Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
26/11/2008

Resistance 2

Resistance 2 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment America
Sviluppatore
Insomniac Games
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
26/11/2008
Data di uscita americana
4/11/2008
Lingua
Italiano
Giocatori
60
Prezzo
€ 69,99

Hardware

Resistance 2 è un'esclusiva PlayStation 3 e in quanto tale, per essere apprezzato, richiede l'utilizzo della console Sony e di almeno un pad. Il gioco supporta la risoluzione video 720p e l'audio in DTS e Dolby digital 5.1. Non è richiesta installazione, ma è già stata pubblicata una prima patch da oltre 300 MB.

Multiplayer

Resistance 2, al contrario del primo episodio, non permette di affrontare lo story mode in cooperativa. La modalità co-op, infatti, è costituita da un'intera sezione a parte, che propone obiettivi e scenari dedicati, da affrontare (in due offline, fino in otto online) vestendo i panni del team Spectre e delle tre classi di soldati che lo popolano. Fino a sessanta partecipanti possono invece sfidarsi nel multiplayer competitivo online, organizzato nelle canoniche modalità deathmatch e cattura la bandiera, oltre che in un'azzeccata divisione in squadre di cinque membri che devono affrontare obiettivi dinamici utili a limitare la dispersività dovuta ai grandi numeri.

Link

Recensione

L'ultimo baluardo

La guerra con i Chimera si sposta negli USA.

di Andrea Maderna, pubblicato il

A cavallo fra novembre 2006 e marzo 2007 PlayStation 3 ha fatto il suo esordio in giro per il mondo, accompagnata da giochi di lancio assolutamente degni di rispetto come Motorstorm e Resistance: Fall of Man. Lo sparatutto creato da Insomniac poteva essere criticato sotto molti aspetti e certo soffriva almeno in parte l'uscita quasi contemporanea (perlomeno negli USA) a quella del primo Gears of War, ma allo stesso tempo aveva dalla sua un'ottima realizzazione tecnica, l'eccellente design delle armi (da sempre marchio di fabbrica dello sviluppatore), numerose idee di gameplay e narrazione, un'intelligenza artificiale abbastanza curata che spingeva a un approccio tattico e un multiplayer online a dir poco eccellente. Insomma, considerando anche che si trattava di un gioco di lancio, il lavoro svolto dai creatori di Spyro e Ratchet era degno di rispetto.

ECCESSO DI CRITICHE

Nonostante i suoi indubbi pregi, Resistance ha nel tempo ricevuto numerose critiche, soprattutto per quanto riguarda la struttura della campagna di gioco in singolo. L'aspetto narrativo era quasi interamente affidato a una voce fuori campo che tendeva a spersonalizzare il racconto, reso del resto ancora più piatto dalla totale mancanza di personalità dei pochi personaggi coinvolti. Allo scarso trasporto emotivo si aggiungeva un ritmo abbastanza disomogeneo, che dopo un avvio stentato alternava fasi estremamente coinvolgenti ed evocative (Manchester, Westminster...) ad altre piatte e meno convincenti.
A questo si aggiungevano delle sezioni a bordo di veicoli francamente poco riuscite, uno sviluppo del gioco che non "motivava" all'utilizzo delle armi più avanzate, spingendo al contrario a ripiegare sempre sulle stesse tre o quattro bocche da fuoco, e un design grafico dei nemici abbastanza anonimo e derivativo. L'antipatia di molti verso il gioco di Insomniac appare insomma giustificata, anche se decisamente eccessiva. Allo stesso modo, però, sembra forse un po' esagerato il dietrofront operato dagli sviluppatori su praticamente qualsiasi aspetto del gioco, positivo o negativo che fosse.

MARCIA INDIETRO

Resistance 2, infatti, difficilmente potrà convincere chi aveva davvero apprezzato il primo episodio e, al contrario, pare nettamente indirizzato a coloro che non erano riusciti a innamorarsene. Siamo ben lontani, insomma, da quella sorta di "more of the same" dopato che è Gears of War 2: Insomniac ha riscritto il codice genetico del suo pargoletto, intervenendo come il virus Chimera e mutandone le caratteristiche base in un'evoluzione (o involuzione?) estremamente lontana dal Resistance che ricordavamo.
Lo stile della narrazione, le meccaniche di gioco, il ritmo con cui si sviluppa l'azione, l'utilizzo delle armi, la gestione del personaggio... qualsiasi cosa possa venire in mente ha ben poco a che vedere col primo capitolo, tanto che - non fosse stato mantenuto il protagonista - verrebbe quasi da pensare di trovarsi davanti a un episodio alternativo.


Commenti

  1. |Sole|

     
    #1
    Thread ufficiale di discussione:



    http://community.videogame.it/forum/t/313751/
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!