Genere
Azione
Lingua
Testi in italiano
PEGI
ND
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
10/6/2011

Red Faction: Armageddon

Red Faction: Armageddon Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
THQ
Sviluppatore
Volition
Genere
Azione
Data di uscita
10/6/2011
Data di uscita americana
7/6/2011
Lingua
Testi in italiano
Prezzo
€ 69,99

Lati Positivi

  • Grande distruttibilità dell’ambiente
  • Alcune armi sono davvero originali
  • Sezioni di “guida” divertenti
  • Motore fisico di grande realismo

Lati Negativi

  • Gameplay più lineare e chiuso rispetto a Red Faction: Guerrilla
  • Ambientazione ripetitiva
  • Scarsa varietà di nemici
  • La mira assistita rende tutto troppo facile

Hardware

Per giocare a Red Faction: Armageddon, disponibile anche per PC e PlayStation 3, bastano una confezione originale del gioco, una console Xbox 360 e un joypad. 

Multiplayer

L’unica concessione al multiplayer online e offline consiste nella modalità co-op Infestazione, un classico Survival Mode in cui dobbiamo resistere a continue ondate di nemici con l’aiuto di uno, due o tre compagni. 

Modus Operandi

Abbiamo terminato la Campagna in singolo in circa nove ore a livello di difficoltà medio basandoci su una copia retail del gioco. 

Link

Recensione

Manie di distruzione

Lo sport preferito su Marte? Demolire e distruggere.

di Francesco Destri, pubblicato il

Preso atto del radicale cambio di marcia rispetto al predecessore e della debolezza del contorno scenico-narrativo, abbiamo deciso di approcciarci a Red Faction: Armageddon come uno shooter in terza persona duro e puro e su questo versante gli sforzi di Volition hanno dato vita a un titolo non privo di interesse.

il potere della ricostruzione

L’arsenale ad esempio è molto vario e riesce a dare parecchie soddisfazioni agli amanti della distruzione totale. Abbiamo apprezzato soprattutto il fucile al plasma (in grado di agire sulla gravità) e la Magnet Gun, un’arma davvero originale con cui, sparando due magneti di segno opposto su due elementi dello scenario (ma anche su un nemico), possiamo dare vita a conseguenze davvero inusuali sfruttando l’attrazione dei magneti. Inoltre nei livelli sono presenti grandi quantità di munizioni e di dischi colorati che fungono da moneta per potenziare il nostro alter ego utilizzando apposite stazioni (un po’ come in Dead Space). Questi “coin” vengono rilasciati distruggendo qualsiasi tipo di struttura e siamo quindi invogliati ad abbattere torrette, impalcature, silos e tutto quanto si possa distruggere.

L'inizio in esterni richiama il predecessore, ma si tratta solo di un fuoco di paglia - Red Faction: Armageddon
L'inizio in esterni richiama il predecessore, ma si tratta solo di un fuoco di paglia

Volendo, si può quindi andare oltre al mero massacro di alieni e non nascondiamo che proprio la distruzione dei livelli sia uno degli spunti più felici del gioco, come d’altronde lo era stato per il predecessore (non a caso ritroviamo il nostro super-piccone). A variare la monotonia generale troviamo però anche altri due fattori. Da un lato il potere di ricostruire gli elementi distrutti come ponti, scale e mura permette una certa libertà di azione; possiamo ad esempio ricostruire un riparo appena distrutto per difenderci da un attacco, oppure riparare una rampa di scale per raggiungere più in fretta un obbiettivo oltre ai passaggi in cui siamo costretti a utilizzare questo potere per proseguire. Il secondo elemento è da ricercare nei mezzi che potremo guidare nel corso del gioco (soprattutto nella seconda parte); un esoscheletro (che fa molto Aliens – Scontro finale), una sorta di scorpione meccanico e una navetta in stile Descent danno vita a sezioni di gioco piuttosto divertenti (c’è anche un passaggio quasi da rail shooter), dove tra l’altro il potenziale distruttivo si fa ancora più imponente.

sopravvivere ai marziani in compagnia

Grazie a questi inserti Red Faction: Armageddon riesce in parte a supplire ai limiti di varietà e di linearità già descritti, ma volendo ci si può dedicare anche al multiplayer e alla modalità Rovine. Nel primo caso Volition ha inserito un co-op online e offline in stile Survival fino a quattro giocatori in cui dobbiamo resistere a continue ondate di nemici; nulla di nuovo o di particolarmente originale, ma i molti crediti che si guadagnano in queste sfide valgono anche per la Campagna in singolo e il tutto risulta quindi conveniente. L’altra modalità permette invece di dare libero sfogo alla mania distruttrice di Darius demolendo il più possibile all’interno di un’apposita mappa entro un limite di tempo o in modalità libera. Un diversivo simpatico che ci dà anche l’occasione di parlare del Geo-Mod 2.5, l’engine proprietario di Volition che succede alla versione 2.0 utilizzata per Red Faction: Guerrilla.

Le esplosioni, le demolizioni e la distruttibilità dell’ambiente rimangono tra le cose migliori del gioco e tutto, dall’impatto delle varie armi al modo in cui collassano gli edifici e si squarciano i muri, è reso con grande realismo. Se solo anche il resto fosse stato allo stesso livello (texture, modelli poligonali, level design) e senza i pochi ma fastidiosi rallentamenti in campo aperto, avremmo di fronte un piccolo gioiellino, ma già così non ci si può lamentare. Postilla finale sulla longevità. Abbiamo terminato il gioco in circa nove ore a livello medio, ma se volete una vera sfida vi invitiamo a eliminare il puntamento automatico o a optare per il livello difficile. Nel nostro caso infatti siamo morti la prima volta dopo quasi due ore di gioco proprio a causa (o per merito) della mira automatica, che aiuta talmente tanto nei combattimenti più furiosi da rendere il tutto fin troppo semplice. A voi la scelta.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Molti non apprezzeranno il cambio di rotta rispetto al predecessore (addio free-roaming), ma Volition è comunque riuscita a inserire sezioni di gioco divertenti e altamente distruttive.

Commenti

  1. maxlaiena

     
    #1
    Delusissimo... non capisco i motivi per un cambio di rotta così drastico quando le basi erano più che solide!
  2. dis-astranagant

     
    #2
    Normal senza mira automatica per me, grazie (nell'attesa che arrivi il gioco)
  3. PaulVanDyk

     
    #3
    devo ammettere che il primo non mi ispirava granchè e non l'ho giocato, ma ho giocato la demo di questo e non escludo di comprarlo..
  4. SixelAlexiS

     
    #4
    non puoi disativare la mira automatica, puoi solo NON mirare, cmq mio commento dopo aver provato la demo:

    "Ho provato la demo e..... 'mmazza, è divertente!
    Ma davvero eh, il Guerilla mi fece cagà, questo dopo l'inzio un po' troppo DeadSpacioso, ha ingranato molto.
    Si vede che di base ha degli aspetti mediocri, però le armi sono molto particolari, alla insomniac insomma, una specie di lanciagrante a comando, un magnete ed un lanciabuchineri.
    Poi è una figata lo strumento per ricostruire l'ambiente, puoi distruggerlo e ricostruirlo al volo tutte le volte che vuoi.
    insomma è interessante, come sparacchino scacciapensieri secondo me c'è.
    Vedrò quando scenderà di prezzo, nel frattempo aspetto la rece per capire se alla lugna stanca."
  5. PaulVanDyk

     
    #5
    SixelAlexiSnon puoi disativare la mira automatica, puoi solo NON mirare, cmq mio commento dopo aver provato la demo:

    "Ho provato la demo e..... 'mmazza, è divertente!
    Ma davvero eh, il Guerilla mi fece cagà, questo dopo l'inzio un po' troppo DeadSpacioso, ha ingranato molto.
    Si vede che di base ha degli aspetti mediocri, però le armi sono molto particolari, alla insomniac insomma, una specie di lanciagrante a comando, un magnete ed un lanciabuchineri.
    Poi è una figata lo strumento per ricostruire l'ambiente, puoi distruggerlo e ricostruirlo al volo tutte le volte che vuoi.
    insomma è interessante, come sparacchino scacciapensieri secondo me c'è.
    Vedrò quando scenderà di prezzo, nel frattempo aspetto la rece per capire se alla lugna stanca."

    sono completamente d'accordo! Distruggere tutto e ricostruirlo a piacere è gustosissimo, così come alcune armi viste nella demo.
    PS: ma la rece c'è già six! E' il titolo del topic..
  6. SixelAlexiS

     
    #6
    PaulVanDyksono completamente d'accordo! Distruggere tutto e ricostruirlo a piacere è gustosissimo, così come alcune armi viste nella demo.
    PS: ma la rece c'è già six! E' il titolo del topic..
    ho fatto copia e incolla dall'altro topic, non si capiva XD ?
    Cmq si, mo ci butto un occhio ^^
  7. PaulVanDyk

     
    #7
    SixelAlexiSho fatto copia e incolla dall'altro topic, non si capiva XD ?
    Cmq si, mo ci butto un occhio ^^

    no ho letto solo qua, non sono multitasking.. cmq pare un buon titolo eh, mannaggia mi sa che devo prenderlo..
  8. Lylot72

     
    #8
    Hanno cambiato formula per fare cassa e proporre il gioco più velocemente?
    In pratica il solito sparatutto.
  9. Meno D Zero

     
    #9
    nessuno l'ha preso? il fatto che non è più "dispersivo" come il prequel per alcuni può anche essere un pregio invece che un difetto.

    la demo mi aveva divertito, lo ammetto.

    qualche compra-tutto che fa da cavia?

    anche se so già che questo a 20 euro UK lo prendo sicuro.
  10. Lylot72

     
    #10
    Meno D Zeronessuno l'ha preso? il fatto che non è più "dispersivo" come il prequel per alcuni può anche essere un pregio invece che un difetto.


    dici anche quando scrivono che narrativamente è basico?

    Va bene se devi giocare ad altri 3 giochi, almeno in 7 ore lo finisci.
Continua sul forum (70)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!