Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 49,99
Data di uscita
7/10/2011

RAGE

RAGE Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Bethesda Softworks
Sviluppatore
id Software
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Data di uscita
7/10/2011
Lingua
Italiano
Giocatori
4
Prezzo
€ 49,99

Hardware

RAGE uscirà il 7 ottobre, su PC, PlayStation 3 e Xbox 360.

Multiplayer

Saranno presenti una modalità cooperativa e una competitiva, basata sulle gare tra veicoli.

Modus Operandi

Abbiamo provato RAGE per due ore abbondanti, negli uffici londinesi di Bethesda.

Link

Hands On

Una terra irriconoscibile

Il primo giorno della tua nuova vita.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Scelto il secondo livello di difficoltà tra i quattro disponibili (Easy, Normal, Hard e Nightmare), ci siamo finalmente decisi ad avviare il gioco. RAGE parte alla grandissima, con un’introduzione dal taglio malinconico molto ben costruita, che intervalla l’avanzata dell'asteroide Apophis nella quiete dello spazio con immagini di un soggetto che viene sottoposto a un procedimento di non meglio specificata natura in un laboratorio scientifico all’avanguardia. L'asteroide si avvicina alla Terra, durante la sua marcia perde pezzi, alcuni dei quali si vanno a depositare sulla Luna, mentre di lì a poco la massa principale passa a fianco al satellite terrestre, urtandolo di striscio. La direzione della sua avanzata sembra ormai chiara: il nostro pianeta. Ed è infatti lì che si va a schiantare, nel bel mezzo di un continente, creando un enorme solco. Dissolvenza in nero, poi dissolvenza in entrata. Alcune scritte ci fanno sapere il dove (Eden Project) e quando (centosei anni dopo l’impatto), mentre ci ritroviamo faccia a faccia con una superficie metallica. Una voce preregistrata farfuglia qualcosa, quando il pannello davanti a noi si rimuove e cominciamo a fare due più due: siamo appena usciti da una camera criogena e, con ogni probabilità, quello che abbiamo visto nell'intruduzione eravamo noi. Come da classico dei classici della fantascienza, attorno vediamo altri sarcofaghi, i cui occupanti sono tutti mummificati. Siamo gli unici fortunati.

Si può salvare e caricare in qualsiasi momento, tranne quando si è sui veicoli, e non mancano nemmeno quicksave e quickload - RAGE
Si può salvare e caricare in qualsiasi momento, tranne quando si è sui veicoli, e non mancano nemmeno quicksave e quickload

Mentre ci sgranchiamo lo sguardo volgendo la testa all’interno della stanza e scopriamo che premendo E si interagisce, vien da pensare che id Software non è più quella di una volta: Quake, Quake II, Quake III – Arena, Doom 3, quando John Carmack renderizzava il metallo non ce n’era per nessuno. Era il metallo più tangibile, vivido e pulito che potesse capitare di vedere in un videogioco. Gli interni di Eden Project invece non colpiscono per nulla, sono realizzati con materiali dalla qualità nella media, e le strutture hanno anche profili un po’ troppo seghettati. Le cose vanno meglio nel momento in cui usciamo e, dopo essere rimasti abbagliati dalla luce del sole come solo qualcuno che non la vede da più di cento anni, ci ritroviamo di fronte alle Wasteland, il desertico panorama post-apocalittico per cui RAGE si è fatto conoscere fino ad ora. Di fronte a quella che sembra una zona industriale in rovina da decenni, non si può non provare l’impulso di elogiare una volta di più ciò che abbiamo già elogiato negli ultimi anni di anteprime, ovvero l’estrema possanza del panorama, che fin dove corre l’occhio è coperto da formazioni rocciose mischiate a strade, ponti e altre tracce di una civiltà che non c’è più e che sembrano scolpite a mano, una per una, con un livello di dettaglio lodevole.

Il primissimo impatto con RAGE è all'insegna dell'hi-tech. La post-apocalisse, tuttavia, non si fa attendere a lungo - RAGE
Il primissimo impatto con RAGE è all'insegna dell'hi-tech. La post-apocalisse, tuttavia, non si fa attendere a lungo

Ma ci sono anche delle conferme in negativo: non sembrano esserci cenni di HDR, di un sistema di illuminazione globale al passo coi tempi, mentre il cielo è totalmente statico, una jpeg ad alta (ma non proprio altissima) risoluzione piazzata là. E poi una brutta sorpresa: volgendo velocemente lo sguardo attorno si nota che i dettagli acquistano complessità al volo. Non stiamo parlando degli effetti comunemente diffusi di un LOD particolarmente aggressivo, con l’apparizione più o meno repentina di particolari o anche elementi per intero sul medio-lungo raggio, o della comparsa in ritardo dei rivestimenti quando si carica una nuova area in molti titoli basati sull’Unreal Engine. Stiamo parlando di tutti gli oggetti, anche della scala di ferro che si ha sotto il naso, e di un fenomeno che avviene sistematicamente, ogni volta che si compiono movimenti repentini con la telecamera. Sembra insomma che l’algoritmo di streaming delle texture sia tarato per un quantitativo di memoria video decisamente più basso rispetto alle possibilità medie di un PC da gioco attuale. Anche in questo caso, la speranza è che nella versione finale venga applicato qualche correttivo, perché sarà anche un dettaglio borderline, a cui probabilmente in molti non faranno caso, ma stiamo pur sempre parlando dell’atteso ritorno di un peso massimo della programmazione e spiluccare qua e là ciò che ci si ritrova a video, con curiosità analitica e pignola, non è lecito, è praticamente un dovere morale.


Commenti

  1. Meno D Zero

     
    #1
    teo non leggo il tutto per la mia solita avversione agli spoiler.
    il gioco così a pelle mi pare come un fallout con le fasi sparacchine fatte (molto) meglio, mi confermi o smentisci quest'impressione?

    di fatto è un gioco aperto pieno di side quest, personaggi e cazzi vari?

     già prenotato e pagato dal block lasciando giù 2 giochini valutati come gold
  2. giopep

     
    #2
    Teo è in ferie. Non so se si connetterà comunque per commentare, spero per lui di no, ma nel caso non lo faccia, è per quello. :)
  3. Dark76

     
    #3
    8 pagine monumentali (il numero lo conoscevo gia..un uccellino via steam me lo aveva pre annunciato qualche giorno fa XD)
    mi ci vorrà una sera intera per metabolizzarle :D
    :applausi: Teo :*
  4. Lylot72

     
    #4
    Meno D Zeroteo non leggo il tutto per la mia solita avversione agli spoiler.
    il gioco così a pelle mi pare come un fallout con le fasi sparacchine fatte (molto) meglio, mi confermi o smentisci quest'impressione?

    di fatto è un gioco aperto pieno di side quest, personaggi e cazzi vari?

     già prenotato e pagato dal block lasciando giù 2 giochini valutati come gold

    Magari fosse alla Fallout... invece a me pare il solito fps con l' aggiunta di qualche npc e fasi con auto.
  5. fortieTHief

     
    #5
    mi domando se c'era il bisogno di sacrificare la fisica sull'altare delle texture superpompate,in un gioco del 2011 è una gravissima mancanza.
  6. Bruce Campbell87

     
    #6
    quali texture super pompate? Minchia che massacro sto pezzo. :D
  7. Stefano Castelli

     
    #7
    fortieTHiefmi domando se c'era il bisogno di sacrificare la fisica sull'altare delle texture superpompate,in un gioco del 2011 è una gravissima mancanza.

    Assolutamente vero.

    Praticamente chiunque parli del gioco lo definisce come "troppo statico".
  8. Bruce Campbell87

     
    #8
    Purtroppo ID non conta tanti elementi dentro, la decisione è stata sbagliata all'inizio di focalizzare lo sviluppo sulle console.. un conto era se usciva 3 anni fa, ma se esce ora in queste condizioni, boh..

    Comunque Meno, ma dopo 8 pagine di hands on, una roba mai vista in giro, se fossi Teo ti ci manderei, altro che darti spiegazioni pure via forum X°D
  9. El_Maria

     
    #9
    Meno D Zero
    il gioco così a pelle mi pare come un fallout con le fasi sparacchine fatte (molto) meglio, mi confermi o smentisci quest'impressione?

    Così a occhio direi che è più simile ai due esempi portati proprio in questa anteprima, cioè Stalker e Far Cry 2. Open world, side quest, ecc, ma ritmi di gioco molto differenti da Fallout. Il problema direi che sta proprio nel fatto di vedere se questo RAGE riuscirà a creare un mondo vivo come quello di Stalker oppure qualcosa di bello da vedere e basta di Far Cry 2.
  10. Meno D Zero

     
    #10
    Bruce Campbell87Comunque Meno, ma dopo 8 pagine di hands on, una roba mai vista in giro, se fossi Teo ti ci manderei, altro che darti spiegazioni pure via forum X°D

    eh lo so, ma non mi piace farmi raccontare il gioco da altri, ho quasi smesso anche di vedere i trailer, voglio che per me sia tutto una sorpresa.
Continua sul forum (29)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!