Genere
MMORPG
Lingua
Inglese
PEGI
16+
Prezzo
ND
Data di uscita
2/11/2007

Richard Garriott's Tabula Rasa

Richard Garriott's Tabula Rasa Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
NCsoft
Sviluppatore
Destination Games
Genere
MMORPG
PEGI
16+
Distributore Italiano
DDE
Data di uscita
2/11/2007
Lingua
Inglese

Link

Notizia

Lord British e i MMO

Secondo Richard Garriott i giocatori sono in costante aumento.

di Simone Soletta, pubblicato il

L'eclettico Richard "Lord British" Garriott, tra un volo e l'altro a gravità zero, ha rilasciato a Gamesindustry.biz un'interessante intervista in due parti a proposito del mercato dei MMORPG, il genere che Garriott stesso ha creato con il suo eccellente Ultima Online. Secondo Garriott, l'uscita di nuovi titoli in questo settore non solo non è un rischio per chi è già sul mercato con i suoi mondi persistenti, ma contribuisce anzi a catturare un numero sempre più vasto di giocatori. Vi proponiamo un estratto dalla prima parte, la seconda sarà pubblicata, sempre da Gamesindustry.biz, la settimana prossima.

Gamesindustry.biz: Non credi che il settore dei MMO stia diventando un po' troppo affollato?

Richard Garriott: Mi fanno questa domanda fino dai miei primi passi in questo settore, inclusi i miei produttori in Electronic Arts. EA pensava che una delle ragioni principali per cui Ultima Online ha avuto ottimi risultati fosse da ricercarsi nella sua storia ventennale e nei tanti fan che, conoscendo la serie, hanno contribuito a renderlo un gioco di successo. Ultima Online ha prodotto risultati dieci volte più grandi rispetto a tutti i precedenti giochi di Ultima messi insieme, ma negli anni fu superato da EverQuest e via via da altri giochi simili, compreso World of Warcraft.

La pubblicazione di un nuovo gioco online, però, sostanzialmente non ha avuto alcun impatto sugli abbonamenti e sul tempo di gioco dei giochi più vecchi, eccezion fatta per i periodi di lancio di nuovi titoli, durante i quali i giocatori investivano più tempo a provare il nuovo gioco. Quindi, il calo di giocatori derivante dall'uscita di un nuovo gioco è temporaneo, e non vedo affatto segnali di calo di interesse per il genere dei giochi di ruolo online.

In sostanza, secondo Lord British, i giochi di ruolo online vivono un costante ricambio di giocatori, con Ultima Online ancora ancorato alle sue centinaia di migliaia di iscritti che si rinnovano sempre: quando qualcuno si stanca e migra su altri titoli, come World of Warcraft, tipicamente viene rimpiazzato da altri giocatori.