Genere
Guida
Lingua
ND
PEGI
3+
Prezzo
ND
Data di uscita
10/4/2015

RIDE

Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Milestone
Genere
Guida
PEGI
3+
Distributore Italiano
KOCH Media
Data di uscita
10/4/2015
Giocatori
1-16

Link

Recensione

L’Italia delle due ruote digitali è tornata

Il primo brand inedito di Milestone arriva sul mercato. Pronti a saltare in sella?

di Piersandro Guerrera, pubblicato il

Spiazzati dal non perfetto debutto su next-gen di MotoGP 14, l’annuncio dello sviluppo di Ride da parte di Milestone circa sei mesi fa è stato per noi parecchio inaspettato. Mentre gli utenti attendevano aggiornamenti per migliorare un gioco già disponibile, Milestone pensava a tutt’altro e in cantiere non aveva soltanto il seguito del titolo ufficiale dedicato al campionato del mondo di motociclismo ma, a sorpresa, anche un nuovo prodotto dedicato al mondo delle moto da strada. Effettivamente da quel momento le speranze di veder corretti quei bug mai risolti di MotoGP 14 divennero vane e nessuna ulteriore patch venne mai rilasciata dal team italiano pur dopo le disperate richieste degli appassionati sulla loro pagina Facebook ufficiale.

Dopo questa doverosa premessa dobbiamo ammettere che prima di saltare in sella su una moto di Ride eravamo un po’ prevenuti, probabilmente perché la fiducia che avevamo avuto nei confronti di MotoGP 14 era stata tradita ed erano poche le speranze di trovarci di fronte a un prodotto che potesse soddisfare le nostre aspettative. Siamo comunque contenti di aver cambiato idea molto velocemente e dobbiamo ammettere che Milestone è stata capace di sorprenderci riuscendo a colmare con Ride un tassello mancante nel grande puzzle delle simulazioni di guida. Perché? Ovviamente non vi resta che leggere il resto della recensione per capire cosa ci è piaciuto e cosa un po’ meno di questo particolare simulatore di guida realizzato dalla software house milanese.

100 MOTAZZE PER ME POSSON BASTARE...

Prima di lanciarci a piena velocità in pista è giusto descrivervi le caratteristiche base di Ride. Questo nuovo prodotto di Milestone si propone come un simulatore di guida in cui le protagoniste assolute sono le più famose moto da strada delle principali aziende produttrici di due ruote al mondo, suddivise in quattro categorie principali, che potrete portare al limite delle loro possibilità in 14 differenti ambientazioni e 30 effettivi percorsi su cui sfidare avversari controllati dal computer o altri appassionati da tutto il mondo sfruttando il comparto online.

Tutte le moto presenti nel gioco sono di produzione, compresi i modelli appartenenti alla serie Superbike in cui troverete gli esemplari da strada delle moto che partecipano all’omonimo campionato del mondo. Pur potendo assaporare le caratteristiche principali di ogni singolo modello disponibile, Milestone ha deciso di rendere più piccante l’esperienza di gioco offrendo al giocatore la possibilità di personalizzare l’assetto della propria due ruote e di modificarne le caratteristiche estetiche e meccaniche: similmente alla popolare serie Forza Motorsport di Microsoft, infatti, è possibile migliorare vari elementi del motore, delle sospensioni, delle gomme e quant’altro per trasformare anche una moto “normale” in un vero e proprio mostro capace di infiammare l’asfalto a ogni passaggio.

Prima di scendere in pista potete ammirare la vostra MV Agusta F3, il pilota seduto in una comoda sedia da 5 euro e la possibilità di variare il setup della moto e il livello di difficoltà della corsa. - RIDE
Prima di scendere in pista potete ammirare la vostra MV Agusta F3, il pilota seduto in una comoda sedia da 5 euro e la possibilità di variare il setup della moto e il livello di difficoltà della corsa.

I marchi presenti in Ride sono 14 e comprendono le giapponesi Honda, Yamaha, Suzuki e Kawasaki, le italianissime Ducati, MV Agusta, Aprilia e Bimota a cui si affiancano KTM, BMW, Triumph ed EBR Motorcycles. Menzione a parte deve essere fatta per le moto di Energica e Lightning, due modelli di sportive ultrasilenziose grazie alla loro alimentazione elettrica e non basata sul classico carburante fossile. Il catalogo mette quindi a disposizione circa 100 moto che verrà ulteriormente ampliato nel corso dei prossimi mesi grazie a ulteriori DLC (a pagamento) che aggiungeranno 15 modelli supplementari.

Come dicevamo le categorie di moto sono quattro. Abbiamo già presentato le Superbike a cui vengono affiancate le aggressive Naked, ovvero le moto senza carena, e le intermedie Supersport, agili ma prestanti in ogni occasione. Completano la dotazione le cosiddette moto storiche: modelli prodotti tra gli anni ‘80 e ‘90 e che hanno fatto la storia del motociclismo, come la Bimota Tesi 1D o la Honda CBR 900 RR FireBlade, di cui troverete anche una foto a corredo di questo articolo.

Con la nostra Kawasaki Z800 sfrecciamo a tutta velocità in galleria. - RIDE
Con la nostra Kawasaki Z800 sfrecciamo a tutta velocità in galleria.

L’obiettivo di Milestone è stato quello di offrire una sorta di mini enciclopedia delle moto da strada, ma con 14 marchi e 100 moto a disposizione sembra quasi di avere un catalogo in edizione tascabile. Ovviamente da un primo capitolo non ci si può attendere diverse centinaia di modelli a disposizione, così come non sarà stato facile per la software house italiana ottenere le licenze dai tanti produttori mondiali, ma alcuni esemplari come la MV Agusta F4 del 2014 proposta in quattro differenti salse, risultano esclusivamente moto fotocopia in cui a cambiare sono la livrea e le caratteristiche del motore. Esemplari come questo “falsano” il numero di moto realmente a disposizione.

PERSONALIZZAZIONI: UNO SPECCHIETTO RETROVISORE PER LE ALLODOLE

Anche se Ride è a oggi un prodotto unico nel suo genere, come anticipato in precedenza una grande fonte d’ispirazione per Milestone è stata molto probabilmente la serie di videogiochi sviluppati da Turn 10 in questi anni. Con Forza Motorsport il tuning e la personalizzazione delle auto hanno raggiunto livelli elevatissimi, sia grazie alla possibilità di elaborare il motore, alleggerire l’interno dell’auto, rendere più aggressiva e performante l’aerodinamica del vostro mezzo, sia con il perfetto editor per personalizzare le carrozzerie che ha permesso a migliaia di appassionati designer di realizzare decalcomanie e repliche perfette delle auto da gara o semplicemente abbozzate con uno stile personale.

Il tocco di classe offerto da Forza Motorsport è inoltre la possiblità di effettuare un tuning approfondito del proprio mezzo: regolare la pressione dei pneumatici, la distanza tra una marcia e l’altra, la regolazione degli alettoni e chi più ne ha più ne metta. Tutto ciò, per i fanatici, è possibile grazie anche alla telemetria che è possibile esaminare in tempo reale mentre state guidando o durante i replay. Milestone ha cercato di replicare buona parte di tutto ciò anche nel suo Ride, ma il risultato non riesce a essere altrettanto convincente. Iniziando dalla personalizzazione della livrea della vostra moto, avrete a disposizione esclusivamente i colori ufficiali offerti dal produttore: se acquistate una Ducati 1199 Panigale S del 2014 potrete sceglierla nei colori rossa o nera, passando dall’editor dell’aspetto la livrea potrà variare esclusivamente tra queste due opzioni. Dimenticatevi quindi la vostra Ducati personalizzata rosa shocking, dovrete accontentarvi.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!