Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
19.99 euro
Data di uscita
20/1/2015

Resident Evil HD

Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Capcom
Sviluppatore
Capcom
Genere
Azione
Data di uscita
20/1/2015
Prezzo
19.99 euro

Lati Positivi

  • Progressione perfetta
  • Grandissima atmosfera
  • Prezzo molto contenuto
  • Graficamente d'impatto
  • Direzione artistica ancora oggi straordinaria

Lati Negativi

  • Gameplay un po' macchinoso

Hardware

Resident Evil HD debutterà su PC, PS3, PS4, Xbox 360 e Xbox One il 20 gennaio 2015.

Multiplayer

Il titolo non propone alcuna modalità multiplayer, così come l'edizione originale.

Modus Operandi

Abbiamo rivissuto le vicende di Jill e Chris su PS4 grazie a un codice fornitoci da Halifax.
Recensione

Semplicemente unico

Resident Evil debutta sul palcoscenico della next-gen con un nuovo remake.

di Davide Persiani, pubblicato il

Ammetterlo è strano, ma quando si parla di versioni rimasterizzate, Resident Evil è l'unica saga in grado di mettere d'accordo tutti: i vecchi appassionati, desiderosi di rigiocare capolavori del passato con una grafica moderna per rievocare "i bei tempi andati", e i videogiocatori più giovani, curiosi di mettere le mani su prodotti appartenenti a quella che possiamo ormai definire un'epoca già piuttosto lontana. Correva infatti l'anno 1996 quando il primissimo Resident Evil sbarcò ufficialmente sul mercato, e il fatto che a distanza di quasi vent'anni si continui a parlarne, la dice lunga sull'impatto che quello storico capolavoro partorito dalla geniale mente di Shinji Mikami ebbe sul mondo videoludico.

Resident Evil HD segna infatti il tanto atteso (e richiestissimo) ritorno sul mercato del capitolo più iconico dell'intero brand, ma anche il suo debutto sul palcoscenico di una next-gen innegabilmente "schiava" del passato, e questo non può che condurci verso un semplice quanto doveroso quesito: Capcom avrà semplicemente voluto capitalizzare su un trend di mercato ormai consolidato, o questa nuova remaster si sarà rivelata davvero meritevole di attenzione? Non vi resta che continuare a leggere per scoprirlo!

ETERNA GIOVINEZZA

Remake in alta definizione dell'edizione per GameCube uscita nel 2002, Resident Evil HD dimostra, sin dai primissimi minuti, di non aver affatto perso il suo storico fascino. Per quanto ormai conosciute anche dai sassi, le vicende di Chris Redfield e Jill Valentine garantiscono infatti le stesse emozioni di un tempo a fronte di una sceneggiatura che ancora oggi risulta davvero eccezionale, e se a questo aggiungiamo l'ottimo lavoro svolto dal team di sviluppo sul comparto tecnico, è davvero difficile non provare un certo entusiasmo nel poter rivivere questa storica avventura un'altra volta.

La prima cosa che salta agli occhi è infatti proprio la veste grafica, ottimizzata parecchio rispetto all'edizione originale (e impreziosita dal widescreen, comunque del tutto opzionale) affinché potesse garantire un impatto visivo di assoluto rilievo. Non siamo chiaramente ai livelli dei migliori titoli contemporanei, ma ciò non toglie che Capcom abbia portato avanti il processo di "svecchiamento" in maniera sorprendentemente convincente, donando nuova vita a un progetto che, calendario alla mano, ha ormai quasi vent'anni sulle spalle.

Come di consueto all'inizio dell'avventura potrete scegliere se vestire i panni di Chris o Jill, ognuno dei quali avrà speciali punti forza e... debolezze! - Resident Evil HD
Come di consueto all'inizio dell'avventura potrete scegliere se vestire i panni di Chris o Jill, ognuno dei quali avrà speciali punti forza e... debolezze!

Nell'edizione da noi testata, ovvero quella PS4, i modelli appaiono infatti curati e definiti, le ambientazioni brillano di luce propria grazie all'ottimo lavoro svolto sul sistema d'illuminazione (con ombre che esaltano parecchio l'angosciante atmosfera generale) e come se questo non fosse già abbastanza vi sono anche degli ottimi effetti particellari che risultano determinanti per accrescere la credibilità della realtà di gioco. Insomma, considerando la straordinaria direzione artistica (che ancora oggi surclassa molti prodotti contemporanei) e la magica atmosfera che contraddistingue ogni attimo dell'avventura, i nostalgici non faticheranno a lasciarsi trascinare dai ricordi e anche eventuali neofiti rimarranno sicuramente sorpresi dalla bontà di un prodotto curato davvero nei minimi particolari.

In termini di gameplay il titolo non propone particolari novità rispetto alla precedenti edizioni, confermandosi dunque piuttosto macchinoso a prescindere dal fatto che si opti per l'impostazione classica o quella moderna (che garantisce il pieno controllo del personaggio mediante lo stick analogico, senza la necessità di modificarne l'orientamento di continuo). Sopravvivere ai tanti orrori che popolano il mondo di gioco è quindi, come da tradizione, una questione di riflessi, pianificazione e soprattutto tanto sangue freddo, e a dispetto di quanto fosse lecito attendersi è molto probabile che anche gli aficionados del brand facciano qualche piccolo salto dalla sedia di tanto in tanto grazie a un progressione che, ancora oggi, denota una qualità che ben pochi altri survival horror possono vantare.

Il comparto audio, anch'esso rimasterizzato, si conferma ottimo in questa riedizione, risultando determinante per accrescere l'intensità dell'atmosfera.  - Resident Evil HD
Il comparto audio, anch'esso rimasterizzato, si conferma ottimo in questa riedizione, risultando determinante per accrescere l'intensità dell'atmosfera.

Tra sequenze scriptate di grande impatto, enigmi mai banali e combattimenti capaci di mortificare anche il videogiocatore più abile e smaliziato, Resident Evil HD garantisce infatti stimoli e soddisfazioni con estrema continuità, centrando in pieno il suo obiettivo: rievocare i tempi in cui i survival horror incarnavano davvero il concetto di sopravvivenza in maniere brutale e spietata, assicurando un'esperienza ancora attuale e godibile sia per le nuove che (soprattutto) per le vecchie generazioni. Peccato solo che il titolo sia stato commercializzato in Europa solo in versione digitale, perché mai come in casi come questo sarebbe bello portarsi a casa una versione pacchettizzata da inserire fisicamente nella propria collezione.

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
Resident Evil si conferma capolavoro senza tempo anche in questa ennesima riedizione, testimoniando quanto la genialità di un designer ormai leggendario come Shinji Mikami sia incapace di subire gli effetti dello scorrere del tempo. Strutturalmente vicino alla perfezione assoluta, il titolo riesce infatti a stupire, affascinare e soprattutto divertire proprio come un la prima volta, confermando l'immortalità di un'avventura di cui sentiremo sicuramente parlare per almeno un altro ventennio.

Commenti

  1. kuja89

     
    #1
    come voto dei lettori io ho dato 2 per il fatto che lo hanno fatto uscire solo in digitale e sinceramente potevano anche evitare la fatica di e lo spreco di tempo per farlo uscire , revelations 2 lo fanno fanno oltre che in digitale anche su disco e questo invece no ? mi auguro che in seguito lo facciano uscire in edizione fisica perchè cosi e una vergogna !
  2. utente_deiscritto_116

     
    #2
    Gesù, fattene una ragione. Alla peggio compratelo jappo, che comunque è in inglese.
    http://www.play-asia.com/resident-evil-hd-remaster-english-japanese-paOS-13-49-en-70-83zl.html

    Peraltro ribadisco: se non ci fosse la distribuzione digitale roba del genere non esisterebbe proprio.
  3. Balmung89

     
    #3
    kuja89come voto dei lettori io ho dato 2 per il fatto che lo hanno fatto uscire solo in digitale e sinceramente potevano anche evitare la fatica di e lo spreco di tempo per farlo uscire , revelations 2 lo fanno fanno oltre che in digitale anche su disco e questo invece no ? mi auguro che in seguito lo facciano uscire in edizione fisica perchè cosi e una vergogna !
    Pensa che già quando uscì all'epoca su Gamecube seppur con varie novità le meccaniche erano comunque già vecchie allora, figurati oggi. Sarebbe stato rischioso per gli sviluppatori rilasciare troppe copie in formato fisico o al contrario troppo poche nel caso le vendite avrebbero superato le aspettative.
    Però mi sarebbe piaciuto averne una :'(
  4. kuja89

     
    #4
    beh avrebbero potuto anche rischiare, e allora che dire infamous first light ? e un DLC di second son eppure e stato fatto uscire anche su disco , non e forse un rischio quello ? un dlc alla fine non e che duri tante ore eppure nei negozzi si vede il gioco sullo scaffale per altro allo stesso prezzo di questo RE alla fine per first light son stati accontentati anche chi non lo poteva scaricare in digitale quel gioco.

    Sinceramente però non capisco il timore o quello che è di rilasciare troppe o poche copie fisiche del gioco, lo fanno uscire in digitale no ? , e lo chi lo vuole su disco si deve prendere la copia fisica jappo, cioè mettiamo che su 100 persone 70 persone lo scaricano e le restanti 30 comprano la versione jappo ,non sarebbe stato la stessa cosa con unaipotetica versione europea del gioco ? alcuni miei amici hanno ipotizzato che magari uscendo prima digitale lo fanno per sondare il terreno e vedere come vanno le vendite e allora in seguito esce anche in versione scatolata, e poi cavolo avrà anche delle meccaniche vecchie ma se lo mettiamo a confronto con i resident evil attuali a mio parere non regge il confronto , le atmosfere che avevano i primi giochi in questi attuali si sentono appena.
  5. Balmung89

     
    #5
    Non puoi paragonare First Light a RE. Anche se è un'espansione di Infamous è comunque un gioco moderno.
    Comunque quello che ho detto sono delle mie congetture, non mi sono basato su qualche fonte.
    Quello che voglio dire è: se tu fossi uno sviluppatore rilasceresti delle copie di un gioco con meccaniche così vecchie per i vecchi fan più qualche curioso?
  6. utente_deiscritto_116

     
    #6
    kuja89beh avrebbero potuto anche rischiare, e allora che dire infamous first light ? e un DLC di second son eppure e stato fatto uscire anche su disco , non e forse un rischio quello ? un dlc alla fine non e che duri tante ore eppure nei negozzi si vede il gioco sullo scaffale per altro allo stesso prezzo di questo RE alla fine per first light son stati accontentati anche chi non lo poteva scaricare in digitale quel gioco.

    Sinceramente però non capisco il timore o quello che è di rilasciare troppe o poche copie fisiche del gioco, lo fanno uscire in digitale no ? , e lo chi lo vuole su disco si deve prendere la copia fisica jappo, cioè mettiamo che su 100 persone 70 persone lo scaricano e le restanti 30 comprano la versione jappo ,non sarebbe stato la stessa cosa con unaipotetica versione europea del gioco ?
    Per favore. Davvero. NON lanciatevi in analisi di mercato se non sapete DAVVERO di cosa parlate.

    alcuni miei amici hanno ipotizzato che magari uscendo prima digitale
    lo fanno per sondare il terreno e vedere come vanno le vendite e
    allora in seguito esce anche in versione scatolata,
    Quindi per vendere la versione che comporta più rischi commerciali, vendono prima la versione con meno rischi riducendo ulteriormente il pubblico della seconda. Ha così poco senso che potrebbe anche essere così, parlando di Capcom.

    No seriamente. Non hanno venduto la versione su disco di Resident Evil 4 HD/Code Veronica HD che è uscita in Giappone (per tacere di Strider, Darkstalkers, D&D e un paio di altri) e aveva un filo più di contenuti e appeal, dubito lo faranno con questo.

    e poi cavolo avrà anche delle meccaniche vecchie ma se lo mettiamo a
    confronto con i resident evil attuali a mio parere non regge il
    confronto , le atmosfere che avevano i primi giochi in questi attuali
    si sentono appena.
    I canizombi! Dico, li avete visti i canizombi? Saltano dalla finestra! Atmosfera a pacchi.
  7. kuja89

     
    #7
    beh vista la strada che hanno intrapreso gli ultimi RE credo che gli converrebbe , sarebbero sempre soldi in + per loro , e le atmosfere ? l'altro mese ho comprato RE 6 a 19 euro nuovo,per carità a suo modo e carino non tanto la campagna di chris redfild che sembrava uno di quei giochi di guerra, l'unica che si avvicinava un po ai primi era quella di leon e basta.

    Vogliono mantenere l'attuale direzione con gli ultimi RE ? ok va bene ma che cerchino di ricreare quelle atmosfere dei primi che hanno reso questa serie una grande serie .
  8. Xenoblade

     
    #8
    sono collezzionista di resedent evil, e lo metto fra i migliori 10 ( ma anche 3 per i miei gusti ) giochi in assoluto nella storia del video game.

    se non fosse cosi, non avrebbe fatto più di 20 capitoli e 5 - 6 film.

    lasciando stare che ho tutti i capitoli usciti per play station ( 1 2 3 ) per pc pc ( 5 e 6 ), e game cube 0 1 2 3 4 code, dreamcast ecc...

    il remastered per game cube è gia un capolavoro di per se, è stato il miglio gioco grafico per GC, la giocabilita del personaggio non è discutibile, quando nel 6 abbiamo a che fare con un capitolo più simile a final fight con zombie, che RE.

    questo per PS 3 - 4 è una mossa commerciale per far conoscere un capolavoro conosciuto a quelle 3 persone che hanno preso il GB.

    ovviamente in un epoca videologistica dove i giochi sono avventure grafiche ( film ) dove non esistono più enigmi ecc.. difficile trovare un gamer capace di finire ancora un gioco senza guide. gli ultimi videogiochi sono nati per non far trovare spaesato il giocatore, per avere giochi con un po di senso logico bisogna spolverare un gioco di quasi 20.

    magari ricordiamo a qualche programmatore di spolverare anche crono trigger...
  9. Balmung89

     
    #9
    Xenoblade
    ovviamente in un epoca videologistica dove i giochi sono avventure grafiche ( film ) dove non esistono più enigmi ecc.. difficile trovare un gamer capace di finire ancora un gioco senza guide. gli ultimi videogiochi sono nati per non far trovare spaesato il giocatore, per avere giochi con un po di senso logico bisogna spolverare un gioco di quasi 20.

    In RE4 c'èra ancora qualche enigma decente. Nel 5 e nel 6 credo li abbiano semplificati per non spezzare il ritmo della coop e progettati appunto per questa (far collaborare entrambi i giocatori). Se ci fai caso nella campagna di Ada (di RE6) gli enigmi sono leggermente più difficili, anche se restano comunque piuttosto semplici. Senza contare che sono spariti quelli ambientali dato che gli ultimi RE sono strutturati a capitoli per adattarsi meglio ad una modalità cooperativa.
  10. YARKAN63

     
    #10
    Ottimo.come.gioco!
Continua sul forum (12)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!