Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
2016

Resident Evil 0 HD Remaster

Resident Evil 0 HD Remaster Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Capcom
Sviluppatore
Capcom
Genere
Azione
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
2016

Lati Positivi

  • Ottimi sfondi nella gloria del HD.
  • Controlli rivisti...
  • ...senza snaturare il feeling.

Lati Negativi

  • Filmati troppo compressi.
  • La scelta di mantenere le transizioni potrebbe non piacere a tutti.

Hardware

Resident Evil 0 uscirà il 19 gennaio su PS4, PS3, Xbox One, Xbox 360 e PC nella versione scaricabile online. Sarà invece disponibile dal 22 gennaio una edizione retail denominata "Resident Evil Origins Collection", distribuita da Halifax, che conterrà all'interno di un'unica confezione le versione rimasterizzate di Resident Evil e di Resident Evil 0.

Multiplayer

Non sono presenti funzioni multigiocatore.

Modus Operandi

Abbiamo giocato alla versione PS4 di Resident Evil 0 grazie a un codice download gentilmente fornitoci da Halifax.
Recensione

Non tutti i remaster vengono per nuocere

Resident Evil 0 ci riporta ancora una volta là dove tutto ha avuto inizio

di Claudio Magistrelli, pubblicato il

Il capitolo 0 della saga di Resident Evil si è nel tempo conquistato un'importanza storica che va ben oltre quella meritata - a pieno titolo - dai suoi contenuti. Indubbiamente il velo sollevato sugli eventi che hanno portato al diffondersi del Virus T costituisce un tassello importante nella costruzione della mitologia di Resident Evil, ma la principale ragione di notorietà di questo prequel non riguarda tanto le rivelazioni sconvolgenti, quanto lo sconvolgente accordo commerciale che lo rese esclusiva Nintendo, spezzando quel legame apparentemente indissolubile tra il franchise e PlayStation.

MEGLIO TARDI CHE MAI

Altro elemento di stupore in questa storia è il perdurare dell'esclusiva. Concepito originariamente per Nintendo64, lo sviluppo del gioco è stato poi dirottato su GameCube per superare una serie di limitazioni tecniche e proprio sulla console Nintendo a 128 bit ha poi visto originariamente la luce. Da allora, l'incipit di Resident Evil è rimasto ad esclusivo appannaggio dei giocatori Nintendo, con un porting successivo per Wii distribuito a cavalo tra 2008 e 2009 che è servito ad aumentare la diffusione del gioco presso il pubblico. Nonostante tutto però Resident Evil 0 rimane ad oggi un gioco di cui – con ogni probabilità – si è parlato molto di più di quanto si sia giocato. Fortunatamente, le cose sono destinate a cambiare.

Gli scenari, con diversi elementi animati, sono di altissimo livello. - Resident Evil 0 HD Remaster
Gli scenari, con diversi elementi animati, sono di altissimo livello.

Il succo di questo preambolo è che, per quanto ci riguarda, Resident Evil 0 rappresenta uno di quei rari casi in cui l'edizione rimasterizazzata ha un senso da più punti vista, compreso quello filologico. Apriamo una parantesi: i remaster non sono di per sé, il male. Quello che negli ultimi mesi/anni ha fatto storcere il naso a molti è il ricorso scellerato che se ne è fatto, con rimasterizzazioni di titoli usciti nella generazione precedente e sottoposti a lifting frettolosi o semi-invisibili giusto per sfruttare le line-up bucherellate delle nuove console, con la speranza di sfruttare la voglia di giochi del pubblico per raggranellare qualche banconota in più col minimo sforzo. Il medium videogioco è però ormai abbastanza anzianotto da annoverare tra i propri ranghi generazioni di giocatori che non hanno mai potuto mettere mano su alcuni dei classici che non dovrebbero mancare e se una risistemata all'estetica può aiutare a renderli più attraenti ben venga. La stessa filosofia che si trova alla base delle tanto apprezzate Criterion Collection in campo cinematografico, in fondo.

DUE GENERAZIONI (E MEZZO?) E NON SENTIRLE

Da questo punto di vista, Resident Evil 0 Remaster presta il fianco e ben poche critiche. Probabilmente la bontà della realizzazione grafica è dovuta alla conservazione degli asset originali in alta risoluzione tirati fuori dai cassetti per consentire alla versioni next-gen il raggiungimento della fatica soglia dei 1080p – accompagnati dai 30 FPS che nel caso specifico, vista la natura più riflessiva che action del gioco, non condizionano per nulla la fruizione (anche se nel materiale promozionale si parla di texture create ex novo). Gli sfondi, già di alto livello in origine e impreziositi fin dai tempi del GC dalla presenza di alcuni elementi animati quali bottiglie che oscillano riverse sui tavoli o e lo scorrere incessante della pioggia fuori dalle finestre, sono stati adattati per la visualizzazione in wide-screen senza sacrificare alcun elemento presente negli originali 4:3, comunque disponibili. Questo brillante risultato è stato raggiunto attraverso un riposizionamento della telecamera in posizione leggermente sopraelevata rispetto all'originale.

La legnosità dei movimenti è stata decisamente migliorata con il nuovo sistema di controllo. - Resident Evil 0 HD Remaster
La legnosità dei movimenti è stata decisamente migliorata con il nuovo sistema di controllo.

Anche i modelli dei personaggi sono passati nuovamente per le mani dei grafici, benché come comprensibile la maggior parte degli sforzi siano stati dedicati ai protagonisti Rebecca e Billy. Sono sopravvissute invece intatte fino ai giorni nostri le transizioni animate che si avviano ogni qual volta si accede a un nuovo ambiente, probabilmente per motivi di conservazione dell'atmosfera considerando che la velocità di lettura dati delle console moderne non dovrebbe porre problemi in termini di caricamenti, mentre il sistema di controllo originale può fortunatamente essere abbandonato in favore di una versione rivista e più snella.
Non è però solo quello della grafica il terreno su cui deve essere valutata princiaplmente una versione rimasterizzata. In prima istanza va chiarita la necessità della sua esistenza, su cui ci siamo già espressi positivamente in apertura e a cui si aggiunge l'intrinseca bontà del titolo originale ben accolto da pubblico e critica a suo tempo, nonché il primo titolo della saga ad introdurre una copia di protagonisti dalle caratteristiche differenti, che il giocatore deve alternare per poter proseguire. Solo a questo punto intervengono altri fattori, tra cui appunto il suo rapporto con la modernità, indubbiamente buono sia in termini tecnici sia nell'essersi saputo adattare alle evoluzioni del videogioco, e le eventuali integrazioni all'originale in termini di contenuti. Nel nostro caso Resident Evil 0 aggiunge la modalità Wesker che si rende disponibile dopo aver completato una prima volta in gioco a livello di difficoltà normale. Si tratta in buona sostanza della possibilità di riapprocciare l'intera avventura sostituendo Wesker a Billy e affrontare nuovamente le situazioni già viste con l'aiuto non solo di Rebecca, ma anche di una buona dose di poteri sovrannaturali che consentono di affrontare gli zombi con tutt'altro piglio e spirito.

Spesso i due protagonisti devono essere alternati per poter risolvere puzzle o situazioni complicate. - Resident Evil 0 HD Remaster
Spesso i due protagonisti devono essere alternati per poter risolvere puzzle o situazioni complicate.

Anche aggiungendo all'equazione la bassa qualità dei filmati, sostanzialmente immutati rispetto alla versione originale del gioco, da inserire nella colonna delle componenti negative, risulta facile a questo punto tirare le somme e promuovere senza esitazioni il ritorno di Resident Evil 0.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
A memoria ricordiamo pochi altri casi in cui l'esistenza di una versione remaster di un gioco fosse altrettanto giustificata. L'ottima cura posta da Capcom nel restauro del comparto grafico è poi un valore aggiunto a cui si sommano gli sforzi per adeguare il gioco agli standard odierni, operati senza snaturarne lo spirito.

Commenti

  1. dogget76

     
    #1
    Al contrario del Rebirth questa volta i fondali sono VERAMENTE in alta risoluzione e non gonfiati e filtrati in maniera scandalosa. Meno male...
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!