Genere
Azione
Lingua
Testi in italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 49,99
Data di uscita
1/7/2011

Resident Evil: The Mercenaries 3D

Resident Evil: The Mercenaries 3D Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Capcom
Sviluppatore
Capcom
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
1/7/2011
Data di uscita americana
28/6/2011
Data di uscita giapponese
2/6/2011
Lingua
Testi in italiano
Giocatori
1-2
Prezzo
€ 49,99
Speciale

Mercenari che bucano lo schermo

Resident Evil si manifesta sul portatile Nintendo.

di Francesco Alinovi, pubblicato il

Presentati in video al Captivate, i due titoli annunciati su Nintendo 3DS sembrano i più fedeli allo spirito originale. Dei due, Revelations è quello che meglio riprende le dinamiche del survival horror (gli autori promettono una trama densa di colpi di scena), proponendo un punto di vista alle spalle del protagonista che passa alla prima persona quando si impugna l’arma per sparare. Ma la conferma più importante viene dalla struttura di gioco, centrata sull’esplorazione dell’ambiente con i mostri nascosti dietro l’angolo pronti a fare “buh!”. La perplessità viene dallo scenario scelto: una nave da crociera - ambientazione che, ricordiamolo, non ha mai portato bene alla serie, come dimostrato da Dead Aim (PS2) e Gaiden (GameBoy). Ma saremmo ovviamente molto felici di essere contraddetti. Da quanto siamo stati in grado di intuire, tenendoci aggiornati sull’argomento, i protagonisti della vicenda sono, ancora una volta, Jill e Chris e il gioco si dice narri di eventi precedenti a Resident Evil 5. A quanto pare, Chris questa volta si è infilato in un pasticcio senza via d’uscita (cosa per altro non vera, visto quanto accaduto poi in Africa) e solo un proiettile ben piazzato potrebbe confermare i suoi sospetti. Chiaramente Jill dovrà cercare un modo meno brusco di scoprire se il compagno di mille avventure ha ancora una speranza di sopravvivenza. Il gioco, che ricorre allo stesso engine (ovviamente ottimizzato per 3DS) su cui è stato sviluppato Resident Evil 5, già si presenta incredibilmente attraente, ricco di ombre e luci dinamiche e di interessanti effetti “speciali” (anche se l'anti aliasing funzionerà solo con il 3D disattivato). La vicenda si svolgerà in Europa e, oltre alla nave da crociera, sono (fortunatamente) previste vette innevate e una città portuale come ambientazioni di gioco. L’uscita è fissata al 2012.

mercenari tascabili

Più imminente, invece (parliamo di inizio estate), è la pubblicazione di The Mercenaries 3D, che riprende la modalità di gioco “alternativa” già presente in Resident Evil 4 e 5. E proprio da questi due episodi sono riprese le ambientazioni, che vedono i nostri sopravvissuti, Chris, Jill, Claire, HUNK, Wesker e Krauser, combattere in Wi-Fi per abbattere il maggiore numero possibile di avversari, in modo da ottenere più tempo e, di conseguenza, un punteggio più elevato. A differenza dei due giochi citati, è possibile passare alla soggettiva quando si spara e, soprattutto, è ora possibile prendere la mira mentre ci si muove, novità che spezza con la tradizione della saga, caratterizzata da un sistema di controllo limitante (ma forse era il suo bello... O no?). Un’altra novità introdotta dal gioco è data dalle varie abilità che possono essere sviluppate per ogni personaggio nel corso della partita; abilità che hanno tre livelli di potenziamento e che spaziano dalla resistenza ai colpi alla velocità di ricarica, fino alla possibilità di ricorrere ad attacchi ravvicinati elettrificati. Questi elementi, uniti ai frequenti cambi di scenario tipici della modalità Mercenari, rendono il gioco scollegato dalla continuità della saga principale, ma gli amanti dell’azione frenetica avranno di che togliersi la voglia di far fuori zombi come se piovessero dal cielo. Inoltre, il gioco contiene la demo di Revelations (in realtà un "pilota" del gioco vero e proprio), contribuendo così a giustificare il prezzo pieno per quella che potrebbe essere scambiata solo come raccolta di vecchie modalità bonus…

E qui si conclude la nostra disanima del futuro "parallelo" di Resident Evil. Se volete approfondire con uno sguardo sul passato delle declinazioni "alternative" di questa saga, vi consigliamo la lettura dell'altro articolo pubblicato oggi.


Commenti

  1. Marco Tamma

    #1
    Innanzitutto ringrazio i GENI della REDAZIONE che nel secondo paragrafo spoilerano la morte di Leon...complimenti vivissimI! ( e mi fermo qui perchè poi partirebbero le ingiurie che vi meritate!)

    Per il resto...bè, io personalmente adoro i due Left 4 Dead ma Resident Evil era una cosa a parte (fino al 2 almeno)! Era un gioco pensato per il single player in cui il giocatore era immerso da solo (o quasi) in quel mondo horrorifico tipico dei titoli capcom....
    ...poi si è arrivati a Resident Evil 5 che è una gagata mostruosa insieme al 4.

    Ora leggendo "Raccon" nel titolo si era risvegliata in me la scimmia morta da tempo per un degno successore del capitolo 2°. Ma arrivato alla fine della lettura l'ho strangolata di nuovo (la scimmia) e l'ho sepolta ben bene, sperando che un giorno si risvegli zombie e mi regali un VERO Resident Evil!

    Amen!
  2. giopep

     
    #2
    Ciao Marco, due cose sullo spoiler:
    1. abbi pazienza se non ci facciamo problemi a citare una cosa che viene mostrata da Capcom stessa nel trailer ufficiale;
    2. ad ogni modo, nel caso specifico non si tratta di uno spoiler, è semplicemente una roba che può accadere in un gioco multiplayer. Sarebbe come dire che è uno spoiler segnalare che i protagonisti di Left 4 Dead, o magari Marcus Fenix di Gears of War, muoiono se gli umani perdono la partita. Del resto, ti pare possibile che ci sia una morte "ufficiale" di Leon in un gioco ambientato ai tempi di Resident Evil 2? Scombinerebbe tutta la cronologia degli eventi. :)
  3. SixelAlexiS

     
    #3
    Spoiler !!!


    :'D
  4. giopep

     
    #4
    (A margine, definire gagata mostruosa Resident Evil 4 mi pare un po' un azzardo. Capisco benissimo che possa non piacere ai fan della serie, e in quel senso anche a me un po' dispiace che si sia perso per strada il RE classico, però è e rimane un gran gioco)
  5. Great75

     
    #5
    Leon E' un obiettivo da eliminare nel gioco! E' stata la prima cosa che quelli della Capcom hanno detto: riscrivere la storia...pur non essendo un vero e proprio RE.
  6. V-JOLT_

     
    #6
    spero non venda nulla, altrimenti i prossimi saranno tutti come questo.
  7. Marco Tamma

    #7
    V-JOLT_spero non venda nulla, altrimenti i prossimi saranno tutti come questo.

    Sono d'accordissimo con te...su tutta la linea.
  8. Great75

     
    #8
    Proprio non vi capisco ragazzi! Capcom ha detto chiaramente che questo non vuole essere un RE! Questo è uno shooter in terza persona che non ha niente a che vedede con RE! Anzichè presentare un nuovo IP, Capcom ha preferito utilizzare elementi ed ambientazioni "familiari"...io mi auguro invece che esca un gran bel gioco, così da non maledire i soldi spesi...
  9. Gidus

     
    #9
    Come dire: "dai facciamo l'ennesimo sparatutto multiplayer sugli zombie che ora vanno tanto di moda...visto che ci siamo schiaffiamoci di peso i personaggi di RE così vendiamo di più agli irruducibili che comprano qualsiasi cosa con questo marchio: intanto ci teniamo buoni i fan scandalizzati dicendogli che non è un capitolo ufficiale"

    Boh, passo molto molto volentieri.
  10. utente_deiscritto_148337

     
    #10
    Speciale Resident Evil:Quante forme ha l'errore?

    Diverse svariate. :))
Continua sul forum (25)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!