Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Italiano
PEGI
16+
Prezzo
ND
Data di uscita
27/4/2012

Risen 2: Dark Waters

Risen 2: Dark Waters Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Deep Silver
Sviluppatore
Piranha Bytes
Genere
Gioco di Ruolo
PEGI
16+
Distributore Italiano
KOCH Media
Data di uscita
27/4/2012
Lingua
Italiano
Giocatori
1

Hardware

La versione PC del gioco richiede come minimo un processore dual core da 2.1 GHz (consigliati 3GHz), una scheda video Geforce 8800GTX o Radeon 3870 (consigliate GeForce GTX260 o Radeon 4890), 2GB di RAM (consigliati 4GB) e 5,5 GB di spazio libero su disco.

Multiplayer

Risen 2: Dark Waters è un titolo esclusivamente single player

Modus Operandi

Abbiamo giocato Risen 2: Dark Waters grazie a un codice review Steam gentilmente messoci a disposizione da Koch Media

Link

Video Articolo

Sconfiggere i titani a colpi di uncino

Anche i pirati giocano di ruolo.

di Marco Locatelli, pubblicato il

In questa generazione molti giochi di ruolo hanno subìto in maniera più o meno marcata la contaminazione e l'ibridazione da parte di altri generi, mentre alcune software house preferiscono tenere fede alla tradizione realizzando opere di matrice classica e senza allontanarsi troppo dal retaggio di appartenenza. Di questa filosofia sono anche i ragazzi di Piranha Bytes che dopo aver regalato forti emozioni ai puristi del role playing grazie alla fortunatissima saga fantasy di Gothic hanno riportato tutte le loro conoscenze all'interno di Risen, che ora giunge al suo secondo capitolo.

Come da tradizione Pyranha Bytes, il protagonista si ritroverà ben presto a compiere delle scelte che influenzeranno i suoi rapporti con le diverse fazioni coinvolte nella vicenda - Risen 2: Dark Waters
Come da tradizione Pyranha Bytes, il protagonista si ritroverà ben presto a compiere delle scelte che influenzeranno i suoi rapporti con le diverse fazioni coinvolte nella vicenda

UN PIRATA IN CERCA D'AUTORE
La narrazione di Risen 2 prende il via subito dopo gli avvenimenti del primo capitolo. All'interno della città portuale di Caldera si è stanziato il Quartier Generale di ciò che è rimasto dell'Inquisizione, e tra i suoi membri figura anche il protagonista, lo stesso eroe senza nome già impersonato nel capitolo originale e che ora viene presentato come un uomo stanco e alcolizzato, quasi incapace di sostenere il fardello del suo travagliato passato. Insieme a lui faranno la comparsa molte altre vecchie conoscenze, come la spigliata e avvenente Patty che è di nuovo alla ricerca del padre pirata Barba d'argento e del suo tesoro o il Comandante dell'Inquisizione Carlos.
La sopravvivenza dell'umanità è ora in pericolo non solo a causa dei Titani, ma anche per colpa di un Signore dei Titani di nome Mara che ha il totale controllo degli oceani e ha intenzione di entrare in possesso dell'intero continente, evitando alla popolazione di evacuare ed emigrare su una nuova terra più sicura. Fortunatamente si scoprirà che esiste un artefatto magico in grado di distruggere definitivamente i Titani e le altre mostruose creature evocate da Mara, come il mostruoso Kraken che sta distruggendo una ad una tutte le navi che tentano di solcare le rotte marittime del continente.

Grazie ad un discreto lavoro di ottimizzazione, il sistema di combattimento è migliorato ma continua ad esibire una certa macchinosità di fondo che, se confrontata con altri giochi di ruolo, risulta quasi anacronistica - Risen 2: Dark Waters
Grazie ad un discreto lavoro di ottimizzazione, il sistema di combattimento è migliorato ma continua ad esibire una certa macchinosità di fondo che, se confrontata con altri giochi di ruolo, risulta quasi anacronistica
La sceneggiatura scritta da Piranha Bytes riesce ad amalgamare in maniera sapiente e coerente gli elementi del mondo fantasy del primo Risen al nuovo substrato narrativo piratesco che caratterizza fortemente questo secondo capitolo, scrivendo una trama che pur pescando senza paura dalla conosciuta letteratura sui bucanieri, offre una narrazione di raro fascino. A differenza di molti recenti giochi di ruolo che veicolano le emozioni tramite un taglio fortemente cinematografico e scenografico, Risen 2 muove le fila della sua trama solamente attraverso le prolisse e dettagliatissime linee di dialogo e ad un ecosistema di gioco che permette ai giocatori più esperti e indefessi di scoprire tutti i numerosi retroscena del ricchissimo contesto narrativo.

SALPIAMO ALLA VOLTA DEI SETTE MARI... IN COMPAGNIA
La struttura di gioco di Risen 2 è molto simile a quella del suo predecessore, ovvero un gioco di ruolo “old school” che non regala nulla al giocatore e lo obbliga ad imboccarsi le maniche e farsi strada da solo, sviscerando in lungo e in largo ogni piccolo anfratto del mondo che, ovviamente, è aperto e completamente navigabile. Dopo una prima parte guidata, infatti, il giocatore avrà la possibilità di intraprendere le varie missioni nell'ordine che più preferirà, salpando da un'isola all'altra con totale arbitrarietà. Oltre a ciò, l'elemento più interessante è indubbiamente il fatto che l'eroe senza nome diventa un vero e proprio capitano pirata con tanto di nave ed equipaggio a suo seguito, composto da compagni che potrà anche portare con sé durante le sue esplorazioni a terra.

Migliorando i punti del talento furto, sarà possibile entrare nelle abitazioni e sgraffignare i preziosi oggetti dai forzieri senza farsi scoprire - Risen 2: Dark Waters
Migliorando i punti del talento furto, sarà possibile entrare nelle abitazioni e sgraffignare i preziosi oggetti dai forzieri senza farsi scoprire
È chiaro che l'intenzione degli sviluppatori non era quella di sviluppare dei rapporti interpersonali particolarmente approfonditi e sfaccettati come fatto invece da altri colleghi, anche perché la possibilità di interazione con i comprimari rimane del tutto in superficie e non influenza il decorso degli avvenimenti, tuttavia, la loro presenza elimina almeno in parte quella sensazione di solitudine e alienazione tipica delle opere targate Piranha Bytes. A differenza del primo capitolo in cui ad inizio del gioco era necessario scegliere a quale delle tre fazione legarsi, con la conseguente determinazione della classe del personaggio, in Risen 2 il giocatore dovrà prendere delle importanti decisioni durante il corso degli avvenimenti, ma che non influenzeranno in alcun modo lo sviluppo del protagonista, che è appunto indipendente dallo svolgimento della trama.


Commenti

  1. Lylot72

     
    #1
    Promozione piena.
  2. tonypiz

     
    #2
    Sì, prometteva già bene dall'anteprima. Se poi si è già fan dei titoli Piranha Bytes, è praticamente un acquisto a botta sicura.
  3. YARKAN63

     
    #3
    come gioco promette bene..
  4. maxlaiena

     
    #4
    YARKAN63come gioco promette bene..

    ditemi che c'ė la levitazione anche in questo episodio please
  5. Rysen

     
    #5
    Complimenti bella videorecensione, se avevo dubbi dopo questa presentazione lo giocherò di certo. :)
    Tra le cose rispetto al primo capitolo mi piace il fatto di non dover scegliere la fazione per scegliere la classe.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!