Genere
Sparatutto
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
23/3/2012

Resident Evil: Operation Raccoon City

Resident Evil: Operation Raccoon City Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Capcom
Sviluppatore
Slant Six Games
Genere
Sparatutto
Data di uscita
23/3/2012
Data di uscita americana
20/3/2012

Lati Positivi

  • Intrigante modalità competitiva
  • Sistema di controllo “moderno”
  • Numerosi cameo di personaggi noti

Lati Negativi

  • Monotono, ripetitivo e per nulla terrorizzante
  • Tecnicamente modesto
  • Pessimo feeling delle armi

Hardware

Resident Evil: Operation Raccoon City è disponibile per PlayStation 3 (versione testata) e Xbox 360. L'uscita della versione PC è prevista per il 18 maggio.

Multiplayer

L'intera storia è giocabile in Cooperativa con un massimo di quattro giocatori, e sono disponibili diverse modalità competitive per otto sfidanti. La versione Xbox 360 offre una modalità competitiva multiplayer esclusiva chiamata Nemesis.

Modus Operandi

Abbiamo finito la Campagna giocando sia in singolo che in compagnia e provato le modalità multiplayer competitive grazie a un codice e a una promo PS3 inviati da Halifax.
Recensione

Weekend con i morti

Grafica decomposta, giocabilità barcollante.

di Marcello Cangialosi, pubblicato il

OCCASIONI SPRECATE
Eppure gli elementi per creare situazioni più avvincenti ci sarebbero tutti. Idee come quella che vede nemici sanguinanti attirare su di sé gli zombi in zona o un proprio compagno trasformarsi in zombi laddove morso sono scarsamente sfruttate, se non male implementate. Nel secondo caso, ad esempio, sebbene esistano antidoti pensati proprio per inibire la zombificazione, la maniera più efficace per ovviare al problema è quella di uccidere il compagno e quindi resuscitarlo. Anche il sistema di potenziamento poteva essere implementato meglio dal momento che, di fatto, non solo non produce benefici particolarmente significativi, ma esaurisce il suo corso in breve tempo. Bastano pochi capitoli della campagna per ritrovarsi con un personaggio praticamente al massimo e con l’unica alternativa di spesa ravvisabile nell’acquisto di nuove armi tanto efficaci quanto quelle standard, e pertanto abbastanza inutili.

Il sistema di coperture è assolutamente basilare. Per quanto il gioco sia miglia avanti a un qualsiasi RE come controlli, in assoluto questo aspetto è migliorabile. - Resident Evil: Operation Raccoon City
Il sistema di coperture è assolutamente basilare. Per quanto il gioco sia miglia avanti a un qualsiasi RE come controlli, in assoluto questo aspetto è migliorabile.

ANCORA DI SALVEZZA
L’unico aspetto che salva Operation Raccoon City dalla mediocrità assoluta è la sua modalità multiplayer competitiva. Nelle sfide online contro altri esseri umani (quattro contro quattro) le idee sopra menzionate acquistano rinnovata valenza e la presenza di zombi nelle mappe di gioco fornisce un elemento strategico davvero originale e avvincente. Liberarsi dalla presa di uno zombi è tanto facile quanto nella Campagna, ma in questo caso può significare la morte se un nemico vi tiene sotto tiro mentre dimenate la levetta analogica. Gli zombi possono inoltre essere sfruttati a proprio vantaggio con maggior frequenza, approfittando ad esempio del sanguinamento prodotto dai colpi esplosi con il fucile di precisione per indirizzarli verso il nemico ferito (l’odore del sangue li fa imbizzarrire). Insomma, la pur discutibile esperienza maturata da Slant Six nello sviluppo di SOCOM: Confrontation si fa sentire nella competizione online di ORC. Peccato solo che questa sia estremamente carente in materia di varietà e stimoli a perseverare, afflitta com’è da un’infrastruttura alquanto basilare (per altro condivisa dalla modalità Cooperativa, pertanto non c’è molto di nuovo da guadagnarci salendo di livello).

Il titolo, al pari di Revelations per 3DS, è interamente localizzato in italiano, con risultati generalmente discreti. Peccato la trama non sia granchè.  - Resident Evil: Operation Raccoon City
Il titolo, al pari di Revelations per 3DS, è interamente localizzato in italiano, con risultati generalmente discreti. Peccato la trama non sia granchè.

LOOK & FEEL
In ultimo, non si può non sorvolare sulle carenze tecniche e artistiche di ORC. Nel primo caso si ravvisano frequenti rallentamenti, mentre nel secondo si lamentano scenari dal livello di dettaglio inversamente proporzionale a quello per cui la serie di Resident Evil è ben nota. Ma è il sonoro, insieme all’inconsistente reazione dei corpi raggiunti dal piombo, a penalizzare davvero il feeling generale, con esplosioni ovattate e animazioni robotiche (se non addirittura inesistenti) ad impoverire un gunplay già di per sé depotenziato dalla smodata quantità di proiettili che è necessario esplodere per mandare al tappeto anche un solo zombi o soldato.

Voto 2 stelle su 5
Voto dei lettori
Le buone premesse per un “Resident Evil online almeno decente” ravvisate nella nostra anteprima di ORC sono purtroppo rimaste tali. Visti i precedenti di Slant Six, qualche mese in più di sviluppo avrebbe probabilmente giovato a quello che, dopo Bionic Commando e Dark Void, non può che essere classificato come l’ennesimo buco nell’acqua di Capcom nell’affidarsi ad uno sviluppatore occidentale.

Commenti

  1. TrueOldGamer

    #1
    2 su 5, mhhh Capcom fammi un RE 6 con gli attributi perche questo non lo comprerò.
  2. dusteppe

     
    #2
    OT: mettere Bionic Commando in mano a sviluppatori occidentali è stata la miglior cosa che Capcom ha fatto negli ultimi anni.
  3. utente_deiscritto_116

     
    #3
    Fondamentalmente sono d'accordo, per quanto il gioco fosse zeppo di problemi. Detto questo, rimane il fatto che commercialmente il gioco sia stato un disastro. Ma DAVVERO un disastro.
  4. dexter88

    #4
    che flop ragazzi, i siti esteri tipo gametrailers gli hanno dato 6.5 ahahaahh cosi imparano a fare ste boiate
  5. dogget76

     
    #5
    A me non sembra poi così male. Mi sono annoiato molto di più con uncharted/killzone 3 a dire il vero. Sarà che sto invecchiando.
  6. Benni Lo Sicco

     
    #6
    Peccato :( sinceramente ci speravo in uno sparatuttto degno...

    @dogget: ma cosa c'entrano questi 2 giochi con quiesto? boh! scatenare flame inutile
  7. Lylot72

     
    #7
    " dopo Bionic Commando e Dark Void, non può che essere classificato come l’ennesimo buco nell’acqua di Capcom nell’affidarsi ad uno sviluppatore occidentale"

    Bionic commando forse flop commerciale ma a livello di gameplay è un buon titolo.
  8. mauriziorpg75

     
    #8
    Lylot72 Bionic commando forse flop commerciale ma a livello di gameplay è un buon titolo.

    quoto
  9. dogget76

     
    #9
    @Benni. Nessuna provocazione, solo una considerazione personale riguardo al fatto che ci sono titoli blasonati e apprezzatissimi dalla critica che mi annoiano terribilmente. Questione di gusti. Questa 'schifezza' non mi è dispiaciuta e 2 stelle per quanto mi riguarda sono pochine.
  10. wolf83

     
    #10
    sinceramente, non vedo l'ora che esca RE6..un mio amico l'ha preso RE ORC e non fa altro che dirmi che non gli piace...comunque sono daccordo con dogget76: questione di gusti!
Continua sul forum (13)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!