Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
5/9/2005

PSP

PSP Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Sony Computer Entertainment
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
5/9/2005
Data di uscita giapponese
6/12/2004
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
16

Hardware

I Minis sono giochi per il download dalle dimensioni inferiori ai 100 MB. I fumetti Marvel (ma non solo) saranno anch'essi prodotti destinati al digital delivery. Le due iniziative, dunque, oltre ad essere esclusive PSP, sono dedicate a chi dispone di una connessione a Internet e di una Memory Stick sufficientemente capiente. PSPgo appare come la loro destinazione naturale.

Multiplayer

È lecito presumere che molti Minis disporranno di opzioni per il multiplayer, anche se dipenderà da caso a caso. Sarebbe interessante un'opzione per condividere i fumetti acquistati sul negozio di PSP, ma francamente dubitiamo venga presa in considerazione.

Link

Hands On

[GC 09] Fumetti e minigiochi

Toccate con mano le novità PSP dalla Gamescom.

di Andrea Maderna, pubblicato il

I "botti" più grossi della conferenza Sony a Colonia sono stati senza dubbio quelli riguardanti PlayStation 3, con la rivelazione della nuova console in formato ridotto e il consistente taglio di prezzo. Anche PSP, comunque, ha sparato qualche cartuccia interessante, per esempio nell'annuncio di Gran Turismo in omaggio (in versione digital delivery) per i primi acquirenti della nuova PSPgo e nella presentazione dei fumetti su PSP e dei Minis, i nuovi videogiochi da passeggio in formato ridotto. Entrambe le novità erano presenti in fiera e, fra una coda e l'altra, abbiamo trascorso un po' di tempo provandole.

psp come iphone

I Minis sono dei giochi in vendita solo tramite PlayStation Store, caratterizzati dal prezzo e dalle dimensioni ridotte. Se sul primo dato non si hanno ancora informazioni certe, del secondo sappiamo che il limite è impostato sui 100 MB. L'idea ricorda molto le piccole produzioni per iPhone, titoli spesso molto semplici e dal prezzo estremamente ridotto, ma che altrettanto spesso sanno mettere in mostra idee di design geniali e un grande sforzo nello sfruttare al meglio le caratteristiche del sistema su cui girano. Senza contare che il costo sempre ridotto garantisce la voglia - da parte dei giocatori - di accettare giochi semplici, brevi, capaci di essere sorprendentemente intelligenti senza per questo dover durare ore e ore al solo fine di giustificarne il prezzo.
I Minis saranno disponibili in grande quantità dal momento del lancio di PSPgo, con una serie di produzioni originali e qualche conversione di classici senza tempo. Non si può assolutamente escludere, fra l'altro, che col tempo la filosofia "parallela" a quella dell'App Store finisca per generare un interscambio di giochi fra PSP e iPhone. In fiera c'erano alcuni Minis da provare ed erano tutte produzioni molto semplici, quasi elementari. Un Mah-Jong, un Sudoku e una specie di puzzle game che mescolava la caduta di mattoni alla Tetris, la rotazione di gemme in stile Bejeweled e altre meccaniche per dare vita a una meccanica abbastanza intrigante. Nulla che ci abbia lasciati particolarmente sconvolti, insomma, ma il potenziale perché col tempo possano venir fuori piccoli gioielli c'è tutto.

l'uomo-ragno portatile

L'altra grande novità annunciata è quella dei fumetti su PSP. Come spesso accade, le produzioni ufficiali si trovano a "inseguire" quanto viene fatto dai volenterosi appassionati di homebrew. La lettura di fumetti su PSP fa infatti parte di quelle decine di ottime applicazioni non ufficiali che da tempo gli appassionati sfruttano sulla loro console portatile. Come sempre accade per questo genere di cose, però, si tratta di un qualcosa il cui supporto viene lasciato alla buona volontà degli utenti. L'entrata in campo di Sony garantisce - dietro compenso, ovvio - una qualità e una costanza degli aggiornamenti di ben altro tipo.
In fiera era possibile sfogliare e leggere degli albi Marvel Comics, con per esempio episodi di Civil War e numeri sparsi di Capitan America, alcuni recenti, altri del lontano passato. Il sistema di controllo funziona molto bene, meglio di quanto ci aspettassimo. È possibile attivare un sistema di lettura automatico, che premendo verso destra o sinistra sulla croce analogica sposta l'inquadratura seguendo dialoghi e vignette (con alto e basso si cambia pagina), ma in qualsiasi momento si può prendere il controllo muovendo il pad analogico e regolando l'ingrandimento con i tasti dorsali. Ci sono poi una serie di altre opzioni per regolare al meglio la consultazione e l'unica mancanza che ci è parso di rilevare consiste nell'impossibilità di cambiare il senso di lettura orientando la console in verticale. Alla prova sul campo, insomma, il sistema sembra funzionare molto bene.

ma quanto mi costi?

Anche senza prendere in considerazione le attività "non ufficiali", non si può ignorare il fatto che Marvel Comics (al momento unico editore di un certo peso annunciato da Sony) offre già un servizio di lettura online dei propri fumetti, con un catalogo enorme che include praticamente tutte le nuove uscite e anche parecchio materiale d'epoca. Certo, c'è l'obbligo di leggerli online e, a meno di usare "mezzucci", non è possibile spostarli su PSP, ma con un abbonamento da 59,98 dollari all'anno si può accedere all'intero catalogo. I prezzi per l'iniziativa portatile non sono ancora noti, ma quel che è certo è che almeno inizialmente non saranno disponibili abbonamenti e dovremo quindi acquistare i singoli albi.
Di fatto, insomma, si pagherà mediamente molto di più, con certo il vantaggio di un software dedicato alla lettura su PSP e con la possibilità - fondamentale - di acquistare i fumetti tradotti nella nostra lingua. La persona con cui abbiamo parlato non ha saputo darci informazioni ufficiali su date, quantità, costi, ma ci ha assicurato che sono in atto trattative coi licenziatari di tutti i paesi per la pubblicazione degli albi digitali tradotti. Su nostra esplicita richiesta ha comunque anche detto che non è da escludere la possibilità di acquistare anche albi in lingua originale e che dipenderà dalla richiesta percepita e da eventuali difficoltà nella gestione dei diritti.
Insomma, l'iniziativa è senza dubbio interessante, ricca di potenziale e, da quanto abbiamo visto, ben realizzata. Ma ci sono anche molti dubbi, dettati in primis dai costi e in secondo luogo da quanto sarà ampio e variegato il catalogo. In questo senso sarà importante capire se andranno in porto le trattative con gli altri editori. La presenza di un colosso come DC Comics, specie in un periodo in cui Batman è stato rilanciato alla grande dai due film di Christopher Nolan, cambierebbe le carte in tavola.


Commenti

  1. eric_starbuck

     
    #1
    Ma se i fumetti si leggono obbligatoriamente online e PSP go non incorpora un cellulare, come si fa a leggere i fumetti in giro?

    Se devo leggerli in casa non ha molto senso secondo me.

    Pensate che belli che sarebbero i fumetti in stile Seadragon di Microsoft! WOW!
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!