Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
15/3/2012

I Cavalieri dello Zodiaco: La Battaglia del Santuario

I Cavalieri dello Zodiaco: La Battaglia del Santuario Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Bandai Namco
Sviluppatore
Dimps Corp.
Genere
Azione
Distributore Italiano
Bandai Namco Games
Data di uscita
15/3/2012

Lati Positivi

  • Ottima resa poligonale dei personaggi principali e delle loro armature
  • Un titolo tarato sulle frequenze dei fan della serie animata

Lati Negativi

  • Meccaniche di combattimento fin troppo essenziali
  • Pochi scontri veramente interessanti e nemici dall'IA scarsa

Hardware

I Cavalieri dello Zodiaco: la Battaglia del Santuario è disponibile esclusivamente per PlayStation 3.

Multiplayer

Il multiplayer cooperativo offerto dalla modalità Missione è una piccola, ma piacevole aggiunta alla ricetta di gioco.

Modus Operandi

Abbiamo provato il gioco grazie a un codice recensibile ricevuto da Namco Bandai.

Link

Recensione

"Brucia, mio Cosmo, fino ai limiti estremi!"

Cosmo e settimo senso, ma solo per i fan.

di Francesco Sica, pubblicato il

Il sistema di combattimento, come accennato in precedenza, è basilare e propone un elenco tutto sommato contenuto di combo, affiancate da alcune mosse speciali, fedelmente replicate per ogni Cavaliere, che consumano la barra del Cosmo. Il fatto che sia un sistema basilare, però, non vuol dire che non offra una buona variante di meccaniche di gioco interessanti: l’utilizzo del Cosmo e la necessità di ricaricarlo strategicamente non sono l’unica cosa da valutare in combattimento, per esempio, ma è stata introdotta perfino la possibilità di liberarsi dell’armatura per aumentare la velocità di recupero del Cosmo stesso, a discapito ovviamente dei valori di difesa e del ripristino graduale dell’energia. Anche e soprattutto in queste scelte si coglie il desiderio di plasmare un gameplay il cui fine ultimo sia quello di replicare il più fedelmente possibile le situazioni che normalmente costellavano gli scontri della serie animata. I combattimenti con i boss sono intervallati da sezioni beat’em up dozzinali, durante le quali dovrete solo preoccuparvi di falciare ondate su ondate di nemici standard, che alla stregua di vittime sacrificali cadranno incessantemente sotto i vostri attacchi, permettendovi però di accumulare esperienza necessaria a potenziare il vostro personaggio fra un livello e l’altro. A proposito, a seconda della valutazione finale (che tiene conto del tempo di completamento, così come delle combo massime, dei danni totali o della difficoltà impostata) potrete ottenere anche unlockable di varia natura (materiale fotografico, oppure modelli poligonali dei protagonisti) che andranno ad arricchire la Galleria.

Phoenix fa bruciare il suo Cosmo di cavaliere. L'utilizzo strategico del Cosmo è uno degli elementi principali della struttura di gioco - I Cavalieri dello Zodiaco: La Battaglia del Santuario
Phoenix fa bruciare il suo Cosmo di cavaliere. L'utilizzo strategico del Cosmo è uno degli elementi principali della struttura di gioco

QUEL SENSO IN PIÙ CHE FA INVIDIA A SPIDER-MAN
Nell’economia di un approccio al gameplay tutto sommato classico, ci sarà spazio per apprezzare piccole raffinatezze, come l’uso dell’engine fisico Havok per gestire il crollo delle strutture che, colpite dalle tecniche speciali, travolgeranno i nemici nelle immediate vicinanze. Occhio però, perché potreste rimanere coinvolti anche voi nel cedimento strutturale! Peccato solo per l’inspiegabile scelta di non assegnare la gestione della visuale allo stick analogico destro, il che obbliga a sopportare in combattimento le inquadrature automatiche imposte dagli sviluppatori, senza alcuna possibilità di poter anticipare o gestire in alcun modo gli attacchi alle spalle. I patiti della serie coglieranno con piacere tanti accorgimenti, poco visibili ai non “eletti”, come il fatto che facendo bruciare al massimo il Cosmo del cavaliere sotto il vostro controllo varierà in tempo reale la percentuale di efficacia degli attacchi, segnalata costantemente in alto a sinistra, sotto la barra dell’energia. Come non citare, a questo punto, l’attivazione del Settimo Senso, che a fronte di un’acuita percezione della realtà (resa con un canonico effetto slow-motion) potrà consumare il Cosmo a disposizione o meno, a seconda che siate così abili da premere il tasto della parata nell’attimo esatto di un attacco, attivando così il Vero Settimo Senso. Ovviamente, in presenza dei Cavalieri d’Oro le cose si faranno più ostiche e, di conseguenza, anche più interessanti. Gli scontri richiederanno uno studio attento dell’avversario per capire quando sfruttare il Settimo Senso – possibilmente quello Vero – e coglierlo con le difese abbassate. Ovviamente, le mosse dell’avversario saranno in grado di interrompere i vostri attacchi Big Bang: i colpi più potenti, tecniche finali generate usando tutta l’energia accumulata gradualmente in combattimento e segnalata da un indicatore luminoso a sinistra alla barra della vitalità. Spettacolari scambi di convenevoli renderanno ogni scontro con un Cavaliere d’Oro un’esperienza sufficientemente accattivante da perdonare la banalità delle sessioni beat’em up precedenti.

Pegasus affronta il Grande Sacerdote. La resa di personaggi e armature è convincente, mentre gli scenari sono appena abbozzati - I Cavalieri dello Zodiaco: La Battaglia del Santuario
Pegasus affronta il Grande Sacerdote. La resa di personaggi e armature è convincente, mentre gli scenari sono appena abbozzati

A CAVALIER DONATO NON SI GUARDA IN BOCCA?
Oltre alla Modalità Storia è prevista anche la Modalità Missione, che aggiunge alla formula di gioco nuove sfide da affrontare in singolo o con un amico in coop. Presente nel carnet di missioni anche la variante Sopravvivenza, concepita per il single player e finalizzata al raggiungimento del punteggio più alto affrontando ondate infinite di nemici. Se siete arrivati a leggere fin qui e le meccaniche di gioco appena elencate, sia in single che in multi, non vi dicono nulla, è chiaro che non avete una passione viscerale per la serie dei Cavalieri dello Zodiaco. Altrettanto chiaro è che il gioco non faccia in questo caso assolutamente per voi. Al contrario, se avete iniziato a sentir riecheggiare nelle vostre orecchie le epiche sigle dell’anime e percepite uno strano prurito alla punta delle dita, allora fate parte di coloro che potranno apprezzare I Cavalieri dello Zodiaco: La Battaglia del Santuario. Questa evidente scissione che il gioco è in grado di generare è il suo più grande difetto, se per difetto è lecito intendere caratteristiche peculiari che lo rendo appetibile solo ad una specifica tipologia di giocatori. In definitiva, l’ultimo lavoro di Dimps rende indiscutibilmente onore alla serie animata dalla quale è tratto, centrando in pieno l’obiettivo per il quale è stato concepito. Starà a voi comprendere se l’offerta è pertinente con le vostre aspettative.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
I Cavalieri dello Zodiaco: La Battaglia del Santuario è un beat’em up concepito per titillare prevalentemente il palato dei fan della serie animata. Se non rientrate in questa categoria, vi conviene ponderare bene l'acquisto del nuovo gioco sulla saga di Saint Seiya di Namco Bandai.

Commenti

  1. HikaruGo

     
    #1
    Da fan del manga sono obbligato a comprarlo. Ovviamente quando costera' poco :)
  2. Lylot72

     
    #2
    Che ricordi....
    più avanti sicuramente lo prenderò anche solo per riassaporare certe sensazioni.
  3. suce

     
    #3
    E' sempre stato uno dei miei cartoni preferiti...:-)
    Lo prenderò di certo.
  4. mat79

     
    #4
    Ne approfitto per ritornare a scrivere sul videogame.it facendovi i complimenti come sempre per il vostro lavoro che dimostra solo il vostro grado di alta professionalità e competenza (un pò di tempo fa avevo provato a loggarmi ma non potevo richiedere la pass dimenticata non sò come mai).
    Ad ogni modo è bello vedervi sempre operativi e con tutte queste recensioni e news continuate così staff di Videogame.it.
    Per la recensione ....ormai mi sento obbligato a comprarlo..... ;)
  5. mat79

     
    #5
    preso!
    ...se siete fans dei cavalieri è un titolo da non perdere!!...
  6. stiui

     
    #6
    E' doppiato in ita o ha i sottotitoli?
  7. Bac

     
    #7
    Ciao stiui, come ho scritto nella recensione, il gioco è sottotitolato in Italiano! Sigla iniziale e dialoghi in-game sono in Giapponese. ;)
  8. stiui

     
    #8
    BacCiao stiui, come ho scritto nella recensione, il gioco è sottotitolato in Italiano! Sigla iniziale e dialoghi in-game sono in Giapponese. ;)
    Ah scusa non l'avevo letto :P
    grazie :)
  9. Celestino Massetti

    #9
    scaffale .... anche se mi piacciono i cavalieri, mi sembra troppo ripetitivo .... scaffale !
  10. Atlas

     
    #10
    Non potevo perdermi questa rece, che quoto nella sostanza.
    Ho preso il gioco da un po' e devo dire che la frase finale:
    "In definitiva, l’ultimo lavoro di Dimps rende indiscutibilmente onore alla serie animata dalla quale è tratto, centrando in pieno l’obiettivo per il quale è stato concepito."
    rende bene il tutto.

    Grandissimo game che ogni appassionato dei Santi di Atena e dei picchiaduro a scorrimento dovrebbe avere nella propria collezione.

    A Celestino dico che se trova questo gioco ripetitivo vuol dire che semplicemente il genere non fa per lui. Ogni vero fan di Final Fight, di Streets of Rage, di Dynasty Warriors, non oserebbe mai dire "ripetitivo" nel thread di un beat'em up. ;)
Continua sul forum (15)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!