Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Recoil: Retrograd

Recoil: Retrograd Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
ZeitGuyz Game Developer
Formato Video
HDTV

Hardware

Recoil: Retrograd è in corso di sviluppo su PC, Xbox 360 e PlayStation 3 presso gli studios di ZeitGuyz Game Developer. Al momento in cui scriviamo il gioco è ancora alla ricerca di un produttore.

Multiplayer

Il team di sviluppo intende sviluppare una modalità multiplayer molto ampia, sullo stile di Enemy Territory: battaglie a squadre nell'universo parallelo di Retrograd.
Eyes On

[GDC 08] Viaggi nel tempo in salsa danese

I ragazzi di ZeitGuyz al lavoro su un titolo molto promettente.

di Simone Soletta, pubblicato il

Insomma, si tratta di scelte che influenzeranno non solo le ambientazioni del gioco, ma anche la giocabilità stessa, visto che gli sviluppi tecnologici comportano anche migliorie negli oggetti che potremo utilizzare. Inoltre, questa struttura "a bivi" promette di mantenere alto il valore di rigiocabilità di Recoil: Retrograd.

già si presenta bene

Pur essendo distante un paio d'anni dall'uscita, insomma, il gioco di ZeitGuyz ha saputo mostrarsi in tutto il suo fascino, complice una demo davvero ben congegnata e capace di evidenziare tutti i punti di forza di questo progetto. Non è un caso che sia stata preparata per mostrare il gioco a potenziali finanziatori, vista la cura che è stata posta nella sua realizzazione!
Le dinamiche "action", basate su interazioni simili a quanto visto in molti action game contemporanei (quick time event, interazioni "monotasto" sensibili al contesto) sembrano funzionare alla perfezione già ora, e l'alternanza tra un'ambientazione più ampia - la Retrograd del 2052 - e i livelli del passato, più lineari e guidati, sembra funzionare.
Certo, bisognerà vedere il gioco nel suo complesso per capire se le diverse dinamiche sviluppate da ZeitGuyz si amalgameranno al meglio, e anche l'aspetto tecnico sicuramente crescerà con il tempo, sebbene già ora le ambientazioni di Retrograd appaiano dettagliate e soprattutto dotate di grande personalità. Dove l'Unreal Engine 3 è ancora da sfruttare è nelle animazioni dei personaggi, ma come dicevamo ci troviamo di fronte a una versione alpha, e in tutta sincerità abbiamo visto giochi presentati in condizioni assai peggiori pur potendo contare su un percorso di sviluppo molto più ampio.

e il multiplayer?

Infine, direttamente dalla bocca di Morten e Caspar, un paio di notizie sull'immancabile versante multigiocatore di Recoil: Retrograd.
In multiplayer non potremo controllare il protagonista del gioco, ma faremo parte di un ampio conflitto strutturato come nei due Enemy Territory di Splash Damage. Una squadra a difendere e una ad attaccare, con tanti obiettivi intermedi da raggiungere per poter vincere i vari scontri.
Una scelta, insomma, piuttosto coraggiosa considerato il grande lavoro che attende il team di sviluppo sul versante single player, un tentativo di non proporre il classico deathmatch "giusto per".
Recoil: Retrograd ha di fronte ancora molto, molto lavoro, ma certamente si tratta di un progetto promettente come pochi altri ci siano capitati di fronte dopo il delirio natalizio del 2007. Lo seguiremo con attenzione per vedere se le promesse del team danese saranno effettivamente mantenute!