Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
€ 8,99
Data di uscita
20/7/2011

Runespell: Overture

Runespell: Overture Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Genere
Gioco di Ruolo
Distributore Italiano
Steam
Data di uscita
20/7/2011
Data di uscita americana
20/7/2011
Prezzo
€ 8,99

Lati Positivi

  • Semplice e coinvolgente
  • Crea dipendenza
  • Stile grafico piacevole

Lati Negativi

  • Dialoghi e storia migliorabili
  • Combattimenti troppo in balia della fortuna
  • Un po' ripetitivo

Hardware

Runespell Overture è disponibile per PC e MAC esclusivamente sul negozio online di Steam. I requisiti  hardware della versione PC sono un processore Intel Pentium 4 o AMD Athlon 64 da 2 GHz, 1 GB di RAM e una scheda grafica da 256 MB con supporto per gli Shader Model 2.0 (Geforce serie 6, Radeon serie X1000); quelli della versione MAC sono OS X versione Leopard 10.5.8, Snow Leopard 10.6.3 o successive, un processore Intel da 1,8 GHz, 1 GB di RAM e una scheda grafica integrata GMA 950 o una dedicata con 128 MB di VRAM e supporto per gli Shader Model 2.0. Abbiamo testato la versione PC e sulla nostra macchina con un processore i5 750, 4 GB di RAM e una ATi Radeon 6850 HD, Runespell Overture ha girato sempre fluidissimo al massimo dei dettagli. Non è un gioco particolarmente esoso sul lato tecnico, quindi sospettiamo che possa girare adeguatamente anche sui PC meno potenti.

Multiplayer

Al momento non è presente nessuna modalità multiplayer, ma gli sviluppatori hanno promesso che provvederanno a questa mancanza con gli aggiornamenti gratuiti che seguiranno il lancio del gioco.

Modus Operandi

Abbiamo provato la versione completa del gioco grazie a un codice fornitoci dagli sviluppatori e publisher del gioco, Mystic Box. Abbiamo completato il gioco in circa sette ore, e dopo la fine abbiamo sbloccato la modalità Continue+ che permette di ricominciare dall'inizio con tutte le carte raccolte e contro nemici più arcigni.

Link

Recensione

Abilità e fortuna

Analizziamo il sistema di combattimento di Runespell Overture.

di Alessandro De Luca, pubblicato il

Il sistema di combattimento è la caratteristica che distingue Runespell: Overture dagli altri giochi di ruolo fantasy. Non ci sono spade e armature nell’arsenale del nostro Changeling, ma carte da gioco. Con meccaniche basate su quelle del poker e dello Yahtzee, il giocatore e il suo avversario hanno una fila di carte ciascuno, disposte come in un solitario. Per infliggere danni, ogni contendente deve spostare le carte da una pila all’altra per formare combinazioni di poker: quelle più semplici, come la coppia o il tris, risultano in pochi danni, ma quelle più complesse, come la scala reale, fruttano un ricco bottino di dolore per il nemico. Durante il proprio turno, i contendenti hanno tre mosse a disposizione e possono usare sia le proprie carte, sia quelle dell’avversario per realizzare combinazioni; quest’ultime possono essere rubate solo se non sono già parte di una combinazione. Questo elemento rende ogni scontro un complesso gioco di osservazione e calcolo delle probabilità, con un occhio alle possibilità di attacco, ma senza mai dimenticare di osservare le carte dell’avversario per non dargli l’occasione di realizzare una combinazione particolarmente potente. A tutto questo vanno aggiunte le carte degli alleati e dei poteri magici che possono essere attivati usando i punti Rage che si generano subendo e infliggendo danno. È fondamentale bilanciare l’uso delle carte per colpire con l’attivazione dei nostri poteri per attaccare e difenderci.

Gestire la Rage e attivare al momento giusto i poteri speciali è fondamentale per uscire indenni anche dagli scontri più semplici - Runespell: Overture
Gestire la Rage e attivare al momento giusto i poteri speciali è fondamentale per uscire indenni anche dagli scontri più semplici

La dea bendata

Il sistema di combattimento di Runespell: Overture è originale e ben congegnato, ma essendo basato sulle carte, spesso l’abilità del giocatore non può nulla contro la fortuna avversa. Capiterà di dover ripetere più volte alcuni scontri solo perché, nonostante tutto il nostro impegno, l’avversario ha avuto, molto semplicemente, carte migliori delle nostre. Inoltre, alcuni poteri e alleati risultano decisamente più potenti e utili di altri. Spesso il primo combatimento contro un nuovo nemico si risolverà con una sconfitta proprio perché non conosceremo i suoi poteri, situazione che ci costringerà ad adattare il nostro assortimento di carte per controbattere quello dell’avversario per i tentativi successivi. Nonostante questi fastidiosi difetti di bilanciamento, Runespell: Overture risulta comunque divertente e crea quella sensazione, familiare a tanti giocatori di Civilization, che ci fa dire “faccio ancora un combattimento e poi smetto”. Runespell Overture si presta anche perfettamente al multiplayer online, al momento assente, ma la sua introduzione è prevista in uno degli aggiornamenti gratuiti che seguiranno al lancio del gioco.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Runespell Overture è una piacevole sorpresa che porta una ventata di aria fresca nel panorama dei giochi di ruolo. Sarebbe stata gradita una maggiore attenzione al bilanciamento e ai dialoghi, ma già così è un bel modo di passare alcune ore.

Commenti

  1. Bruce Campbell87

     
    #1
    provo la demo, sono curioso.
  2. Da Hammer

     
    #2
    Poi fammi sapere che ne pensi. :)
  3. babaz

     
    #3
    diciamo che ricade nel godurioso filone "puzzle-rpg" inaugurato da PuzzleQuest e che inizia ad annoverare diversi campioni di stile...

    scuramente lo proverò
  4. babaz

     
    #4
    provata la demo, devo dire che ci siamo anche se il gioco pecca di quell'immediatezza che ha reso grande PuzzleQuest -- non so

    ah, i set di carte potrebbero essere più facili da distinguere però... spesso devo strabuzzare gli occhi per capie se son fiori o picche

    lo so che al primo "sconto" sarà mio, non ce la faccio a resistere a questo genere di giochi
    addicted
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!