Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
3+
Prezzo
ND
Data di uscita
18/5/2004

Rallisport Challenge 2

Rallisport Challenge 2 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
PEGI
3+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
18/5/2004
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
16

Link

Speciale

Rallisport Challenge 2: intervista ad Andrea Giolito, impressioni "hands on". E non solo...

La visione e una breve prova su strada di Rallisport Challenge 2, una delle più interessanti esclusive Xbox della prossima primavera, sono state l'occasione per intervistare Andrea Giolito, Senior Product Manager presso la Divisione Home & Entertainment di Microsoft Italia. Con lui abbiamo approfondito la conoscenza del "rally game" targato Digital Illusions e spaziato oltre, fino alle "sorprese" in arrivo nel 2004!

di Matteo Camisasca, pubblicato il

Nel cuore degli ultimi giorni che precedevano questo Natale 2003, Microsoft ha voluto omaggiarci di un gradito regalo: l'assaggio di uno dei titoli Xbox fra i più attesi della prossima primavera e al contempo anche uno dei più "natalizi", grazie (fra i molti altri) ai suoi splenditi tracciati innevati! Ci riferiamo ovviamente a Rallisport Challenge 2, primo protagonista di questo speciale che spazia fra intervista, visione del gioco e breve prova su strada, pad alla mano. Ospite e navigatore in quest'occasione è stato - gentilissimo come sempre - Andrea Giolito, Senior Product Manager presso la Divisione Home & Entertainment di Microsoft Italia, che ha risposto alle nostre domande partendo dall'ultima creatura di Digital Illusions e arrivando alla situazione attuale e prossima ventura dei titoli Xbox. Microfoni accesi... si comincia!

Nextgame.it: Partiamo in quarta: Rallisport Challenge 2. Quali novità possiamo aspettarci?

Andrea Giolito: La prima e fondamentale novità è sicuramente il fatto che sia un gioco "Live" e "XSN Sports", con possibilità di organizzare tornei e classifiche analogamente a quanto avviene, per esempio, con Top Spin. Per il multiplayer saranno comunque presenti anche il classico "split screen" e il "system link" fra più Xbox. In termini numerici, seppur non ancora ufficializzate, saranno presenti tra le settanta e le cento automobili, tutto quante "reali" e licenziate, mentre il numero di tracciati dovrebbe essere triplo rispetto alla versione precedente. Sarà possibile giocare in modalità arcade, ma questa volta ci sarà anche una modalità che consente di settare la macchina in modo abbastanza approfondito, dalle gomme alle sospensioni e così via... arrivando perfino ad aspetti strettamente legati al gioco come il tempo di latenza della voce del navigatore. Le tipologie di gioco saranno le consuete già viste nel primo episodio, più una nuova, che non è ancora stata ufficializzata. Le macchine si possono danneggiare in modo assai profondo...

Nextgame.it: Molti più danni, quindi?

Andrea Giolito: In realtà sì. Con questa versione preliminare siamo riusciti a finire una gara arrivando praticamente solo con il telaio, perdendo per strada cofano, baule, alettoni, paraurti, portiere e distruggendo completamente i vetri (quando si crepa profondamente il lunotto anteriore la visuale interna diventa pressoché inutilizzabile, finché non si frantuma del tutto).

Nextgame.it: Anche gli effetti ambientali sembrano decisamente migliorati...

Andrea Giolito: Come puoi vedere (mentre parla l'intervistato sta giocando con un'evoluzione della demo presentata a X03. NdR) in questa pista sul fango c'è un ottimo effetto di riproduzione dell'acqua, che si manifesta anche dal parabrezza dove viene spazzata via realisticamente dal tergicristallo. La mappatura ambientale è attiva non soltanto sulla vettura, ma anche su tutte le pozzanghere che riflettono quanto accade intorno. Tra i tocchi di classe, da notare gli alberi che si muovono secondo la direzione del vento e allo stesso modo i fili d'era e i fiori a bordo pista; quando incroceremo degli spettatori vedrai che sono completamente poligonali e che si muovono tutti in modo autonomo, con più realismo.

Nextgame.it: Il feeling è comunque sempre "arcade"?

Andrea Giolito: Sì, l'impostazione di fondo è sempre quella. Come ti dicevo prima, hanno implementato questa nuova modalità con il set-up della macchina, per dare più profondità, ma nessuno (né Microsoft, né Digital Illusions) intende cambiare la ricetta di base: se il gioco è piaciuto, non ha senso stravolgerlo. Ha senso invece aggiungere un'opzione in più per chi ama "smanettare" con i settaggi, ed è proprio quello che è stato fatto.

Nextgame.it: Puoi darci qualche dettaglio in più sulla modalità inedita?

Andrea Giolito: Si chiama "Crossover Duel" e rispetto a quelle già viste tipo Career Mode, Hill Climb, Ice Racing, Rally Cross, consiste in due giri, testa a testa contro un unico avversario, sullo stesso tracciato con cambio del lato di percorrenza dopo il primo giro.

A questo punto abbiamo spento il registratore e il pad è passato finalmente nelle nostre mani... Prima di ogni cosa confermiamo il feeling assolutamente arcade di Rallisport Challenge 2, ma - come già rilevammo nella recensione del precedente episodio - trattasi anche in questo caso di una ricetta "arcade" per nulla scontata, che richiede impegno per primeggiare e che certamente è ben lontana dai titoli in cui si vince con il dito incollato sul pulsante dell'acceleratore. Se il primo Rallisport Challenge aveva lasciato molti a bocca aperta per la bellezza grafica, il seguito si migliora ulteriormente. L'impatto visivo è spettacolare: gli effetti di riflessione e di mappatura ambientale sono davvero ottimi e chicche come quella degli alberi e dei fiori (bellissimi) spazzati dal vento rendono il quadro complessivo ancor più consistente ed appagante. Soprattutto, però, si gode perché tutto questo spettacolo visivo si muove con una sensazione di velocità elevatissima, una fluidità impeccabile e un clipping pressoché inesistente. E' il nostro secondo incontro con Rallisport Challenge 2 e dobbiamo riconoscere che, al momento, siamo pienamente soddisfatti di quanto abbiamo potuto vedere e provare. Certo, bisogna sottolineare che la demo testata era molto piccola (due soli tracciati) e che bisognerà verificare se la stessa splendida consistenza del reparto tecnico si manterrà intatta su tutti i tracciati e in tutte le situazioni di gioco (split screen e Xbox Live in primis), ma è innegabile che le premesse siano davvero promettenti.

La chiacchierata si è poi riaperta per concludersi con un botta e risposta su argomenti più generali...

Nextgame.it: Siamo prossimi alla fine del 2003. Puoi tracciare un bilancio per Xbox?

Andrea Giolito: Chiaramente per avere dei risultati definitivi è necessario aspettare la fine del semestre. Dal nostro punto di vista posso dire che siamo andati bene, siamo contenti del modo in cui abbiamo affrontato il primo semestre del 2003, anche se la battaglia vera e propria in termini di vendite è ovviamente adesso, a Natale.
Abbiamo riposizionato il brand di Xbox con "Is good to play together", enfatizzando la dimensione socializzante, di gruppo, rispetto al precedente slogan "Play More", che era invece focalizzato sul gioco in sé. Quest'anno, infatti, abbiamo lanciato Xbox Live (14 marzo 2003. NdR) e cominciamo a raccogliere i primi frutti tangibili. Altre iniziative importanti riguardano per esempio il fenomeno dei "bundle", su cui abbiamo investito tantissimo: per esempio nei negozi adesso si trova un Christmas Pack comprendente Halo, Midtown Madness 3 e i due mesi di prova per Xbox Live il tutto a 199 Euro, oppure c'è un altro bundle nato da un accordo con Fox che alla console affianca il telecomando DVD e il film DareDevil.

Nextgame.it: Guardando ai giochi, in particolare all'autunno. Un bilancio...

Andrea Giolito: Project Gotham Racing 2 è il titolo più importante di questo semestre. Subito dopo segue Top Spin. Poi Amped 2, Counter-Strike e Grabbed by The Ghoulies sono – per diversi motivi – più o meno tutti allo stesso livello.

Nextgame.it: La maggior parte dei titoli che hai citato supportano Xbox Live. E' possibile stilare una sorta di classifica dei più giocati online?

Andrea Giolito: Abbiamo questi dati, ma sono mescolati a quelli delle terze parti, motivo per cui non possiamo divulgarli parlando dei loro giochi. Quello che posso dire è che da Crimson Skies in avanti all'interno dei giochi Xbox c'è la "trial" di Xbox Live per due mesi. Da quando c'è questa iniziativa le iscrizioni a Xbox Live (e quindi le partite) sono aumentate tanto, in alcuni davvero moltissimo. Guardando ai nostri titoli possiamo dunque dire che l'importanza dei titoli Live è proporzionale all'importanza di essi in assoluto, che abbiamo descritto poco sopra.

Nextgame.it: Guardando in avanti, quali saranno i vostri titoli più importanti per il 2004?

Andrea Giolito: Il primo è sicuramente Rallisport Challenge 2. Nei primi mesi del prossimi anno è il titolo su cui puntiamo più di tutti e stiamo già facendo le prime riunioni di pianificazione del marketing. Come accennato in precedenza, nel gioco sono presenti tantissimi brand, sia per quanto concerne le vetture sia per quanto riguarda gli sponsor: alcuni sono stati già ufficializzati, altri non ancora, ma sicuramente il lancio di Rallisport Challenge 2 sarà importante e sarà supportato da alcuni partner a livello europeo (case automobilistiche, produttori di pneumatici e così via...). L'altro gioco in cui credo tantissimo e Ninja Gaiden. Ovviamente ho tralasciato i titoli cult come Halo 2 e Fable: sono previsti entro questo semestre (quello che finisce il 30 giugno 2004. NdR), ma dare oggi una data sarebbe come prendere in giro chi legge questo articolo.

Nextgame.it: E quale sarà la sorpresa del 2004? Un gioco? Un accordo?

Andrea Giolito: Più che un titolo in particolare, la sorpresa potrebbe arrivare da alcune partnership con delle software house giapponesi. In particolare uno dei poli più importanti per il Giappone è in discussione con Microsoft per lo sviluppo di un nuovo titolo per Xbox. La vera sorpresa sarebbe se questo gioco uscisse già in questo semestre, ma personalmente ho l'impressione che l'accordo possa perfino già riguardare la prossima generazione di Xbox. I negoziati sono in corso, ma l'accordo potrebbe anche trasformarsi in una delle "killer application" per la prossima generazione. Qualche sorpresa potrebbe registrarsi anche fra i giochi Rare e, dopo gli accordi annunciati a X03, fra i titoli di Epic.

Qui si è conclusa la nostra chiacchierata. Ringraziamo Andrea Giolito per il tempo accordatoci, per la disponibilità e l'esaustiva presentazione. Con lui ringraziamo Massimiliano Cimelli di Imageware per aver organizzato al meglio questo incontro!