulla pelle di una giovane sacerdotessa.

Senza svelare troppi dettagli, posso dire che la Magione ha visto un incidente improvviso e, per tenerlo nascosto, la sua planimetria è stata modificata. Un giorno, tutte le persone che vivevano nella stessa zona non si sono più risvegliate e così la Magione del Sonno è rimasta completamente deserta. Nella storia del gioco, Rei visita questi luoghi per lavoro e viene richiamata nello stesso posto durante i suoi sogni. La Magione è ora governata da una maga ricoperta di tatuaggi su tutto il corpo. Chiunque venga toccato da lei vedrà comparire un tatuaggio sul proprio corpo, che si espanderà ad ogni risveglio. La sofferenza fa crescere il tatuaggio su tutto e, quando infine raggiunge gli occhi, le persone non possono più risvegliarsi. Allo stesso tempo, il tatuaggio rappresenta un indizio: infatti le persone lo vedono coprire gli occhi appena ne ricevono la maledizione, benché tale suggerimento arrivi troppo tardi.