Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
21/12/2005

Rifts: Promise of Power

Rifts: Promise of Power Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nokia
Genere
Gioco di Ruolo
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
21/12/2005
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
4

Hardware

Rifts: Promise of Power è attualmente in fase di sviluppo per Nokia N-Gage.

Multiplayer

E' prevista una modalità multiplayer capace di coinvolgere fino a due giocatori e il supporto per N-Gage Arena.

Link

Intervista

Rifts: Promise of Power - Intervista agli sviluppatori

In questa intervista esclusiva Nextgame.it alza il sipario su Rifts: Promise of Power, uno dei più interessanti e attesi titoli per la console-cellulare Nokia, nonché il primo videogioco su licenza tratto dal gioco cartaceo di Rifts, di Palladium Books. Scopriamo dalle parole di Trent Ward e Shane Neville del team di sviluppo di Rifts cosa si muoverà sui display di N-Gage nel prossimo autunno.

di Alberto Torgano, pubblicato il

Nextgame.it: Ogni gioco di strategia ha un qualche tipo di sistema di combattimento unico, ci potreste spiegare le caratteristiche principali di quello di Rifts?

Trent Ward: Rifts è uno dei primi giochi a usare un sistema di combattimento basato sul multi-azione. In pratica i giocatori potranno passare dall'attacco al movimento e viceversa in ogni momento. Con questo sistema un personaggio nascosto potrà uscire allo scoperto, sparare e poi nascondersi nuovamente, aumentando esponenzialmente il fattore strategico dei combattimenti, in particolare in multiplayer.
Anche il fenomenale sistema di magie e le tante abilità psichiche creano possibilità strategiche uniche. Rifts è incredibilmente divertente e permette tante cose che finora non sono mai state possibili.

Shane Neville: In Rifts utilizziamo un sistema di combattimento con più punti per le azioni di attacco e di movimento, in modo da permettere un'ampia gamma di opzioni strategiche: per esempio in un turno un personaggio potrà muoversi, fare 2 attacchi e poi nascondersi dietro un edificio.

Nextgame.it: In Rifts c'è un sistema di multijob? Ovvero, un personaggio può appartenere a una sola classe per volta, oppure può imparare alcune caratteristiche di una classe e mantenerle anche dopo un cambiamento di classe?

Trent Ward: Come ho detto prima, un personaggio “cresce” all'interno della sua classe, quindi ha la possibilità di evolversi in un paio di modi differenti prima della fine del gioco. Questo detto, ci sono alcune scelte da cui non si può più tornare indietro, per esempio: se un personaggio sceglie di mettersi delle parti bioniche, poi non potrà più utilizzare poteri magici.

Shane Neville: La versione cartacea di Rifts non supporta il multiclasse e nel nostro gioco abbiamo deciso di rimanere fedeli all'originale.

Nextgame.it: Qual è la vostra classe preferita e perché?

Trent Ward: Facile! Io sono un grande fan dei Cyber-Knight. Si tratta di eroici personaggi capaci di forgiare dal nulla armi di pura energia psichica. Sono bellissimi da giocare!!

Shane Neville: Mi piacciono i Mind Melter, dei potentissimi psichici. Possono fare un sacco di trucchetti con i loro poteri psionici e dal punto di vista tattico aprono un sacco di possibilità.

Nextgame.it: Un giocatore esperto può riconoscere con facilità le classi di Rifts, oppure nel gioco ci sono una o più classi particolarmente originali o mai viste prima? Se sì ci potreste dare qualche indizio?

Trent Ward: Un appassionato di Rifts riconoscerà le classi immediatamente, abbiamo cercato di restare il più fedeli possibile al gioco cartaceo. Tuttavia abbiamo in serbo un paio di sorprese che certamente faranno la felicità di molti…

Shane Neville: In effetti c'è una nuova classe, ma non posso dire nulla fino all'E3, quando la riveleremo.

Nextgame.it: Quante diverse parti di equipaggiamento può indossare un singolo personaggio?

Trent Ward: Tante. Diverse classi possono utilizzare diversi tipi di equipaggiamento, quindi è difficile dire un numero preciso. Ma possiamo assicurarvi che i giocatori avranno ampie possibilità di scelta per armare fino ai denti i loro personaggi.

Shane Neville: Dipende da personaggio, ogni classe può equipaggiare diverse parti del corpo. Per esempio, un cyborg può indossare più oggetti rispetto a un personaggio che usa la magia.

Nextgame.it: In Rifts sarà possibile scegliere quale abilità far imparare ai personaggi, oppure lo sviluppo di ogni classe sarà fisso?

Trent Ward: Il giocatore sarà direttamente coinvolto nella scelta delle abilità e dei poteri che i suoi personaggi utilizzeranno.

Shane Neville: Il gioco cartaceo originale ha un sistema di abilità, magie e poteri psichici piuttosto approfondito, e noi ce l'abbiamo messa tutta per riprodurlo fedelmente in Promise of Power. In definitiva il gioco offre molte possibilità di personalizzazione.

Nextgame.it: Qual è il gioco strategico che vi ha ispirato maggiormente durante lo sviluppo? E quale gioco vi piacerebbe superare con Rifts?

Trent Ward: Questa è una domanda difficile. Tutti noi siamo grandi appassionati di videogiochi e giochiamo più o meno tutto quello su cui riusciamo a mettere le mani. Quindi probabilmente in vari momenti siamo stati influenzati da un centinaio di titoli diversi. Ma al di là di questa premessa, ci siamo impegnati per rendere Rifts innovativo e distaccarlo da tutto ciò che è stato pubblicato finora. In pratica non è simile a nient'altro.
Personalmente mi piacerebbe se in futuro ci fossero giocatori che discutessero della storia di Rifts come ho visto fare in passato per quella di titoli come Baldur's Gate o Jade Empire. Sono un grande fan di Ray, Greg e degli altri ragazzi di Bioware, ognuno dei loro giochi mi ha profondamente colpito.

Shane Neville: Direi che siamo stati ispirati maggiormente dalla versione cartacea di Rifts. Abbiamo giocato un sacco di titoli e abbiamo cercato di superare tutti i concorrenti del genere degli RPG strategici. La componente online, la storia profonda, le possibilità di personalizzazione e gli stupendi effetti speciali delle magie innalzano Rifts al di sopra di moltissimi giochi.