Genere
Azione
Lingua
Testi in italiano
PEGI
ND
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
10/6/2011

Red Faction: Armageddon

Red Faction: Armageddon Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
THQ
Sviluppatore
Volition
Genere
Azione
Data di uscita
10/6/2011
Data di uscita americana
7/6/2011
Lingua
Testi in italiano
Prezzo
€ 69,99

Hardware

Per giocare a Red Faction: Armageddon, disponibile anche per PC e PlayStation 3, bastano una confezione originale del gioco, una console Xbox 360 e un joypad. 

Multiplayer

L’unica concessione al multiplayer online e offline consiste nella modalità co-op Infestazione, un classico Survival Mode in cui dobbiamo resistere a continue ondate di nemici con l’aiuto di uno, due o tre compagni.

Modus Operandi

Abbiamo terminato la Campagna in singolo in circa nove ore a livello di difficoltà medio basandoci su una copia retail del gioco. 

Link

Recensione

Un pianeta di nome Marte

Alec Mason non c'è più, ma la lotta continua.

di Francesco Destri, pubblicato il

Dobbiamo ammettere che Red Faction: Guerrilla, pur con tutti i suoi limiti legati soprattutto alle missioni poco originali e a una trama così così, aveva raccolto parecchi consensi nell’estate di due anni fa. Una struttura aperta in classico stile free-roaming, un comparto grafico notevole e un eccellente motore fisico (tutto o quasi poteva essere raso al suolo) avevano trasformato le scorribande di Alec Mason in una piccola ma divertentissima epopea marziana.

il sequel che non ti aspetti

Oggi, dopo un anno di lavoro, il team di Volition torna a calcare il suolo di Marte con un sequel di quell’ottimo episodio portando così la serie di Red Faction al quarto capitolo in dieci anni di storia. Alec Mason non c’è più e al suo posto, dopo mezzo secolo dagli avvenimenti di Red Faction: Guerrilla, troviamo il nipote Darius, che suo malgrado si ritrova (da semplice ingegnere) a lottare per la sopravvivenza dei coloni di Marte, dopo che le miniere e i sotterranei degli insediamenti umani sono stati distrutti da una razza aliena risvegliatasi dopo migliaia di anni.

Escludendo il livello iniziale del gioco ambientato all’esterno, Red Faction: Armageddon taglia di netto i ponti con il suo predecessore e ci porta a esplorare questo mondo sotterraneo popolato di creature aliene, in un mix atmosferico tra Aliens vs Predator e Dead Space. Se già due anni fa le location esterne di Marte non erano proprio il massimo della varietà dopo alcune ore di gioco, in questo caso la monotonia delle ambientazioni risalta maggiormente e, cosa che spiacerà ancora di più ai fan di Guerrilla, si è persa completamente l’impostazione free roaming del predecessore.

uomini contro marziani

Un passo molto rischioso da parte di Volition, che ha preferito evidentemente abbandonare le complesse implicazioni di un mondo aperto a favore di uno shooter in terza persona molto più lineare, chiuso e guidato. Lo si capisce anche dai nemici, che oltre ad essere dotati di un’intelligenza ai minimi storici tendono a ripetersi tra loro quasi dall’inizio alla fine (boss a parte), e dagli ambienti di gioco, privi di spunti originali e davvero monotoni anche per scelte cromatiche, percorsi ed elementi di contorno.

Non aspettatevi chissà cosa dalla trama, tra antichi segreti sepolti e alieni cattivi - Red Faction: Armageddon
Non aspettatevi chissà cosa dalla trama, tra antichi segreti sepolti e alieni cattivi

Chi insomma si aspettava qualcosa di molto simile al predecessore dovrà accontentarsi di un mondo di gioco non del tutto privo di fascino (le miniere che brulicano di alieni hanno sempre il loro perché), ma che già dopo tre o quattro ore mostra tutti i suoi limiti per varietà e level design. Le scorribande di Darius sono caratterizzate anche da missioni piuttosto risapute: scortare veicoli, riattivare generatori, disinfestare un’area, collezionare celle energetiche, aprire passaggi e così via, il tutto all’insegna di una trama che fatica ad appassionare anche a causa di PNG non proprio carismatici e di un assunto di base (uomo contro mostri) alquanto banale, almeno rispetto alla carica politica e “orwelliana” del predecessore.


Commenti

  1. maxlaiena

     
    #1
    Delusissimo... non capisco i motivi per un cambio di rotta così drastico quando le basi erano più che solide!
  2. dis-astranagant

     
    #2
    Normal senza mira automatica per me, grazie (nell'attesa che arrivi il gioco)
  3. PaulVanDyk

     
    #3
    devo ammettere che il primo non mi ispirava granchè e non l'ho giocato, ma ho giocato la demo di questo e non escludo di comprarlo..
  4. SixelAlexiS

     
    #4
    non puoi disativare la mira automatica, puoi solo NON mirare, cmq mio commento dopo aver provato la demo:

    "Ho provato la demo e..... 'mmazza, è divertente!
    Ma davvero eh, il Guerilla mi fece cagà, questo dopo l'inzio un po' troppo DeadSpacioso, ha ingranato molto.
    Si vede che di base ha degli aspetti mediocri, però le armi sono molto particolari, alla insomniac insomma, una specie di lanciagrante a comando, un magnete ed un lanciabuchineri.
    Poi è una figata lo strumento per ricostruire l'ambiente, puoi distruggerlo e ricostruirlo al volo tutte le volte che vuoi.
    insomma è interessante, come sparacchino scacciapensieri secondo me c'è.
    Vedrò quando scenderà di prezzo, nel frattempo aspetto la rece per capire se alla lugna stanca."
  5. PaulVanDyk

     
    #5
    SixelAlexiSnon puoi disativare la mira automatica, puoi solo NON mirare, cmq mio commento dopo aver provato la demo:

    "Ho provato la demo e..... 'mmazza, è divertente!
    Ma davvero eh, il Guerilla mi fece cagà, questo dopo l'inzio un po' troppo DeadSpacioso, ha ingranato molto.
    Si vede che di base ha degli aspetti mediocri, però le armi sono molto particolari, alla insomniac insomma, una specie di lanciagrante a comando, un magnete ed un lanciabuchineri.
    Poi è una figata lo strumento per ricostruire l'ambiente, puoi distruggerlo e ricostruirlo al volo tutte le volte che vuoi.
    insomma è interessante, come sparacchino scacciapensieri secondo me c'è.
    Vedrò quando scenderà di prezzo, nel frattempo aspetto la rece per capire se alla lugna stanca."

    sono completamente d'accordo! Distruggere tutto e ricostruirlo a piacere è gustosissimo, così come alcune armi viste nella demo.
    PS: ma la rece c'è già six! E' il titolo del topic..
  6. SixelAlexiS

     
    #6
    PaulVanDyksono completamente d'accordo! Distruggere tutto e ricostruirlo a piacere è gustosissimo, così come alcune armi viste nella demo.
    PS: ma la rece c'è già six! E' il titolo del topic..
    ho fatto copia e incolla dall'altro topic, non si capiva XD ?
    Cmq si, mo ci butto un occhio ^^
  7. PaulVanDyk

     
    #7
    SixelAlexiSho fatto copia e incolla dall'altro topic, non si capiva XD ?
    Cmq si, mo ci butto un occhio ^^

    no ho letto solo qua, non sono multitasking.. cmq pare un buon titolo eh, mannaggia mi sa che devo prenderlo..
  8. Lylot72

     
    #8
    Hanno cambiato formula per fare cassa e proporre il gioco più velocemente?
    In pratica il solito sparatutto.
  9. Meno D Zero

     
    #9
    nessuno l'ha preso? il fatto che non è più "dispersivo" come il prequel per alcuni può anche essere un pregio invece che un difetto.

    la demo mi aveva divertito, lo ammetto.

    qualche compra-tutto che fa da cavia?

    anche se so già che questo a 20 euro UK lo prendo sicuro.
  10. Lylot72

     
    #10
    Meno D Zeronessuno l'ha preso? il fatto che non è più "dispersivo" come il prequel per alcuni può anche essere un pregio invece che un difetto.


    dici anche quando scrivono che narrativamente è basico?

    Va bene se devi giocare ad altri 3 giochi, almeno in 7 ore lo finisci.
Continua sul forum (70)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!