Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Radeon 9800 XT

Anteprima

Radeon 9800 XT & Radeon 9600 XT

ATi non si ferma più, e dopo essersi conquistata l'onore della cronaca da ormai quasi un anno nel campo dei chip grafici grazie alla Radeon 9700, propone il terzo refresh di quell'architettura R300 che le ha dato una così grossa spinta. Signori, ecco a voi R360, alias Radeon 9800 XT, che arriva assieme al fratellino minore RV360, ossia Radeon 9600 XT.

di Antonino Tumeo, pubblicato il

ESTENDERE RADEON 9600

Operazione molto simile è stata fatta anche con Radeon 9600. A Radeon 9600 e 9600 PRO, infatti, si affiancherà la nuova Radeon 9600 XT, che sfrutterà il chip RV360. Ancora una volta, le caratteristiche architetturali sono identiche a quelle di RV350, chip da cui deriva: supporto per AGP 4X/8X, 4 pixel pipeline con precisione in floating point a 24 bit massima in tutti i settori (per via del color processor) e supporto per pixel shader 2.0 con presenza di F-Buffer. 2 unità geometriche con supporto per Vertex Shader 2.0 e funzionalità di SmoothVision 2.1 (AntiAliasing fino a 6X con Color e Z Compression e Anisotropic Filtering Adattivo fino a 16X). Ancora, non manca ovviamente la tecnologia HyperZ III+ per la riduzione dell'occupazione di banda di memoria, anche qua sempre su bus a 128 bit. Ancora una volta, quello che varia sono le frequenze: si passa dai 400 MHz di frequenza di core della Radeon 9600 PRO (325 MHz per la normale) a ben oltre 500 MHz (le frequenze devono ancora essere finalizzate). La GPU sarà accompagnata da frame buffer di 128 e 256 MB di memoria DDR con frequenze di oltre 300 MHz (anche qua devono essere finalizzate, ma si parte dalle specifiche della PRO che prevedevano giustappunto memorie DDR a 300 MHz, equivalenti a 600 MHz, dunque). Anche in questo caso dovrebbe essere fornito il supporto per OverDrive e l'overclock automatico dinamico direttamente dai driver. È importante notare che l'aumento così massiccio di frequenza (oltre 100 MHz!), senza la necessità di adottare alimentazioni esterne, sarà reso possibile non solo dalla reingegnerizzazione del chip (sempre realizzato a 0,13 micron come il suo predecessore RV350), quanto per l'utilizzo, per la prima volta, di transistor che sfruttano materiali a bassa costante dielettrica (la cosiddetta low k), che consente di ridurre decisamente l'energia necessaria per attivare il "canale" nei transistor stesso, e quindi diminuire la dissipazione. Anche per Radeon 9600 XT la disponibilità è fissata per ottobre (si pensa verso la metà, o la fine del mese), a prezzi che dovrebbero avvicinarsi a quelli della sorellina minore Radeon 9600 PRO, e cioè 199 Euro più IVA. Anche in questo caso, quindi, è presumibile un ricollocamento dei prezzi dei modelli che a questo punto diventeranno "inferiori".

HALF-LIFE 2: VOSTRO CON OGNI RADEON!

I rumors erano ormai già diventati praticamente annunci ufficiali, visto che la già ormai notissima presentazione di Gabe Newell sulle prestazioni di Half Life 2 con le nuove schede DirectX 9.0, nella quale si sottolineavano le prestazioni delle schede ATi e la debacle delle schede nVidia, si è tenuta proprio allo Shader Day organizzato dalla società canadese e il programmatore stesso aveva confermato la sponsorizzazione di ATi. Newell aveva anche puntualizzato che la scelta (per la quale evidentemente un'asta c'è stata) è caduta non tanto (e non solo) per motivi economici, ma proprio per i motivi prestazionali evidenziati nella presentazione, e successivamente più o meno confermati da Carmack (più per gli engine DirectX 9 che per il suo DOOM 3, comunque).
Adesso, però, possiamo dirvi che, con assoluta certezza, troverete Half Life 2 in versione completa in bundle non solo con i due ultimi gingilli di casa ATi, le Raeon 9600 e 9800 XT, ma anche con tutti gli altri prodotti della sua linea, proprio grazie al fatto che ATi è il supporter ufficiale di Valve. E, stando al contratto siglato, questo accordo dà anche la possibilità ai partner diretti di ATi di decidere se includere il gioco nel bundle delle loro schede basate sui chip grafici della casa canadese. Ciò significa, quindi, che Half Life 2 non solo sarà presente nelle schede Built By ATi, ma potrebbe anche essere trovato nelle schede Powered By ATi...
C'è da aggiungere che, alla luce del ritardo, da poco annunciato, del nuovo gioco di Valve Software, è probabile che inizialmente verrà fornito un voucher con il quale sarà possibile ricevere successivamente il titolo, o tramite Steam, o in qualche altra maniera che dovrà essere precisata. In una maniera o nell'altra, comunque, la presenza di Half-Life 2 dovrebbe essere garantita fin da subito.
E si tratta di un bel colpo, indubbiamente, tanto che già ci si chiede se nVidia, che da tempo porta avanti un'iniziativa di sponsorizzazione (The Way It's Meant To Be Played) su diversi titoli, risponderà con DOOM 3 o con Unreal Tournament 2004...

NUOVI RILANCI

Insomma, arriva l'Autunno e la battaglia... si riscalda! ATi, pur non proponendo nulla di sconvolgente, cerca di ribadire la leadership conquistata sfruttando anche nella maniera migliore possibile tutti i discorsi, e anche le polemiche, derivate in seguito al supporto per gli shader in standard 2.0 che ha visto le sue Radeon mettere decisamente in crisi l'hardware nVidia. Del resto, la sponsorizzazione ad uno dei giochi più attesi dell'anno (ma potremmo dire del lustro...), che mette in luce proprio questi fatti, è un messaggio chiaro e preciso, così come la decisione di non cambiare per nulla le architetture a questo punto, ma solo aumentare le frequenze di clock. nVidia, d'altro canto, di certo non rimane con le mani in mano, e si appresta a breve a rilanciare, anch'essa con refresh che difficilmente sconvolgeranno le architetture attuali (si parla più che altro anche in questo caso di aumenti di frequenza), per provare a mettere un po' di sale in una situazione che comunque alla fine per questo scorcio di fine 2003 e inizio 2004 dovrebbe rimanere piuttosto stabile e comunque fluida. Ossia, una ATi che in maniera più o meno chiara mantiene la leadership prestazionale, e una nVidia che può comunque crogiolarsi nelle sue buone quote di mercato presso gli integratori.
I botti veri, probabilmente, ci saranno nei primi mesi 2004, quando, con l'avvento di PCI Express, verranno messi in campo i nuovi mostri con supporto per Pixel e Vertex Shader 3.0, NV40 e R423,
dove non si sprecheranno novità tecniche e architetturali, soluzioni più o meno innovative e dove veramente la situazione potrebbe nuovamente cambiare.
Ma intanto attendiamo con piacere e ci prepariamo, finalmente, a gustare con tranquillità quelle caratteristiche già molto avanzate che sono state messe in campo con il supporto per le DirectX 9.0 e i pixel shader 2.0, che questo piccolo "rallentamento" dei cicli di aggiornamento darà forse modo di godere un po' più riccamente a differenza di quanto successo in passato...