Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
7/6/2013

Remember Me

Remember Me Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Capcom
Genere
Azione
Data di uscita
7/6/2013

Lati Positivi

  • Trama eccezionale
  • Combat system impegnativo e adattabile a diversi stili
  • Memory Remix superlativi
  • Realizzazione tecnica eccellente
  • Ottima colonna sonora

Lati Negativi

  • Esplorazione degli ambienti limitata e telecomandata
  • Impossibile disattivare indicatori nell'HUD

Hardware

Remember Me è disponibile per PC, PlayStation 3 e Xbox 360.

Multiplayer

L'avventura di Remember Me non include nessuna modalità multiplayer.

Modus Operandi

Abbiamo portato a termine le avventure della bella Nilin attraverso circa 10 ore di gioco al livello di difficoltà medio, grazie a un codice debug per PS3 gentilmente offerto da Halifax.
Video Articolo

Neo-Parigi, anno 2084

Abbiamo messo le mani sulla versione definitiva del gioco d'azione targato Dontnod Entertainment.

di Giovanni Marrelli, pubblicato il

Lo abbiamo atteso, lo abbiamo desiderato, e ora è finalmente arrivato il momento di Remember Me, il nuovo gioco d'azione sviluppato dal team francese Dontnod Entertainment che debutta sul mercato dopo anni di lavorazione, cambiamenti, minacce di cancellazione, speranze e poi rivincite. La storia dietro al primo progetto della software house parigina parla di un titolo annunciato come esclusiva PlayStation 3 da Sony, sedotto e poi abbandonato per strada dalla casa giapponese senza proferire parola. Un brutto colpo che rischiava di chiudere anzitempo la carriera di un team agli esordi che avrebbe mostrato più tardi tutto il suo talento, quando Capcom decise di investire sul brand originariamente noto come “Adrift” e finanziarne la realizzazione anche in versione PC e Xbox 360. Dopo più di tre anni di intenso sviluppo, Remember Me è pronto per diffondere la sua visione distorta e pessimistica del futuro dell'umanità in una Parigi completamente stravolta, alla ricerca di qualcuno che possa salvarla dall'oblio.

Se già ci aveva impressionato nella sua versione preliminare testata qualche settimana fa, il codice review PlayStation 3 di Remember Me gentilmente fornitoci da Capcom ha confermato tutte le impressioni e immense aspettative dietro al franchise: seppur alla prima esperienza rilevante, i ragazzi di Dontnod mostrano una straordinaria maestria nel demolire una città e ricostruirla sotto un evidente alone di depressione in un futuro distopico che strizza l'occhio ai più grandi romanzi e film del genere. La Neo-Parigi del 2084 è una metropoli al soldo delle grandi multinazionali che controllano quanto di più intimo e unico possa caratterizzare l'essere umano, i ricordi, trasformati piuttosto in un prodotto commerciale accessibile a chiunque possa permettersene l'acquisto. Un'epoca, quella di Remember Me, che ricorda le atmosfere opprimenti di “1984” e “Blade Runner”, ma che si discosta da questi ultimi con una caratterizzazione unica ed eccezionale.

Nilin è la protagonista di Remember Me: una bella quanto letale ex-cacciatrice di memorie, catturata dalla Memorize e imprigionata nel carcere della Bastiglia. - Remember Me
Nilin è la protagonista di Remember Me: una bella quanto letale ex-cacciatrice di memorie, catturata dalla Memorize e imprigionata nel carcere della Bastiglia.

All'interno di una Bastiglia per l'occasione trasformata in un carcere di massima sicurezza hi-tech, assistiamo impotenti alla prigionia di Nilin, ex-cacciatrice di ricordi appartenente al gruppo degli Erroristi. La protagonista dell'avventura viene catturata dalla Memorize, l'azienda più importante di Neo-Parigi nel commercio delle memorie, e svuotata di tutte le sue remanescenze, ridotta così a un mero contenitore vuoto pronto per essere distrutto.

NEL CUORE DI NEO-PARIGI

Il pretesto è ottimo per introdurci lentamente al concept di gioco sotto forma di pratico tutorial, permettendoci di evadere dalla Bastiglia grazie all'aiuto di Edge, leader degli Erroristi e amico di Nilin, che fungerà da guida per tutto il corso dell'avventura divisa in otto episodi, completabile in circa 10-12 ore al livello di difficoltà medio. Ogni episodio aggiunge un importante tassello per la memoria di Nilin nella sua lotta contro la Memorize, che si traduce spesso e volentieri in una nuova sfaccettatura del gameplay che viene rimembrata dalla protagonista e pronta per essere utilizzata. È evidente sin dalle prime battute di gioco una grande cura nell'alternare sapientemente le sfumature di un'esperienza ludica dinamica, che varia da momenti di esplorazione a risoluzione di enigmi, dai frenetici combattimenti con i Leapers (cittadini di Neo-Parigi il cui cervello è stata sovraccaricato di eccessive memorie rendendoli instabili e molto pericolosi) e gli agenti Sabre (la squadra di sicurezza cittadina) ai più avvincenti scontri con gli immancabili boss di fine livello.

Uno dei momenti più importanti è sicuramente quello legato all'esplorazione, che prende evidenti spunti dal brand Uncharted e dal recente Tomb Raider per dare vita a un gameplay che si estende spesso e volentieri in verticale, con appassionanti scalate fra cornicioni, grondaie, balconi, cartelloni pubblicitari, gru e finanche grattacieli. Il colpo d'occhio, nella maggior parte dei casi, è di quelli da mozzare il fiato. Ciò nonostante, l'esplorazione in Remember Me è minata da due difetti piuttosto evidenti che la rendono a tratti monotona e ripetitiva: in primis, l'impossibilità di scegliere un percorso diverso da quello prestabilito e interagire con altri elementi dello scenario. La Neo-Parigi di Dontnod Entertainment sprizza carattere da ogni angolo della città, persino nei bassifondi dello Slum 404, uno dei primi scenari dell'avventura, ma si rivela terribilmente statica. Non è possibile saltare o arrampicarsi su un punto diverso dello scenario se non fra quelli espressamente designati dagli sviluppatori, né tantomeno scegliere un itinerario secondario per raggiungere la stessa destinazione.

La componente esplorativa di Remember Me è strutturata spesso e volentieri in estensione verticale, imponendo all'atletica Nilin di arrampicarsi finanche su altissimi grattacieli. Uno sforzo ampiamente ripagato quando si ammirano panorami del genere. - Remember Me
La componente esplorativa di Remember Me è strutturata spesso e volentieri in estensione verticale, imponendo all'atletica Nilin di arrampicarsi finanche su altissimi grattacieli. Uno sforzo ampiamente ripagato quando si ammirano panorami del genere.

In secondo luogo, il gioco risulta essere fastidiosamente telecomandato dall'inizio alla fine dell'avventura, complice la presenza di indicatori su schermo che mostrano l'esatta posizione dove saltare, arrampicarsi o interagire, limitando ancora di più la libertà del giocatore nel valutare l'ambiente circostante, studiare i potenziali punti di interesse e pianificare così la giusta strategia per raggiungere un obiettivo.

VECCHIE REMANESCENZE

È un difetto che avevamo già denunciato in fase di anteprima che permane in questa versione completa di Remember Me e che non è possibile disattivare in nessun modo dal menu principale, costringendo il giocatore a conviverci forzatamente per l'intera campagna. Una città dal potenziale talmente vasto viene così ridotta a un semplice contorno privo di vita e interazione, se non per pochi oggetti collezionabili sparsi in punti nevralgici della città, spesso anticipati da una sorta di quadro futuristico che si attiva con la presenza di Nilin, evidenziandone la posizione in prossimità di un dettaglio dello scenario. Si tratta perlopiù di bonus votati ad aumentare la salute massima e le abilità di Nilin legate al Sensen, l'impianto inserito nel cervello di ogni cittadino di Neo-Parigi, mentre sporadicamente è possibile imbattersi in pacchetti informativi (à la BioShock) che illustrano le vicende che hanno portato Neo-Parigi al collasso e all'insurrezione della Memorize.

Un altro aspetto importante per l'esposizione del canovaccio sono le remanescenze: si tratta di determinati spot in cui Nilin dovrà attivare una memoria latente appartenente a un altro personaggio per riviverne un particolare ricordo, visualizzando gli spostamenti della sua sagoma fantasma sullo scenario, sincronizzandosi a porte e combinazioni segrete così da individuare il percorso per raggiungere un particolare obiettivo. Se inizialmente le remanescenze si limitano a dei semplici itinerari da seguire, con il prosieguo delle avventure diventeranno man mano più complesse portandoci a superare campi minati o evitare il raggio d'azione di alcune sentinelle, fino a imbatterci in intriganti enigmi dove sfoggiare le proprie abilità logiche. Per quanto sostanzialmente in numero inferiore rispetto ad altri titoli d'azione similari, gli enigmi di Remember Me hanno il pregio di essere originali e ben congegnati, risultando una valida aggiunta al comparto narrativo.

Durante le remanescenze, Nilin deve sincronizzarsi con il ricordo di personaggi secondari, in modo da riviverne le memorie e accedere a percorsi esclusivi ed edifici non accessibili. - Remember Me
Durante le remanescenze, Nilin deve sincronizzarsi con il ricordo di personaggi secondari, in modo da riviverne le memorie e accedere a percorsi esclusivi ed edifici non accessibili.

Il cuore dell'esperienza ludica è legato ai combattimenti: sin dal primo approccio con i Leapers nei bassifondi dello Slum 404 si possono ammirare le peculiarità del sistema di controllo che omaggia Batman: Arkham Asylum/City e il suo Free-Flow Combat System con un modello di gioco basato sull'utilizzo di due tasti azione (calcio e pugno, tasti Quadrato e Triangolo) e di una schivata (tasto X), oltre a varianti offensive e difensive legate alle particolari abilità psico-fisiche di Nilin.

MAKE YOUR OWN COMBO

L'aspetto cruciale dei combattimenti è legato al cosiddetto Laboratorio delle Combo: si tratta di un menu raggiungibile con il tasto Select che consente di modificare a piacimento l'essenza di una combo sbloccando nuove tecniche e abbinandole fra loro per ottenere risultati man mano più devastanti. Un aspetto che dona notevole profondità e varietà al sistema di combattimento e che si adatta alla perfezione ai diversi stili di gioco di ciascun utente, che sarà invogliato a sperimentare le diverse combinazioni così da trovare la mossa più adatta a una particolare situazione. Sono quattro le combo che si possono sviluppare nel corso dell'avventura: ognuna di essere partirà da una determinata sequenza di calci e pugni che sarà espandibile nel prosieguo del gioco, guadagnando punti esperienza PPP in ogni scontro così da sbloccare le 24 abilità note come Pressen, suddivise in quattro categorie: Potenza, Rigenerazione, Raffreddamento e Concatenamento.

Diverso sarà il posizionamento di un Pressen all'interno di una combo, differente sarà l'effetto sul campo di battaglia: se un Pressen Potenza garantisce danni notevoli sul versante offensivo e si dimostra utile per rompere la guardia dei nemici corazzati, un Pressen Rigenerazione consente di recuperare velocemente una porzione di energia evitando di morire anzitempo. Posizionando più Pressen dello stesso tipo nella medesima combo si otterranno tecniche più o meno efficaci per determinate situazioni. Inserire un Pressen Concatenamento al termine di una combo assicura un miglioramento esponenziale dei valori di ciascun attacco, immediatamente tangibili grazie al pratico schema nel Laboratorio delle Combo che mostra in tempo reale l'apporto di un Pressen posizionato diversamente nella catena della combo. Il risultato finale è impressionante: il combat system diventa così parte integrante del giocatore e può essere completamente adattato in base ai propri gusti.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!