Genere
Azione
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 69,90
Data di uscita
21/5/2010

Red Dead Redemption

Red Dead Redemption Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Rockstar Games
Sviluppatore
Rockstar San Diego
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Take2
Data di uscita
21/5/2010
Data di uscita americana
18/5/2010
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Prezzo
€ 69,90

Hardware

Red Dead Redemption è atteso il prossimo 21 maggio 2010 su PlayStation 3 e Xbox 360. Quest'ultima è la versione che abbiamo provato per l'assaggio multigiocatore presso gli uffici di Rockstar London.

Multiplayer

Red Dead Redemption prevede diverse modalità multigiocatore online capaci di coinvolgere sino a sedici partecipanti, sia singolarmente sia a squadre, composte al massimo da otto giocatori. Le modalità multiplayer comprendono aspetti sia competitivi sia cooperativi e caratterizzazioni che spaziano dai classici Deathmatch (ovviamente in stile western) a situazioni inedite e decisamente più complesse e articolate come la modalità "Free Roam" dove spiccano anche elementi "ruolistici".

Link

Hands On

La via "corale" al vecchio West...

Il multiplayer targato Rockstar tra corse all'oro e scorribande!

di Matteo Camisasca, pubblicato il

Piaccia e interessi oppure no, il versante multigiocatore di un'opera "free roaming" - ma anche profondamente narrata com'è Red Dead Redemption nel suo esprimersi in single player - è un qualcosa che non può e non deve passare inosservato. Già con Grand Theft Auto IV gli sviluppatori in seno a Rockstar Games erano andati ben al di là del "compitino" che pare ormai un requisito irrinunciabile (ossia avere ovunque e comunque un comparto multigiocatore).
Red Dead Redemption si spinge davvero oltre e conferma quella vena ambiziosa che abbiamo già segnalato più volte nei nostri articoli di anteprima, riaffermando come questa produzione sia ben lungi dall'essere un mero "GTA western", quanto piuttosto invece (diciamo nulla!) il prossimo step evolutivo del genere "open world" secondo Rockstar Games. Anche in multiplayer.

La modalità "Free Roam"

Una manciata di colleghi, un pugno di ragazzi del marketing di Rockstar London, una mattinata solare nei loro uffici in zona Chelsea e otto Xbox 360 collegate al Live dinanzi ad altrettanti schermi piatti... C'é tutto il necessario per addentrarci nell'ampia gamma di opzioni multigiocatore messe in campo da Red Dead Redemption e ovviamente non ci siamo tirati indietro. Una breve introduzione ci fa capire che non mancheranno momenti classici, in stile Deathmatch, Team Deathmatch e Capture The Flag (anzi "The Bag", visto che le "bandiere" a questo giro sono borse ricolme d'oro...): ci saranno "i classici", quindi, rivisitati in chiave western secondo lo stile e le possibilità uniche offerte da questa produzione, ma l'inizio è senza indugi altrove, nella modalità "Free Roam", indubbiamente l'anima e la più significativa costola del multiplayer di Red Dead Redemption.
L'idea in fondo è semplice, quasi banale, eppure geniale... Prendiamo anzitutto il vastissimo mondo di gioco e lo popoliamo di vita, così come abbiamo visto nel single-player: vita che si traduce in uomini della legge, gang di fuorilegge, gente comune, ma anche vita animale e vegetale, in linea con quell'ecosistema rigoglioso e pulsante che è uno dei capisaldi di questa creazione digitale.
Dato l'humus, il substrato vitale ove disegnare la nuova esperienza multigiocatore, il passo verso la sua realizzazione è presto fatto: mettiamoci fino a sedici partecipanti, collegati online (nel nostro caso via Xbox Live su 360, come accennato) e diamo loro la possibiltità di spaziare in questo mondo in modo totalmente libero, oppure anche organizzato in "posse", ovvero team, piccole milizie, da otto giocatori al massimo.
Chiudono il cerchio tutta un'infinita serie di sfide (dall'assalto a bande di criminali controllati dell'intelligenza artificiale, a scontri contro gli uomini della legge, dalla caccia alle taglie, alla caccia grossa vera e propria, in territori dove dovremo vedercela con orde di animali feroci... e così via) che vanno ad animare il mondo di gioco e che possono essere intraprese liberamente e senza un ordine precostituito, come le sub-quest di un vasto gioco di ruolo. Il paragone che chiude l'ultima frase non è casuale: il gioco prevede infatti un sistema di punti esperienza e di livelli da raggiungere (ben cinquanta), il cui conseguimento si traduce in armi più potenti, cavalli più veloci, nuove possibilità e così via...
Giocare a Red Dead Redemption in modalità Free Roam è dunque in qualche modo provare l'esperienza stessa di questo gioco "insieme", con altri amici e compagni di avventura, cogliendo di volta in volta momenti e aspetti che possono avere sia sapori cooperativi, sia competitivi.
Insieme, per esempio ci siamo recati a dare l'assalto a un forte, presidiato da banditi controllati dall'intelligenza artificiale e analogamente abbiamo sgominato una gang asserragliata in una casa, dando fondo a tutto il nostro arsenale - comprese le divertentissime molotov, micidiali negli spazi ristretti. Altri momenti hanno assunto tinte maggiormente competitive, comprese le fasi di intermezzo fra un obiettivo e l'altro dove la tentazione di sfidarsi l'un l'altro rimane forte. In generale, lo dice il nome, Free Roam è divagazione multigiocatore allo stato puro e dunque, proprio per definizione, considerate che nel descriverla abbiamo appena citato superficialmente qualche aspetto, situazione ed emozione che si può sperimentare intraprendendola.

Fra tradizione e spunti freschi

Le altre modalità multigiocatore sono come accennato più canoniche, alcune in senso letterario com'è lo scontro tutti contro tutti e la sua variante in team: per chi ha un minimo di dimestichezza con i giochi d'azione/sparatutto online è facile immaginare che tipo d'esperienza ci riservino. Ovviamente anche in questo ambito ci sono delle peculiarità: per esempio il Dead Eye fa parte anche del multiplayer di Red Dead Redemption, con la sola variante che in questo caso il suo utilizzo non rallenta il tempo, ma permette "solo" di pennellare più colpi sul corpo degli avversari prima di attivare la scarica di proiettili. Altra cosa che annotiamo dalle modalità classiche è quanto sia importante la scelta delle armi: tutte piuttosto realistiche (e dunque dotate di un'efficacia ben precisa e limitata - nonché di tempi di ricarica tutt'altro che trascurabuili) le armi di Red Dead Redemption non sono certo quelle di un qualsivoglia clone di Quake o Gears of War. La scelta di quali utilizzare, ricercare e raccogliere da terra preferibilmente è dunque una sorta di gioco nel gioco, che si fa tenendo conto anche dello stile con cui vogliamo affrontare le partite (più attendista o al contrario più sfrontato, per fare un esempio).
Più succoso e interessante si è rivelato il Gang Match: a vivisezionarlo altri non è che un Team CTF, dove due squadre, partendo dalla propria base, devono rubare una borsa preziosa nella base avversaria e riportarla alla propria e così via. Nei fatti però si è rivelato qualcosa di più e assai saporito: giocato in un affascinante scorcio di Monument Valley, dove due villaggi separati dalla classica montagna di roccia da West americano fanno da basi, il Gang Match gode anzitutto del respiro (e della conseguente tattica) che discende dai grandi spazi aperti. Qui oltre agli avvicinamenti al galoppo, ai letali fucili da cecchino (anche se tutt'altro che banali nell'utilizzo), entrano in gioco anche le postazioni fisse di mitragliatrici Gatling e il possente cannone: insomma c'è veramente da divertirsi sia per quanto concerne i momenti di scontro ravvicinato, sia quando si fa strage di avversari di lontano.
Peculiare e divertente è poi la Gold Rush: abbiamo dovuto entrare un attimo nel suo spirito, ma poi fra le modalità provate è la nostra preferita insieme a Free Roam e Gang Match. Parlando di Gold Rush, in questa frenetica "corsa all'oro" dobbiamo appropiarci dei sacchetti d'oro sparsi per i livello e portarli al sicuro, riponendoli in apposite casse. Ne possiamo prendere fino a due in contemporanea e il peso di ciascuno si farà sentire in modo direttamente proporzionale al numero trasportato, rallentandoci notevolmente. Vince chi "fragga" più avversari ma anche e soprattutto chi al contempo ha "intascato" il maggior numero di sacchetti d'oro. Frenetica, ma poi lentissima da mangiarsi le mani quando si è carichi d'oro, Gold Rush si è rivelata un'esperienza frizzante, una bella idea, azzeccata, nel contesto di un multiplayer complessivamente valido e ben realizzato.

Il duello

Avviandoci alla conclusione non ci resta che segnalare una chicca. Ogni modalità è preceduta da un antipasto veramente curioso e riuscitissimo: di solito prima di giocare una partita multiplayer ci si trova nelle "lobby". Qualche chiacchiera, qualche motteggio e poi via... In Red Dead Redemption c'è un'ulteriore livello di "incontro": il duello.
Se si gioca tutti contro tutti si viene disposti in cerchio, mente se la partita è a squadre ecco i due team fronteggiarsi. Il tempo di fissarsi negli occhi sotto il sole cocente e poi quell'attimo... bang, bang, bang... finché ne resta in piedi un solo.
Questi, oltre alle maledizioni dei compagni e alle ampie risate che ogni volta questo "confronto" scatena, dovrebbe raccogliere anche qualche ulteriore bonus, utile poi durante la partita. Veramente geniale!
Concludendo davvero, il codice di gioco provato mostrava ancora diversi segni di giovinezza e le cose da sistemare non mancavano, ci asteniamo dunque in questa fase da ogni commento sul versante tecnologico, salvo la nota per cui possiamo dire che non si apprezza alcun decadimento della qualità grafica (notevole) all'interno delle sessioni "multi", se confrontate con le partite in singolo. Per un giudizio più approfondito e definitivo vi rimandiamo ovviamente alla recensione, sottolineando che allo stato attuale anche questo aspetto di Red Dead Redemption promette bene. Certo l'impressione è che non stiamo parlando di nulla che distoglierà dal proprio "giocattolino" i milioni di appassionati al multiplayer di Modern Warfare 2, ma per chi invece si aspetta da un videogioco un'esperienza a tutto tondo, anche nella struttura dell'offerta, Red Dead Redemption promette di non deludere, prefigurando ore e ore di scanzonate scorribande in compagnia, dopo aver spolpato a fondo il versante giocabile da soli. La verità dei fatti, dunque, in zona 21 maggio 2010...


Commenti

  1. Stefano Castelli

     
    #1
    Beh, direi che anche sul fronte multiplayer hanno svolto un lavorone coi fiocchi. Speriamo bene.
  2. Great75

     
    #2
    Sembra veramente eccellente il comparto multy, per tutto il ben di dio che ha da offrire. Solo una cosa non mi piace molto: il fatto che salendo di livello, si ha diritto ad armi migliori e cavalli più veloci...forse parto prevenuto io che sono una schiappa...:DD
  3. krona3

     
    #3
    Sembra spettacolare!!!!!
    La storia dei duelli nella lobby è fantastica:))
  4. Gaara80

     
    #4
    Azz, vuoi vedere che devo comprarmi anche questo...X(:berto:
  5. Dark76

     
    #5
    grande anteprima matteo
    qui ci scappa il capolavoro
    http://next.videogame.it/red-dead-redemption/video/5538/#media

    [Modificato da Matteo Camisasca il 08/04/2010 20:03]

  6. Matteo Camisasca

     
    #6
    appena pubblicato anche il nuovo videoclip dedicato alla modalità free roam
    http://next.videogame.it/red-dead-redemption/video/5538/#media
  7. Gaara80

     
    #7
    Matteo Camisasca ha scritto:
    appena pubblicato anche il nuovo videoclip dedicato alla modalità free roam
    http://next.videogame.it/red-dead-redemption/video/5538/#media
      Mamma mia! Che sballo! Non lo fanno per pc giusto?? Mmmm mi sa che lo prendo per 360 allora. Uffa il forum fa molto male al portafogli 8-(
  8. Matteo Camisasca

     
    #8
    Matteo Camisasca ha scritto:
    appena pubblicato anche il nuovo videoclip dedicato alla modalità free roam
    http://next.videogame.it/red-dead-redemption/video/5538/#media
     Che spettacolo sto video!
  9. Dark76

     
    #9
    Matteo Camisasca ha scritto:
    appena pubblicato anche il nuovo videoclip dedicato alla modalità free roam
    http://next.videogame.it/red-dead-redemption/video/5538/#media
     ecco meglio cosi^^
    bellissimo
  10. Gaara80

     
    #10
    Matteo Camisasca ha scritto:
    Che spettacolo sto video!
      Cioè fammi capire, tu hai pubblicato il link e non avevi visto il video??:rotfl:
Continua sul forum (155)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!