Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
62,00 Euro
Data di uscita
20/1/2003

Racing Evoluzione

Racing Evoluzione Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Milestone
Genere
Guida
Data di uscita
20/1/2003
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
2
Prezzo
62,00 Euro

Lati Positivi

  • Reparto grafico superbo
  • Modalità Dream stuzzicante
  • Modello di guida interessante
  • Grande quantità e varietà di piste
  • Buona intelligenza artificiale degli avversari

Lati Negativi

  • Effetti sonori deludenti
  • Difficoltà e modello di guida semplicistico
  • Collisione con le vetture migliorabile

Hardware

Per giocare a Racing Evoluzione è necessaria una confezione originale del gioco e un Xbox PAL munito di relativo pad. Il titolo Milestone supporta l'utilizzo del Dolby Digital 5.1 – anche se in modo non del tutto soddisfacente – e di una periferica di controllo alternativa, come un volante compatibile con Xbox.

Multiplayer

Non poteva mancare una modalità di gioco multiplayer come la "One to One" che, in split screen, permette di inscenare divertenti sfide all'ultimo sorpasso (nel gioco) e all'ultima gomitata (davanti alla televisione).
Recensione

Racing Evoluzione

E' un processo graduale, una parabola ascendente che sfrutta ogni margine di miglioramento esistente, il perfezionamento costante e inarrestabile di una specie che incede con passo sicuro e spedito, guardandosi alle spalle non per rimpiangere il passato ma per custodire la propria storia e compiacersi del proprio presente. E' una nuova tappa per i racing arcade, è l'evoluzione. Racing Evoluzione.

di Andrea Focacci, pubblicato il

Una certa soddisfazione deriva anche dal pilotare i propri bolidi sulle differenti tipologie di piste proposte – riconducibili ai circuiti cittadini, montani, piste da gara e stadi per l'alta velocità – verificando sul campo come anche Racing Evoluzione sia caratterizzato da un proprio stile di guida che lo contraddistingue come altri autorevoli esponenti del genere, dai quali paga però una minor eleganza e complessità: se pensiamo a Ridge Racer V o a Burnout 2: Point of Impact come ai re della guida in derapata o a Metropolis Street Racer e Project Gotham Racing come ai più autorevoli esponenti della guida spettacolare e all'insegna del freno a mano, possiamo considerare il gioco Milestone come il simbolo della guida al limite ma composta.
Tra i pregi più apprezzabili di Racing Evoluzione, infatti, si può citare a ragion veduta l'ottimo design di alcune piste – alcune davvero lunghe e ricche di varianti e tratti di misto – che hanno come diretta conseguenza la richiesta di una guida tecnica e una buona padronanza del mezzo.
Se a questo aggiungiamo le insidie che nascondono i cordoli e lo sporco depositato a bordo pista, sui quali è facile perdere velocità e aderenza, è più facilmente comprensibile di come, pigiare indiscriminatamente sull'acceleratore e affidare il proprio destino alle protezioni a bordo pista, non sia una condotta capace di portare risultati soddisfacenti. Inoltre, è doveroso tener conto della testardaggine degli avversari che, finalmente, non avranno come principale priorità quella di sbatterci fuori pista ma bensì di correre la propria gara e battagliare fra di loro per raggiungere le posizioni più prestigiose. Basta un minimo errore per vedersi sfilare senza pietà anche se, a dire il vero, è impossibile non notare un certo "effetto elastico", seppur intenzionale, forse troppo enfatizzato: il fenomeno è diffuso in molti titoli del genere per cui, a seguito di un grave errore o un'escursione fuori pista, le macchine di testa sembrano rallentare in modo da non distaccarci troppo, per poi riprendere a correre a pieno regime una volta raggiunte.

Come detto, nel gioco Milestone questo aspetto è fin troppo marcato e tende a facilitare di parecchio le cose: in buona sostanza Racing Evoluzione non risulta essere un gioco particolarmente ostico, soprattutto per chi proviene da intense sessioni a Gran Turismo 3 A-spec o, comunque, per chi è in possesso di un vasto bagaglio d'esperienza per quanto riguarda i racing game.

DESIGN

E' il reparto in cui Racing Evoluzione eccelle su quasi tutti i fronti: tolta la dissertazione su velocità, fluidità e fotogrammi al secondo – esaurita ad inizio articolo – quel che rimane non può che essere un quadro d'insieme a dir poco gratificante per la vista. I punti di forza del motore grafico allestito da Milestone possono essere individuati nel numero di poligoni, nell'elevata qualità delle texture, nella routine di gestione dei riflessi e nelle scelte cromatiche che fanno da collante al tutto. Per quanto riguarda il primo punto, oltre a presentare un campo visivo piuttosto esteso, Racing Evoluzione può contare su un elevato quantitativo poligonale che si traduce in un alto dettaglio e complessità architettonica sia a bordo pista – caratterizzata da un gran numero di costruzioni ed elementi animati, come maxi schermi pubblicitari – sia per quanto riguarda la resa finale delle auto, davvero soddisfacente. Sul lato texture non c'è molto da dire, se non rimarcare la varietà, l'ottima qualità e il sapiente utilizzo dell'effetto bump mapping a cui, ormai, la console Microsoft ci ha abituato. I riflessi in tempo reale sono invece un tocco affascinante donato al prodotto italiano - ammirabili in larga parte sulla nostra vettura e, in particolar modo, tramite l'inquadratura posta sul cofano – che reagiscono in modo dinamico al paesaggio e alla posizione delle varie auto rispetto al tracciato.

A completare l'opera, Milestone ha scelto una palette di colore particolare che, pur presentando toni accesi, non cade quasi mai nello sgargiante, fornendo un'immagine vivida ma ricca di chiaro-scuri capaci di fornire un'ottima sensazione di realismo. Le uniche note stonante del versante tecnico derivano da un aspetto sonoro purtroppo in parte deludente, soprattutto per quel che riguarda il rombo dei motori – troppo ovattati e simili fra loro – e qualche incertezza nella gestione delle collisioni con le auto avversarie, a volte devastanti o favorevoli per il proprio tornaconto senza un mostrare un criterio sufficientemente chiaro.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Racing Evoluzione rappresenta una nuova tappa nel mondo dei racing arcade, una tappa non perfetta ma che – nel pieno spirito del genere di appartenenza – non pretende nemmeno di essere tale. Il gioco Milestone è il miglior gioco automobilistico privo di velleità simulative a comparire su Xbox e, in generale, fra le migliori proposte degli ultimi tempi: una realizzazione grafica impressionante e la stuzzicante miscela fra conduzione pulita e guida al limite - anche se forse un po' priva di mordente rispetto ai classici arcade del passato - si sposano al meglio con una modalità di gioco, forse non troppo varia e limitata sotto più aspetti, ma che ha il pregio di invogliare il giocatore a non fermarsi prima del tempo. Non eccessivamente difficile e veloce... ma solido e coerente. Finalmente il cerchio si chiude e la penna si solleva dal foglio: e a ben guardare il tratto non può che dirsi moderno ed elegante, anche se con qualche sbavatura; inevitabile, visto che l'evoluzione non conosce soste.