Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
18+
Prezzo
ND
Data di uscita
27/4/2012

Prototype 2

Prototype 2 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Activision
Sviluppatore
Radical Entertainment
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Activision Italia
Data di uscita
27/4/2012

Hardware

Prototype 2 è atteso nei formati PlayStation 3, Xbox 360 e PC.

Multiplayer

Non si è accennato a modalità multiplayer, che del resto non erano presenti neanche nel primo episodio.

Modus Operandi

Nel corso dell'evento pre-E3 di Activision, abbiamo assistito a una presentazione su grande schermo del gioco, con i membri del team di sviluppo che ce ne illustravano le caratteristiche mentre mostravano sezioni specifiche.

Link

Eyes On

Le dimensioni contano

Più sono grossi, più rumore fanno quando cadono.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Essendo Prototype 2 un gioco dall'impostazione “free roaming”, non possono certo mancare degli elementi collezionabili di vario tipo, segreti sparsi in giro per gli ambienti di gioco che non è necessario scovare per giungere alla fine. Di questi fanno parte le tane, ambienti sotterranei nascosti nei quali si raccolgono gli infetti, quasi a formare degli alveari.

ferite nell'asfalto

Le tane non vengono assolutamente indicate sulla mappa di gioco – a meno che non si scovino informazioni che ne segnalino la posizione – e vanno trovate aguzzando la vista. Si tratta di veri e propri squarci nel terreno, ricolmi di sostanzia infetta, all'interno dei quali James può introdursi lacerandone la superficie. Dentro le tane si nascondono potenziamenti per il personaggio, quindi scoprirle non è solo questione di “completismo”, ma ha anche dei risvolti concreti sull'esperienza di gioco. Al loro interno, però, si trovano anche sfide particolarmente ardue, rappresentate da infetti dalle dimensioni ragguardevoli. Le tane, in buona sostanza, sono dei piccoli scontri con boss, all'interno dei quali ci si trova a combattere orde di infetti sempre più grossi e arrabbiati.
E hanno rappresentato, nel corso della presentazione, anche un ottimo pretesto per mettere in mostra il nuovo sistema di combattimento, che punta tantissimo sulla “distruttibilità” dei nemici, con arti che è possibile strappare o danneggiare per metterli in difficoltà e una maggiore fluidità di controllo. Niente più combo impossibili da interrompere, niente più nemici che attaccano a tradimento approfittando della gestione della telecamera e, anzi, un sistema di movimenti dell'inquadratura che fa sì che ogni salto, evoluzione, schivata, piroetta si concluda sempre con James posizionato alla perfezione per poter individuare gli attacchi e rispondere. L'idea, insomma, è e rimane quella: dare un fortissimo senso di potenza, garantire sempre informazioni e capacità sufficienti per affrontare chiunque, fino al punto che in teoria il giocatore particolarmente bravo potrà arrivare a vincere qualsiasi combattimento senza farsi mai sfiorare da un singolo nemico.

Non mancheranno bestioni dalle dimensioni ragguardevoli - Prototype 2
Non mancheranno bestioni dalle dimensioni ragguardevoli

sempre più grande

L'ultimo lampo di presentazione è stato dedicato a Tiny, un enorme infetto le cui dimensioni rivaleggiano con quelle di alcuni edifici e che attacca James con particolare furia, travolgendo lungo la sua corsa vetture, lampioni, cittadini. Un lampo veloce di quelle che possono essere le difficoltà con cui il giocatore di Prototype 2 avrà a che fare, per concludere una presentazione interessante, che pone le basi per un gioco dal buon potenziale. Fermo restando che è difficile dare giudizi su un titolo del genere senza aver neanche messo mano al pad, possiamo dire che sembrano esserci le premesse per un valido seguito. Qualche dubbio, al limite, su un motore grafico sicuramente ben lungi dall'essere rifinito (d'altra parte l'uscita è prevista per il 2012) e che oltretutto era un po' penalizzato dall'utilizzo di un proiettore video di qualità non eccellente, ma che non ci è parso compiere i passi avanti rispetto al predecessore che sarebbe lecito attendersi di fronte alla dichiarazione: “Abbiamo riscritto da zero il motore di rendering”. Ma d'altra parte, come detto, è ancora molto presto e ci saranno sicuramente altre occasioni per approfondire. La prima delle quali, fra l'altro, proprio in questi giorni di E3 2011.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!