Genere
Sparatutto
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
€ 34,99
Data di uscita
13/9/2011

Red Orchestra 2: Heroes of Stalingrad

Red Orchestra 2: Heroes of Stalingrad Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Tripwire Interactive
Genere
Sparatutto
Distributore Italiano
Steam
Data di uscita
13/9/2011
Giocatori
64
Prezzo
€ 34,99

Link

Intervista

Piccoli guerrafondai, grande onore

L’onda in piena di Tripwire Interactive.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Come vi raccontavamo nella nostra ultima anteprima di Red Orchestra 2: Heroes of Stalingrad, alcuni dei migliori momenti in assoluto della Gamescom 2011 li abbiamo passati assieme al vicepresidente di Tripwire Interactive, Alan Wilson, e al producer di Rising Storm, Tony Gillham, due personaggi con tutto il carico di energia, disponibilità e schiettezza che ci si può aspettare da sviluppatori indipendenti. Indipendenti sì, ma anche navigati e di successo, il che aggiunge alle cose che hanno da dire anche un bello spessore e una certa autorevolezza, specie quando le loro considerazioni si allargano verso un contesto un po’ più ampio rispetto a quello del gioco che devono promuovere.
Dichiarazioni e punti di vista a cui sarebbe stato un peccato non dare voce. Ecco il motivo per cui, nonostante sia passata qualche settimana dall’incontro e il gioco sia ormai in dirittura d’arrivo, abbiamo comunque deciso di proporvi il botta e risposta che ci ha visti protagonisti assieme a loro alla fiera tedesca. E poi Heroes of Stalingrad è attualmente in beta, diversi di voi lo stanno provando direttamente, e avranno perciò la possibilità di avere un riscontro di prima mano delle parole che seguono. In ogni caso, che siate fan in attesa spasmodica della data di uscita, semplici curiosi di passaggio, beta tester o appassionati di titoli in concorrenza più o meno diretta con quello di Tripwire Interactive, siamo dell’idea che nelle righe e nella pagine a seguire salterà fuori sicuramente qualcosa di vostro interesse.

Facciamo le presentazioni: quello a sinistra è Tony, quello a destra Alan. Tanto sfigati fuori quanto belli dentro - Killing Floor
Facciamo le presentazioni: quello a sinistra è Tony, quello a destra Alan. Tanto sfigati fuori quanto belli dentro

Videogame.it: Ok, sappiamo cos’è Red Orchestra 2: un gioco multiplayer "veramente" PC, con server, supporto LAN, registrazione di demo, mod e niente stronzate a pagamento, giusto?

Alan Wilson: Aahahah, esatto, siamo giocatori PC fin nel profondo, siamo sviluppatori PC fin nel cuore. Voglio dire, sì, non escludo che prima o poi finiremo su console, ma attualmente realizziamo giochi PC e devono esserci tutte le cose ti puoi aspettare su questa piattaforma. Ti aspetti che ci siano i server? I server ci sono, e puoi mettere su il tuo, senza dover pagare una “tassa” o altre merdate… scusate, volevo dire “cose simili” (ride, NdR). E ci piacciono le mappe grandi, sessantaquattro giocatori…

Videogame.it: Un sistema di copertura vero e non una farsa in terza persona…

Alan Wilson: Aahaha, sì, cioè, se si chiama “fuoco alla cieca” dev’essere fuoco alla cieca, come fra poco Tony ci illustrerà (accennando a Gillham, che sta giocando Red Orchestra 2 su una postazione lì vicino a noi, NdR).

Videogame.it: Bellina la grafica…

Alan Wilson: È la prima volta che usiamo l’Unreal Engine 3.0, come saprete per Ostfront e Killing Floor abbiamo impiegato il 2. Nel secondo caso una versione molto modificata del 2, che ci ha richiesto un sacco di lavoro extra. Ora abbiamo questo (indicando lo schermo, NdR) e devo dire che ci sembra essere uscito piuttosto bene.

Rispetto ad Ostfront 41-45, i passi in avanti dal punto di vista grafico sono belli pesi - Red Orchestra 2: Heroes of Stalingrad
Rispetto ad Ostfront 41-45, i passi in avanti dal punto di vista grafico sono belli pesi

Videogame.it: Cosa ne pensate del fatto che Battlefield 3 a un certo punto dello sviluppo abbia “tirato fuori” un sistema di soppressione, molto simile a quello che avevate mostrato molto prima? Vi sentite derubati?

Alan Wilson: Aaahahahaha, beh, avevamo questa caratteristica prima di loro, sicuramente. Però vedi, se anche fossimo degli innovatori e qualcuno si mettesse a imitare le nostre trovate vorrebbe dire che “ehi, dobbiamo aver fatto qualcosa di buono!”.

Videogame.it: Va bene, però la gente tenderà a ricordarsi che sarà stata DICE ad avere quell’idea…

Alan Wilson: Mmmh, non ne sono sicuro. Qualcuno sì, ma penso che saranno in tanti a dare il giusto merito a Red Orchestra questa volta. E poi, proviamo per un attimo ad essere realisti: tutti noi giochiamo un sacco di titoli, e se vediamo una trovata che ci piace, il giorno che magari abbiamo l’occasione di realizzare un gioco diremo quasi sicuramente “ehi, c’è questa cosa troppo forte, voglio assolutamente che il mio gioco abbia qualcosa di simile”. Ok ok, qualche volta la somiglianza è veramente spudorata, ma sono cose con cui devi imparare a convivere.


Commenti

  1. babalot

     
    #1
    solo due pagine, ho potuto leggere, per adesso, ed è già una figata di intervista. che belli che siete :*
  2. El_Maria

     
    #2
    Vabbeh, ma Alan Wilson vince di default perchè è anche il doppiatore dei personaggi di Killing Floor "Wayne Rooney's smarter than you!" XD.
  3. Bruce Campbell87

     
    #3
    intervista capolavoro. Mamma mia quante robe nuove, finalmente tripwire che dona dati di vendita, novità su rising storm che non sapeva nessuno ,spettacolo. Grandissimo Teo come al solito, anche se ci sono fanboy che lo vorrebbero più pellegatti, ma va beh :D
  4. Dark76

     
    #4
    una mega intervista..teo..grande!!! ...cmq si preannuncia un gran gioco..
    fossi in loro farei un weekend free di prova su steam...aiuterebbe tanti a provarlo ed eventualmente ocnvincersi a comprarlo
    bello il fatto dello status di eroe con benefici in gioco....p.s: su amazon uk è in offerta pre ordine molto conveniente rispetto allo stesso prezzo di steam..ed è steamworks quindi attivabile su steam
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!