Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
7/9/2011

Resistance 3

Resistance 3 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Insomniac Games
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
7/9/2011
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
16
Prezzo
€ 69,99

Lati Positivi

  • Sistema di gioco ben calibrato
  • Ottimo design delle mappe
  • La massima espressione della serie e dei suoi pregi
  • Buona ricerca stilistica nel riprodurre un mondo in rovina
  • Accompagnamento sonoro evocativo e d'impatto

Lati Negativi

  • Tecnicamente non al top
  • Multiplayer meno ambizioso che in passato
  • Non aggiunge novità di peso alla saga

Hardware

Resistance 3 è un'esclusiva PlayStation 3 e richiede l'installazione su disco fisso, con poco oltre 2 GB di spazio occupato. Come da tradizione recente Sony, sono supportati il controllo tramite PlayStation Move e la visualizzazione in 3D.

Multiplayer

Oltre alla modalità cooperativa (online e in locale su schermo diviso) sono presenti svariati tipi di multiplayer competitivo, per un tetto massimo di sedici giocatori. L'accesso alle modalità online è vincolato all'inserimento di un codice Network Pass, incluso nella confezione del gioco ma anche acquistabile tramite PlayStation Network.

Modus Operandi

Abbiamo ricevuto il gioco in versione promozionale da Sony e abbiamo completato la campagna in singolo, a livello di difficoltà Normale e con l'ottimo doppiaggio in lingua originale, in poco meno di nove ore, raccogliendo circa metà dei vari diari testuali e sonori. Abbiamo poi impiegato un altro paio d'ore per rigiocare alcuni brani della campagna provando i due livelli di difficoltà superiori, saggiando la bontà della localizzazione italiana e sperimentando il sistema di controllo tramite Move, per poi dedicare qualche ora alla prova del multiplayer online, effettuata grazie a un codice Network Pass incluso nella confezione. Non abbiamo provato la visualizzazione in 3D.
Recensione

Perfetta sintesi

Una solida conclusione che spreme il meglio dalla serie.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Resistance 3 non è comunque tutto caos, battaglie aperte e scontri uno contro venti: torna anche lo spirito spettacolare che era emerso nel secondo episodio, con diversi momenti dallo sviluppo sceneggiato, in cui tipicamente ci si trova a bordo di un veicolo o costretti a seguire a piedi un personaggio che ci apre la strada. Il tutto, però, è dosato col giusto equilibrio e riesce a spezzare in maniera divertente il ritmo di un gioco che comunque bilancia a dovere le sue diverse anime.

Tanto quanto i precedenti episodi, Resistance 3 ha due o tre passaggi dalla potenza evocativa notevole, che svettano sul resto del gioco. Anche se forse la baia di San Francisco di Resistance 2 rimane insuperata - Resistance 3
Tanto quanto i precedenti episodi, Resistance 3 ha due o tre passaggi dalla potenza evocativa notevole, che svettano sul resto del gioco. Anche se forse la baia di San Francisco di Resistance 2 rimane insuperata

divertimento senza sosta

Il risultato di questo guardarsi indietro alla ricerca del giusto equilibrio è un gioco molto divertente e dal gran ritmo, che dà il meglio quando si lascia andare alle sue battaglie spettacolari, inserendo magari un enorme boss nel bel mezzo di uno scontro fra eserciti, ma riesce a convincere anche nei suoi momenti dallo sviluppo più lineare. Ne risulta un gameplay che non racconta nulla di nuovo, ma che mantiene freschezza e divertimento per tutta la sua durata, senza cadere nei momenti di stanca dei primi due episodi. E lo fa soprattutto grazie al divertimento generato, al piacere di sfruttare le armi e le possibilità ludiche per avere la meglio sui nemici, alla solidità del sistema di gioco.
Aiuta poi anche un impianto grafico che non sfiora vette di eccellenza assoluta, ma mostra un lavoro decisamente superiore al passato in termini di design e cura stilistica, con gli alieni Chimera che esprimono finalmente un minimo di personalità. E se è vero che non si vede nulla da far gridare al miracolo, è vero anche che certi momenti tecnicamente non banali, legati soprattutto al sempre ricercato senso di scala, hanno sicuramente il loro bell'impatto. Anche se manca un passaggio esagerato e ambizioso come la scena del Leviatano di Resistance 2. E a proposito di ambizione...

Le mappe per le modalità multiplayer ripropongono alcuni ambienti dello story mode, ma si spostano anche altrove, proponendo battaglie che vengono menzionate nel corso della campagna: Bogotà, il Ciad, l'Australia, il Galles e Nagoya - Resistance 3
Le mappe per le modalità multiplayer ripropongono alcuni ambienti dello story mode, ma si spostano anche altrove, proponendo battaglie che vengono menzionate nel corso della campagna: Bogotà, il Ciad, l'Australia, il Galles e Nagoya

sfide online

Il multiplayer di Resistance 3 abbandona le ambizioni forse esagerate dei precedenti episodi per adagiarsi su una struttura più ordinaria e consolidata. Svaniscono le battaglie da sessanta giocatori, in favore di solo sedici, per un multiplayer più ordinato, semplice e raccolto. Rispetto al precedente episodio è stato introdotto un sistema di abilità, vale a dire i classici perk, con tutte le funzionalità che è lecito attendersi, per quanto rilette attraverso la rinomata fantasia di Insomniac nello sviluppo delle armi. In termini di modalità non si vede nulla di particolare e si nota la scomparsa dell'articolata cooperativa presente in Resistance 2. Torna, però, la possibilità di affrontare la campagna con un amico, vista nel primo episodio e all'epoca solo su schermo diviso: Resistance 3 permette invece di giocare l'intero story mode in co-op locale e online.
La scomparsa delle idee più ambiziose legate al multiplayer è se vogliamo in qualche modo simbolica dell'impressione che tutto Resistance 3 può dare: Insomniac non ha cercato di reinventare la ruota e ha puntato al contrario sul realizzare il miglior episodio conclusivo possibile. Resistance 3 manca forse d'ambizione, di quella voglia di sperimentare e spingere oltre i limiti che nei primi due episodi era invece presente anche a costo di commettere grossi errori. Ma d'altra parte mostra una cura e un livello di rifinitura che fino a oggi era sempre mancato nella serie (l'anno in più di sviluppo si è probabilmente fatto sentire anche in questo) e forse, proprio per la scelta di osare meno, risulta essere un gioco migliore. E poi, insomma, se dovessimo colpevolizzare ogni seguito che non riesce a innovare, eh, se ne salverebbero pochi.

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
Un ottimo capitolo conclusivo per una saga che ha vissuto di alti e bassi e che si presenta qui nel suo miglior stato di forma. Manca un po' di ambizione, non inventa nulla e non farà certo cambiare idea ai detrattori, ma è un FPS solido e molto divertente. Imperdibile per i fan.

Commenti

  1. RALPH MALPH

     
    #1
    bellagio!
  2. DoctorGeo

     
    #2
    OH!
    Alla buon ora!
  3. RALPH MALPH

     
    #3
    doc mica tutti son skillati come me e te, ci avrà messo 4 settimane buone a finirlo, il gio è più da kinect, da heavy rain, noi siamo videogiocatori soldato
  4. DoctorGeo

     
    #4
    Grande coach!
  5. MiniGeo

     
    #5
    D'accordissimo con la rece!
    Grande gioco davvero.
  6. MiniGeo

     
    #6
    RALPH MALPHdoc mica tutti son skillati come me e te, ci avrà messo 4 settimane buone a finirlo, il gio è più da kinect, da heavy rain, noi siamo videogiocatori soldato

    http://www.bungie.net/stats/reach/careerstats/default.aspx?player=GeoDoctor&vc=3
    Categoria "Competitive".
    :asd:
  7. DoctorGeo

     
    #7
    MiniGeohttp://www.bungie.net/stats/reach/careerstats/default.aspx?player=GeoDoctor&vc=3
    Categoria "Competitive".
    :asd:

    VA A STUDIARE LAVATIVO!!!!!!!!!!!!!
    Cristo Santo.
  8. MiniGeo

     
    #8
    DoctorGeoVA A STUDIARE LAVATIVO!!!!!!!!!!!!!
    Cristo Santo.

    ;P :*
  9. giopep

     
    #9
    RALPH MALPHdoc mica tutti son skillati come me e te, ci avrà messo 4 settimane buone a finirlo, il gio è più da kinect, da heavy rain, noi siamo videogiocatori soldato

    Hahahahah, sei veramente un troll. :D

    (Quanto ci ho messo sta scritto nel box Modus Operandi, il gioco mi è arrivato lunedì pomeriggio e l'articolo è uscito oggi perché mi sono voluto prendere un po' di tempo extra per dare uno sguardo al multiplayer, ai vari livelli di difficoltà ecc... )
  10. SixelAlexiS

     
    #10
    giopepHahahahah, sei veramente un troll. :D

    (Quanto ci ho messo sta scritto nel box Modus Operandi, il gioco mi è arrivato lunedì pomeriggio e l'articolo è uscito oggi perché mi sono voluto prendere un po' di tempo extra per dare uno sguardo al multiplayer, ai vari livelli di difficoltà ecc... )
    mmm... quindi a 10 ore a difficile ci si dovrebbe arrivare facilmente, bene.
Continua sul forum (120)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!